Tutta la delusione di Viali: “Avrei preferito che l’arbitro mi avesse detto altro…”

Il tecnico bianconero recita il mea culpa per aver sprecato due gol di vantaggio ma ha qualcosa da recriminare pure sulla conduzione di gara.
17.03.2021 21:55 di Giacomo Giunchi   Vedi letture
© foto di DiLeonforte/TuttoCesena.it
Tutta la delusione di Viali: “Avrei preferito che l’arbitro mi avesse detto altro…”

Dopo il rocambolesco 2-2 tra Cesena e Matelica, troviamo un Viali amareggiato che fa subito una rapida analisi del match appena concluso: “Abbiamo fatto un ottimo primo tempo di alto livello. Potevamo tranquillamente chiuderlo con tre o quattro gol di vantaggio, se solo fossimo stati più precisi in fase offensiva. È stato un episodio a riaprire la gara in favore del Matelica, perché nella prima frazione di gioco non c’è stata partita tra noi e loro. Nella ripresa invece c’è stato più equilibrio; sapevo che non avremmo potuto mantenere questo ritmo per tutti i novanta minuti, l’idea era quella di sfruttare bene gli spazi che ci avrebbero concesso. Purtroppo Zecca ha accusato un problemino e ciò ha condizionato le mie scelte tattiche degli ultimi venticinque minuti, anche perché Giacomo non l’avrei mai tolto dal campo. La cosa che mi fa più rabbia è che la partita sia finita 2-2 quando loro nella ripresa hanno avuto un’occasione e mezzo”.

In seguito, il mister si sofferma sul molto contestato secondo gol del Matelica: “Sul gol del pareggio ho chiesto all’arbitro come mai avesse fatto questa scelta. Avrei preferito mi avesse risposto che era sicuro che fosse gol, invece l’ho trovato molto dubbioso riguardo alla sua stessa scelta. La cosa che mi dà più fastidio è che gli assistenti nella partita di Fermo valgono, mentre in questa no, dato che proprio l’assistente aveva comunicato all’arbitro che non era gol, ma lui ha deciso di fare di testa sua. Però, al di là degli episodi arbitrali, questa era una partita che dovevamo vincere”.

Infine, un ultimo intervento del tecnico, che esprime il proprio rimorso per la mancata vittoria, ma che allo stesso tempo si dice fiducioso del futuro prossimo della squadra: “Oggi ci rimane l’amaro in bocca, perché dispiace aver buttato due punti e io dico chiaramente che voglio risalire la classifica, perché questa squadra può fare cose importanti come ho sempre detto. Detto ciò, la prestazione dei miei, soprattutto dopo la prima ora, mi dà grande fiducia per le partite future”.