Vaffa-day

10.10.2021 18:01 di Stefano Severi   vedi letture
Vaffa-day

1. È presto per togliersi i sassolini per William Viali, però la tentazione di un vaffa-day di grillina memoria oggi è fortissima.

2. Fuori dal campo è stata forse la settimana più difficile del campionato, con le polemiche sulla scelta della Mare di restare fuori e l’annunciata invasione dalle Marche. Dentro lo spogliatoio però, e questo Viali lo aveva detto ieri in conferenza stampa, la settimana era scivolata via nel miglior modo possibile, come mai in questo inizio di stazione.

3. Il risultato non poteva che essere questo: un 2-0 che non lascia spazio a recriminazioni, quasi certamente la miglior prestazione del nuovo Cesena targato Viali e un secondo posto solitario in classifica dopo 8 giornate che non sa più di casualità. 

4. È servito tempo per dare un’identità a questa squadra, anche considerando che alcuni innesti importanti sono arrivati o proprio a fine mercato o addirittura dopo, come svincolati. Era ed è naturale che fosse così: ma il tempo, e la continuità, sono dalla parte di Viali.

5. Ed è qui che casca l’asino: quanti erano i dubbi ad inizio stagione sul nuovo modulo di Viali, i “deve tornare al 4-3-3” e i “Caturano e Bortolussi insieme non possono giocare, Caturano danneggia Bortolussi”? Io ho memoria corta, provate voi a ricordarmi quale pensionato, di quelli che vediamo ogni mattina fermi per le vie del centro, parlasse del “cugino scarso di Bortolussi”: avete presente?

6. Tutto ciò in effetti implicava un modulo tattico non in grado di innescare la potenza detonante delle nostre due vere punte che sono in effetti andate in gol da cinque giornate consecutive. Caturano, Caturano, Caturano poi Bortolussi e ancora Bortolussi: al Cesena costeranno al lordo qualcosa come 450mila euro ma 5 delle 8 reti fino ad ora segnate portano la loro firma.

7. Otto giornate portano in dote una sola sconfitta, in rimonta, contro il Modena: partita per certi versi sfortunata ma questo non fa testo, a meno che non si voglia definire “fortunate” le vittorie del Cesena in zona Cesarini in trasferta. In queste prime 8 giornate la truppa di Viali ha affrontato 4 squadre su 6 che, insieme al Cesena, occupano le posizioni di vertice della classifica, al netto della partita in meno del Pescara (Ancona, Gubbio, Imolese e Modena): ricordatemi anche quella del calendario facile, dai.

8. Tutto questo in effetti ci ricorda che lo sport più praticato a Cesena è il lancio della polemica, disciplina olimpica. Tutti zitti ai tempi che furono (o a cena a base di anatra marinata), tutti pronti a scendere in piazza adesso approfittando del relativo caos societario.

9. E per una settimana la polemica ha toccato anche la Curva Mare: tra chi urlava che era una vergogna, chi dava dei novax agli ultras e chi spiegava come e perché la loro scelta avrebbe danneggiato la squadra, abbiamo assistito ad una vittoria netta e mai in dubbio. Nonostante i quasi duemila tifosi ospiti in Curva Ferrovia.

10. Immer weiter, sempre avanti. Ce la facciamo per una domenica a goderci questa vittoria e a preparare al meglio la prossima trasferta? La strada è tracciata.