Le pagelle di Perugia-Cesena | Non chiamatela fortuna

I bianconeri si impongono in casa di una delle favorite alla vittoria del campionato con una prova autorevole.
08.10.2020 23:15 di Bruno Rosati   Vedi letture
© foto di Francesco Di Leonforte/TuttoCesena.it
Le pagelle di Perugia-Cesena | Non chiamatela fortuna

Satalino 6,5 Murano lo infila da due passi e non può farci niente. Fa invece ottima guardia su Bianchimano che gli si trova a tu per tu. Da rivedere alcune uscite ma nel complesso riesce a dare fiducia alla linea dei quattro difensori.

Longo 6,5 Ottimo esordio per il terzino destro, sempre puntuale nelle chiusure e altresì sempre presente a supporto dell’azione offensiva. Sostituito per preservarlo in vista di domenica. (Dal 60' Gonnelli 6,5 Entra in partita silenziosamente. Con il Cesena in vantaggio inizia a fare due sole cose e le fa implacabilmente bene: anticipo di testa sulla punta e rinvio ‘alla cieca’ del pallone. Serviva sostanza dietro, sembra sia arrivata.)

Ricci 6 Mezzo voto in meno perché in occasione della rete del Grifo prima scivola e sul pallone vagante che taglia in due l’area si perde la marcatura su Murano. Garanzia di nervi saldi nel finale.

Ciofi 6,5 Impreciso pure lui nella circostanza del momentaneo vantaggio dei padroni di casa. Si riscatta nella ripresa e, soprattutto, nel finale dove si adatta sulla corsia destra occludendo ogni spazio agli esterni perugini.

Favale 6 Butta il pallone in avanti affidandosi al caso anche quando avrebbe tutto il tempo per giocarlo su un compagno. Ineccepibile invece in fase difensiva.

Capellini 6 Primo tempo insufficiente, continua a perdere palloni e scialacquare ipotetiche ripartenze. Con la sua caparbietà si riscatta però nella ripresa, giocando con maggiore precisione. Si immola sul pallone del possibile 2 a 2. (Dal 71' Steffè 6 Si presenta con un tiro ‘alla Capellini’ e non per tutti gli spettatori questo è un bel biglietto da visita… Aiuta a dare ordine, facendo sì che il finale non diventi convulso.)

Petermann 6,5 Regia non troppo elaborata, affida le verticalizzazioni ai due centrali della difesa. I corner li calcia corti ma sulle punizioni è letale: in un’occasione chiama Fulignati alla parata della serata, nella seconda Murano fa autorete. Non serve chiedere altro.

Collocolo 7 Peccato per quel gol mangiato in avvio. Partita di grande personalità al cospetto di avversari più esperti e blasonati. Non fa mai mancare il proprio contributo negli ultimi venti metri.

Bortolussi 6 Nella prima frazione del tutto estraniato dal gioco. Vero accentratore nella ripresa, per quanto non gli venga confezionata una chance per segnare. L’intesa con Caturano si sta pian piano affinando. (Dal 77' Sala 6 Preziosissimo durante gli ultimi minuti, non manca mai di portare pressing alto)

Caturano 7,5 Partita da capitano vero. Si fionda come un falco sul retropassaggio sbadato di Angella, annullando istantaneamente gli effetti del gol perugino. Ripiega costantemente a portar via la sfera dai piedi avversari persino nella propria trequarti. Mezzo voto in meno per l’eccessiva avventatezza in determinati frangenti.

Russini 5 La nota stonata della serata. Falloso, lento nel servire i compagni, inconcludente. Non crea superiorità numerica, perde palloni potenzialmente sanguinosi. Il Cesena va in vantaggio per un’autorete, sì. Ma è dalla sua uscita dal campo che i bianconeri confezionano le migliori occasioni. (Dal 60' Zecca 6 Calcia in bocca a Fulignati, mancando il 3 a 1, ma Caturano avrebbe dovuto servirlo prima. Supera sistematicamente Rosi, ha buona gamba e sa dialogare con i compagni. E se la sua mancata cessione si rivelasse un valore aggiunto?)

Viali 7 Il suo collega che siede sulla panchina avversaria il giorno prima aveva dichiarato senza tanti fronzoli di voler vincere il campionato. Da netto sfavorito, il suo Cesena si prende lo scalpo di una corazzata. La squadra lo segue e inizia a verticalizzare come chiede lui, sebbene con risultati alterni. Bella risposta alle parole maliziose rivolte a lui in settimana da parte dei soliti sapienti ‘maestri di calcio’.

Cesena FC 7,5 Era necessario ma non scontato portare a casa almeno un punto, il Cesena esce dal Curi con una vittoria autorevole concedendo solo il possesso palla al Perugia. Ottima prova di carattere.