Le pagelle di Legnago-Cesena | Cristallo fra le intemperie.

Una perla di Capanni consegna tre punti d’oro al Cavalluccio.
05.12.2020 17:40 di Bruno Rosati   vedi letture
Le pagelle di Legnago-Cesena | Cristallo fra le intemperie.
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Francesco Di Leonforte/TuttoCesena.it

Nardi 6,5 Salva il risultato sulla gran botta da distanza ravvicinata di Morselli nel finale del primo tempo. Si ostina a calciare lungo quando l’indicazione è quella di giocare la palla il più possibile. Alla fine ha ragione lui.

Ciofi 6 Fa buona guardia su Ricciardi e Luppi, va meno bene quando Morselli svaria sul suo lato. Quella prateria lasciata negli ultimi sgoccioli di gara poteva costare caro…

Gonnelli 6,5 Testa totemica pronta ad intercettare ogni pallone fluttuante tra le nubi cariche d’acqua. Ottimo nel comandare i disimpegni sul pressing alto del Legnago.

Maddaloni 6 Rolfini è più veloce di lui, capisce di dover giocare duro. Se la cava con le cattive.

Favale 6,5 Sfodera traversoni a ripetizione, anche se i cross dalla trequarti sono bei regali natalizi per la difesa di casa. Non rischia nulla in copertura, sempre presente durante la fase offensiva.

Ardizzone 6 Con Steffè in regia, l’impostazione della manovra passa a lui. Sempre abile nel controllare e giocare il pallone nonostante il diluvio. Mezzo voto in meno per la facile occasione sciupata al novantesimo.

Steffè 6,5 Posizionato davanti alla difesa per ‘assorbire’ il loro trequartista, gestisce la sfera in maniera sempre ordinata. Soffoca sul nascere ogni possibile ripartenza dei veronesi, sradicando palloni anche nella metà campo avversaria. (Dall’85' Capellini S.V. Talismano. Entra e il Cesena segna. “Coincidenze? Io non credo”.)

Collocolo 5 Pecca di quel dinamismo che spetterebbe lui fornire all’undici iniziale. Debole quando c’è da andare a contrasto, perde pure molti palloni in uscita. (Dal 59' Petermann 6,5 Controlli non sempre efficaci ma è un dato di fatto che dal suo ingresso il Cesena inizia a farsi pericoloso sui calci piazzati.)

Russini 6 Giornata infame. Campo pesante e acqua a secchiate. Il peggio che si possa immaginare per un funambolo abile nel dribbling sullo stretto. Si spende tantissimo nel contenere la velocità di Zanoli, il gol rimane una chimera. (Dal 77' Capanni 7,5 Piglio giusto sin dall’entrata in campo, mordicchia la retroguardia albiceleste sino a trovare l’istante in cui azzannarla. Angolare quel pallone e contemporaneamente tenerlo basso è un gesto tecnico dal coefficiente di difficoltà estremo. Gol da cineteca.)

Bortolussi 6 Si traveste da rifinitore nei minuti iniziali, salvo poi rimanere isolato mentre le lancette scorrono. Trova maggiore supporto con l’aggiunta di Nanni al reparto avanzato. Sempre presente.

Koffi 6 Discontinuo. Si accende solo a tratti ma confeziona alcuni buoni assist non sfruttati a dovere dai compagni. Timido nel cercare la conclusione personale. (Dal 59' Nanni 6 Il suo ingresso costringe il Legnago ad arretrare il proprio baricentro di almeno una ventina di metri. Quasi sempre vincente nei duelli aerei però poco cercato in area. Un novello Milan Djuric.)

Mister Viali 6,5 Piuttosto spazientito nel vedere la squadra cercare il lancio lungo quando lui vorrebbe invece maggior giropalla. Poco incline a comprendere le difficoltà dei suoi ragazzi nel dover adattarsi ad un terreno impregnato d’acqua. La vittoria arriva a seguito di un calcio di punizione sparato in avanti da Nardi. Però ha indovinato tutti i cambi!

Cesena FC 6,5 La supremazia netta espressa nella ripresa doveva venir capitalizzata prima. Vittoria che giunge quando ormai il pomeriggio è stato battezzato come giornata senza emozioni. Ma crederci fino all’ultimo è l’a-b-c di una grande squadra.