Cesena - Sassari Torres 4-0| Le ragazze stanno bene

09.11.2021 21:00 di Giorgia Foschi   vedi letture
Cesena - Sassari Torres 4-0| Le ragazze stanno bene
© foto di Andrea Vegliò

SERIE B FEMMINILE
7° giornata di campionato


CESENA        4 (3' Rig. Costi, 26’ Cuciniello, 52’ Costi, 92’ Petralia)
S.TORRES     0

Cesena: Frigotto, Cuciniello, Pavana, Carlini (58’ Costa), Casadei (58’ Casadio), Simei, Franco, Beleffi, Costi (69’ Galli), Georgiou (69’ Petralia), Bernardi (81’ Montes De Oca).
A disp: Pignagnoli, Pinna, Nagni, Vivirito
All: Rossi


S. Torres: Fabiano, Congia, Accornero (58’ Blasoni), Bertone, Iannazzo (46’ Peddio), Faria Gomes, Bassano, Ladu, Peare (82’ Scarpelli), Pederzani (82’ Airola), Weithofer
A disp: Ubaldi, Lombardo, Spaan, Leendertse.
All: Marino


Arbitro: Marco Di Loreto della Sezione di Terni
Assistenti: Matteo Lauri della Sezione di Gubbio e Federico Giovanardi della Sezione di Terni


Ammonizioni: 55' Pederzani (ST)
Espulsioni: 30' Bertone (ST)

Domenica a Cesena è arrivata una squadra con tanta storia: la Sassari Torres, una delle squadre più vincenti del panorama calcistico femminile italiano. Nel loro passato vantano 7 scudetti, 8 Coppe Italia e 7 Super Coppe Italiane, mentre in questi anni sono ripartite dal basso e proprio la scorsa stagione si sono guadagnate la promozione in serie B. Si incontrano quindi due società con ambizioni diverse: il Cesena deve riconfermarsi e puntare alle posizioni alte della classifica, la Torres almeno per questa stagione avrà come obiettivo la salvezza.


Primo tempo
La partita inizia con un minuto di raccoglimento per la scomparsa di Vittoria Campo, ex giocatrice del Palermo venuta a mancare la settimana scorsa.

Il Cesena anche questa domenica parte in fiducia, trovando il gol già al 3': Franco lancia lungo per Bernardi che entra in area, saltando Bertone; il difensore allunga la gamba e fa cadere la bianconera: l'arbitro non ha dubbi e indica il dischetto del rigore. Sarà la bomber Costi a battere e a segnare per la seconda giornata consecutiva. 
Al 17' è ancora Bernardi a mettere in difficoltà la retroguardia sassarese: Pavana serve la numero 17 che resiste alla trattenuta di Congia, entra in area e fa partire un destro potente che Fabiano manda in calcio d'angolo. 
Passano 10 minuti e il Cesena raddoppia: calcio di punizione dalla trequarti battuto da Pavana perfetto per la testa di Cuciniello che tutta sola sul secondo palo mette in rete (anche per lei si tratta del secondo gol consecutivo, ndr).
Nemmeno il tempo di riprendere fiato che Georgiou lancia lungo per Costi che ha l'opportunità di entrare in area ma viene trattenuta da Bertone: fallo da ultimo uomo sanzionato con il rosso dall'arbitro Di Loreto.
Il primo tempo si chiude con due occasioni per il Cesena: un tiro dalla distanza di Beleffi che finisce fuori e un'occasione in spaccata per Costi che non riesce ad impattare bene il pallone.
 

Secondo tempo
Anche nei secondi 45 minuti c'è una sola squadra in campo: la Torres, complice anche la giocatrice in meno, non riesce a produrre gioco e a mettere in difficoltà la retroguardia bianconera. Il Cesena continua a spingere e dopo 5 minuti trova il terzo gol con Costi: Fabiano serve Congia, la quale non vede arrivare Costi che intercetta il rinvio e si trova a tu-per-tu con il portiere; tocco sotto a scavalcare la numero 1 e il pallone entra, anche grazie all'involontaria deviazione finale di Ladu che tenta in tutti i modi di buttarla via.
Bernardi si conquista un altro calcio di rigore al 57': va in pressing su Accornero che per difendere palla scivola e trattiene il pallone con il braccio. Sul dischetto va la n. 17: appena l’arbitro fischia prepara il destro senza pensarci due volte ma la sfera va fuori di pochissimo. 
Al 66' bella triangolazione tra Bernardi e Costi che manda al tiro la giovanissima bianconera: tiro a giro che fa la barba al secondo palo.
Con un moto di orgoglio si fa vedere in avanti la squadra sarda: al 70' Frigotto para in presa alta un tiro cross di Weithofer; pochi minuti dopo sempre Weithofer mette al centro un pallone perfetto per Gomes, ma la numero 7 non impatta bene la sfera e la difesa bianconera spazza. Al 82' Ladu prova un tiro da lontanissimo che finisce di poco alto sopra la traversa.
La squadra romagnola riprende le redini della partita e chiude in bellezza trovando al 92' il quarto gol con capitan Petralia (subentrata al 69' al posto di Georgiou, ndr): calcio d'angolo battuto da Casadio, la numero 10 nell'area piccola anticipa il portiere e trova il primo gol stagionale.

Una domenica perfetta. È vero, l'avversario non era il più temibile e l'espulsione dopo 30 minuti ha sicuramente agevolato il gioco delle bianconere, ma solo una settimana fa il Cesena perdeva 1 a 0 contro il fanalino di coda Palermo: queste partite, se vengono sottovalutate, rischi di pagarle care a fine stagione. 
Ottima la doppietta di Costi che con i suoi 7 gol è la capocannoniera del campionato: adesso aspettiamo la sua compagna di reparto, Pinna.
Oggi vogliamo spendere altre due parole per Camilla Pavana: la numero 4 durante la sua avventura in bianconero ha avuto dei passaggi a vuoto che hanno condizionato in negativo le sue prestazioni. Complice l'infortunio di Mancuso e il nuovo modulo 3-5-2 di Mister Rossi, nelle ultime partite ha ritrovato gli spazi di un tempo, facendosi trovare più che pronta: il pareggio contro il Como e il raddoppio di domenica sono partiti dai suoi piedi.

In ogni caso il campionato è lungo e anche chi gioca meno avrà le sue chance: c'è bisogno di tutte per provare l'impresA!

PROSSIMI APPUNTAMENTI:
DOMENICA 14: CORTEFRANCA - CESENA ORE 14:30 
SABATO 20: CESENA - SASSUOLO (COPPA ITALIA) ORE 14:30
DOMENICA 28: CESENA - RAVENNA ORE 14:30