Il Cesena salirà in serie B. Anzi no…

Dieci buoni motivi per sognare in grande, altri dieci buoni motivi per rimanere con i piedi ben ancorati al terreno: in riva al Savio il popolo bianconero è più che mai diviso…
11.01.2021 08:00 di Flavio Bertozzi   Vedi letture
© foto di Luigi Rega
Il Cesena salirà in serie B. Anzi no…

Quelli che… si può fare. Sì, quelli che… si può andare in serie B. Per almeno dieci (buoni) motivi:

1 – Una squadra non fa dieci risultati utili consecutivi (6 vittorie più 4 pareggi) così per caso

2 – Questo Cesena trasuda grinta, ardore agonistico, sana cattiveria provinciale e personalità da ogni poro

3 – Nardi è un portiere (con gli attributi) che sa donare tranquillità a tutta la difesa. E che sa pure… parare

4 – La sfida col Südtirol ha confermato una volta per tutte che (adesso) il Cesena può fare paura pure alle big

5 – Viali, dopo uno start di stagione al rallentatore, è riuscito a dare alla sua truppa un’identità ben precisa

6 – Lo spogliatoio bianconero è unito, compatto, composto soltanto da bravi ragazzi

7 – Bortolussi non segna da 6 gare ma quando romperà il suo digiuno saranno (di nuovo) dolori per tutti

8 – Diversi giocatori del Cesena (due nomi su tutti: Favale e Steffè) migliorano gara dopo gara

9 – Il mercato di riparazione dovrebbe regalare (almeno) un innesto di qualità in grado di colmare qualche lacuna

10 – In serie B non ci si arriva soltanto da… primi del girone. Ma anche attraverso la lotteria dei play-off



Ma anche quelli che… non si può fare. Sì, quelli che… non si può andare in serie B. Per almeno dieci (buoni) motivi:

1 – Padova e Modena (e forse anche il Perugia) hanno qualcosa in più del Cesena, su più fronti

2 – La scarsa esperienza di molti baby bianconeri verrà fuori alla distanza, nei momenti topici della stagione

3 – Il ramadan di Bortolussi (l’ultimo gol è arrivato con il Matelica, ben 50 giorni fa) comincia a farsi preoccupante

4 – Caturano potrà tornare in campo (se tutto va bene) soltanto a marzo. E marzo non è proprio dietro l’angolo

5 – La manovra bianconera (non solo per colpa di Petermann) continua ad essere poco fluida, troppo macchinosa

6 – A gennaio sarà davvero complicato riuscire a portarsi a casa un big (da C) del centrocampo

7 – Se si fa male Nardi (o Steffè) sono – ehm ehm – volatili per diabetici

8 – Quattro punti da recuperare all’ambizioso Modena non sono mica pochi

9 – Se non arrivi primo è un macello. Perché i (maxi) play-off della C sono una cagata pazzesca. E perché c’è il Bari…

10 – Il Cesena è nato (il 21 aprile 1940) sotto il segno del Toro. E, per il Toro, anche il 2021 sarà un anno di merda



PS: Allegria!