United Snakes of America

13.09.2021 10:38 di Stefano Severi   vedi letture
United Snakes of America

1. Ok, questa volta hanno vinto loro, le vedove degli amerikani: il pareggio contro l’Imolese è decisamente deludente (almeno dal punto di vista del punteggio).

2. Ok, questa volta la vittoria è schiacciante per le vedove degli amerikani: pareggiare contro l’Imolese davanti a poco più di duemila spettatori è umiliante.

3. Certo, se gli americani avessero già comprato il Cesena, le biglietterie del Centro Coordinamento non avrebbero chiuso un’ora e mezza prima della partita bensì sarebbero state aperte fino a sera e la gente avrebbe fatto la fila per acquistare i tagliandi anche oltre il triplice fischio.

4.Certo, se gli americani avessero già comprato il Cesena, Viali avrebbe letto bene lo schema “da scatola a scatola” dell’Imolese e avrebbe vinto facile (roba da Manuale delle Giovani Marmotte).

5. Ok, adesso siamo seri: per quanto tempo dobbiamo andare avanti piangendoci addosso e dicendo che fa tutto schifo così com’è?

6. Questo Cesena è un cantiere apertissimo, roba che il viadotto Kennedy sembra quasi terminato in orario, al confronto. E Viali e Zebi, per difendere il cantiere, hanno meno forza comunicativa di Lattuca e Castorri.

7. Viali sta costruendo qualcosa con innesti ricevuti relativamente tardi – sì, questo è un lascito delle vicende estive – e, rispetto alla scorsa stagione, sta provando un nuovo modulo.

8. Ad oggi sembra che il 4-4-2 sia la causa di tutti i mali e che, tornando al 4-3-3, il Cesena sia costretto necessariamente a trasformarsi in quella macchina da gol vista lo scorso inverno.

9. Sia chiaro: i tifosi, sia dal vivo che sul web, hanno diritto a protestare, fischiare e contestare. Si tratta di un diritto inalienabile. Ma solo dei tifosi, non degli "stakeholders", per usare un termine da boomer.

10. Intanto si cerca di recuperare i tifosi. La società è al lavoro da tempo: un primo passo sarà la partenza dei mini abbonamenti, quindi il governo sarà chiamato a fare la propria parte. Nell’agenda del governo c’è già l’innalzamento della capienza degli impianti al 70% ed il rilassamento di alcune regole: se così fosse, e se questo dovesse accadere già nel girone di andata, ci sarebbero buone possibilità di tornare a vedere la Curva Mare piena. E visto che l’entusiasmo parte da quel settore, tutto l’Orogel Stadium tornerebbe a vivere.