EMILIA CONTRO ROMAGNA Maledetta pressione, benedetta passione

Le 'ricche' Modena e Reggiana fanno davvero paura. Ma il 'povero' Cesena ha un'arma in più da giocarsi in questa folle corsa verso la B diretta. Arbitri permettendo, ovviamente
09.11.2021 10:03 di Flavio Bertozzi   vedi letture
EMILIA CONTRO ROMAGNA Maledetta pressione, benedetta passione
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Vero, siamo solo il 9 novembre. Ma la classifica parla già chiaro, chiarissimo: salvo improbabili terremoti o tsunami devastanti, l'ambizioso Pescara (sprofondato, dopo il ko patito ieri sera al Manuzzi, a -11 dalla vetta) dovrà accontentarsi dei play-off. A quota venti punti, assieme agli abruzzesi, ci sono poi Siena ed Ancona: anche per senesi e dorici, la promozione diretta, fa ormai già rima con utopia. Visto e considerato il fatto che anche l'altra superbig del girone - leggasi Virtus Entella - è attardatissima (p.19), dopo appena 13 giornate il quadro della situazione appare già fin troppo chiaro: il prossimo aprile, ad assicurarsi l'ambito pass diretto per la cadetteria, sarà una squadra romagnola o una squadra emiliana.

IL DIESEL MODENA - Reggiana, Cesena, Modena : ecco dunque l'inedita triade che sta letteralmente incendiando il girone B. Lassù in vetta, al momento, c'è la Reggiana di Diana (p.31): squadra forte, attrezzata, compatta, cazzuta  infarcita di big, ancora imbattuta. A -3 dai granata ecco poi il sempre più sorprendente Cesena di Viali. Che segna molto meno della Regia (16 gol contro 25), ma che allo stesso tempo ha la miglior difesa del raggruppamento (5; seconda miglior retroguardia dell'intera C dopo quella del Sudtirol). Inutile sottolinearlo: la sfida di domenica prossima al Mapei Stadium tra prima e seconda della classe promette già scintille. E non soltanto perché, sinora, Bortolussi & friends fuori casa hanno fatto faville. Tornando alla classifica, un punto sotto il Cavalluccio ecco che troviamo il Modena guidato dal califfo Tesser. Modena che, dopo uno start di stagione sottotono e gonfio di malumori, ha ingranato le marce alte. Anzi, altissime (5 vittorie nelle ultime 5 gare). Adesso, i canarini, fanno davvero paura. Anzi, di più. Sono proprio loro i veri favoriti per il primo posto? Probabile.

PIERO CHIAMBRETTI - La 'povera' Romagna che sfida la 'ricca' Emilia, dunque: la guerra in...famiglia è (forse) appena iniziata. E tra tanti dubbi e svariate incognite, c'è già anche una grande certezza. Modena e Reggiana, per tanti motivi (anche) economici, non possono assolutamente fallire l'assalto alla Serie B. Il Cesena, invece, sì. Perché come diceva il mitico Piero Chiambretti in un Festival di Sanremo ormai impolverato dal tempo 'Comunque vada sarà un successo'. Dunque, in riva al Savio, che nessuno si azzardi a tirare fuori ancora il solito noioso e stucchevole discorso della pressione. La pressione (quella vera, quella pesante, quella pericolosa, quella malsana, quella che non ti fa dormire la notte) a Cesena non c'è. O è davvero minima. Soprattutto in questo momento. A Reggio Emilia e Modena, fidatevi di me, su questo fronte sono invece messi peggio. Molto peggio. Non è una differenza da poco. Meditate gente, meditate. E ripetete con me: il Cesena è più debole di Modena e Reggiana ma (forse) potrà lottare sino alla fine per la promozione diretta. Arbitri permettendo, ovviamente.

PS: Quelli che...gli è tornata la passione. E domenica vogliono invadere Reggio Emilia