Le pagelle di Cesena-Perugia | “Non arrenderti. Rischieresti di farlo un minuto prima del miracolo”

Gli uomini di Viali non si abbattono nelle difficoltà ma serrano i ranghi e strappano un pareggio prezioso.
10.03.2021 17:40 di Bruno Rosati   vedi letture
Le pagelle di Cesena-Perugia | “Non arrenderti. Rischieresti di farlo un minuto prima del miracolo”
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Francesco Di Leonforte/TuttoCesena.it

Nardi 6 Graziato dai pali, tradito dal fuoco amico. Praticamente inoperoso, disinnesca due volte Melchiorri che effettua conclusioni deboli ma ravvicinate.

Longo 6,5 Il rammarico è che abbia poca autonomia di minutaggio. Finché le gambe reggono è impeccabile nelle chiusure e non fa mancare la propria spinta.

Ricci 6 Sbaglia in avvio spalancando una prateria sconfinata a Melchiorri. L’errore lo condiziona, prosegue sparando sempre il pallone in avanti. In presa diretta è sembrato che abbia sgambettato Bianchimano in area. Beneficio del dubbio.

Ciofi 6,5 Si appoggia con la mano su Melchiorri, se avessero concesso il penalty non sarebbe stato uno scandalo. Però annulla Murano e finché resta in campo la difesa bianconera è invalicabile. (Dal 54' Maddaloni 6 Vano lo sovrasta in termini di stazza. Riesce a farsi valere giocando d’anticipo.)

Favale 4,5 Compitino nel primo tempo. Intervento kamikaze di testa che gli costa l’autogol. Non si riprende più, venendo platealmente sgridato dai compagni in campo e tutta la panchina. (Dal 76' Zappella 6 Si nota solo per aver scodellato il cross che porta all’autorete degli ospiti. Tanto basta.)

Collocolo 5 È rimasto all’Euganeo di Padova. Non regge il confronto con la mediana umbra, preso sempre in mezzo dalle casacche rosse. Dirottato sulla fascia nel finale per combinare meno danni.

Di Gennaro 6 Braccato a uomo, non riesce ad illuminare la manovra con i suoi tipici lanci lunghi. Si fa però sempre valere palla al piede. In debito d’ossigeno negli ultimi venti minuti.

Steffè 6 Kouan lo surclassa nel duello che li vedi perennemente coinvolti. Però resiste, continua con ordine e alla fine rimedia una sufficienza come il punto strappato ai danni del Grifo.

Zecca 6 L’unico a servire palloni in mezzo all’area nel corso del primo tempo. Mette in difficoltà Crialese nell’uno contro uno. Avrebbe meritato di giocare più minuti. (Dal 69' Russini 6 L’impatto a gara in corso non è fulmineo. Si accende solo a cinque minuti dal novantesimo, però propizia l’autogol di Cancellotti. Qualche fiammata seguente fa addirittura sperare nel colpaccio. Meglio tardi che mai.)

Caturano 5,5 Infonde coraggio ai compagni guidando il pressing e tornando spesso e volentieri a dare man forte al centrocampo. L’apporto in zona gol però è nullo. (Dal 54' Sorrentino 5,5 Più leggero del solito nel far suoi i palloni spioventi. La difesa ospite gli prende le misure e non gli consente di dialogare con Bortolussi.)

Bortolussi 5,5 Visibilmente stanco, gioca sotto i suoi standard. Anche se va ammesso che il direttore di gara chiude spesso un occhio quando viene arginato dai perugini con le cattive maniere. (Dal 76' Nanni 6 Il Cesena fatica a manovrare ma con il suo ingresso i bianconeri riescono a tenere alto il baricentro.)

mister Viali 6 Rispetto alla scorsa domenica ha più scelte a disposizione. Le rapide verticalizzazioni degli uomini di Caserta mettono in difficoltà i suoi, però con gli ultimi cambi riesce a raddrizzare la gara. È apparsa invece prematura la sostituzione di Zecca.

Cesena FC 6 Il Perugia probabilmente avrebbe meritato la vittoria. Ma se si applica lo stesso metro di valutazione, è stata ingenerosa la sconfitta patita contro la Vis Pesaro. Il punto è molto corroborante, più a livello mentale che di classifica dove tutto sommato cambia relativamente poco.