Le pagelle di Mantova-Cesena | Santa Lucia regala i play-off?

Un Cesena cinico e spietato si mangia il Mantova, i difensori virgiliani avevano forse cenere negli occhi?
13.12.2020 20:20 di Bruno Rosati   Vedi letture
© foto di Francesco Di Leonforte/TuttoCesena.it
Le pagelle di Mantova-Cesena | Santa Lucia regala i play-off?

Nardi 6 Arpiona tutti i traversoni e controlla senza patemi d’animo le conclusioni da fuori dei padroni di casa, esaltandosi su Ganz. Un’uscita a vuoto poteva costare carissimo, per fortuna c’è Ciofi…

Ciofi 6 Primo tempo insufficiente, fatica a tenere il passo di Di Molfetta e si becca un giallo del tutto evitabile che gli costa il prossimo match. Salvatore della patria nella ripresa, quando si immola sulla conclusione a botta sicura di Zibert.

Gonnelli 6,5 Vano e Ganz hanno pane per i loro denti, concede poco o nulla ai pesi massimi del Mantova. Peccato si faccia male durante questo periodo brillante. (Dal 37' Ricci 6,5 Gettato nella mischia quando la gara diventa via via più confusionaria. Decide di far di testa sua, spazzando spesso e volentieri in avanti anziché giocare il pallone. Efficace.)

Maddaloni 6 Gli attaccanti lombardi lo sovrastano in termini di altezza, decide di giocare d’anticipo e non sempre gli va grassa.

Favale 6 Comincia alla grandissima con un traversone perfetto per la testa di Steffè, di lì in avanti si affaccia sempre meno nella metà campo altrui. Nella ripresa non garantisce copertura, lasciando spazio alla verve di Di Molfetta.

Ardizzone 6 Prestazione alla ‘Giuseppe Colucci’ con ripetuti colpi di tacco e appoggi di petto pure quando la gara si fa sporca. Frettoloso nell’azione che gli costa il giallo. (Dal 78' Capellini 6 Utile nel tenere alto il baricentro nei minuti finali.)

Petermann 6,5 Molti passaggi sbagliati in avvio, gioca da difensore aggiunto quando il Mantova spinge sull’acceleratore. Propizia la quarta rete con la solita punizione insidiosa. Letale nei calci da fermo sulla trequarti, rivedibile la battuta degli angoli.

Steffè 7 Più disinvolto schierato da mezzala anziché da play, va subito all’arrembaggio con il perentorio colpo di testa che apre lo score di giornata. In ombra in avvio di ripresa, si prende le luci della ribalta negli ultimi venti minuti.

Capanni 7,5 Dà il via all’azione del primo gol, vede un pertugio e timbra il secondo. Se la piega della gara è sin da subito di marca bianconera il merito è soprattutto suo. (Dal 53' Russini 7 Bravo a crederci, il gol di rapina mette il sigillo sul pomeriggio. Più sciolto dopo aver trovato la rete diviene letteralmente inarrestabile.)

Bortolussi 7 Fa respirare la squadra, ergendosi a baluardo durante l’assalto dei virgiliani. Poco servito sotto porta, oggi lascia che ad andare a segno siano i compagni. (Dal 78' Nanni 6 Ai difensori centrali del Mantova piace fare a sportellate, lui non è certo uno che si tira indietro.)

Koffi 5 Annebbiato, forse più del Danilo Martelli. Poco produttivo già dalle battute iniziali, finisce per essere inconcludente. (Dal 53' Zecca 6 Utile nel ‘punzecchiare’ Panizzi, consente alla squadra di non schiacciarsi ad inizio secondo tempo.)

Mister Viali 8 Dispone una squadra che sa applicare in tutto e per tutto i suoi dettami. Vince lui la partita con il doppio cambio poco dopo il cinquantesimo: Russini e Zecca apportano malizia all’undici nel gioco di contropiede, scacco matto.

Cesena FC 7 Il risultato rotondo non racconta le difficoltà vissute dopo la mezz’ora sino al settantesimo. Sotto nel punteggio, i biancorossi provano a far la voce grossa ma finiscono per confezionare due regali che manco Santa Lucia! La squadra però sa essere sbarazzina e spietata, lontanissima parente di quella che non riusciva a scardinare la retroguardia della Fermana o si scioglieva dinnanzi Padova e Triestina. La maturazione è sotto gli occhi di tutti.