Il rammarico di Viali: "Gira male, ma mi han detto che il gol era regolare"

07.03.2021 18:00 di Stefano Severi   vedi letture
Il rammarico di Viali: "Gira male, ma mi han detto che il gol era regolare"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Francesco Di Leonforte/TuttoCesena.it

Circa trenta minuti il triplice fischio dell’Orogel Stadium a William Viali spetta l’ingrato compito di raccontare la seconda sconfitta consecutiva in quattro giorni. Debacle che inevitabilmente finirà per attirare le critiche di quelli sempre bravi a raccontare e sottolineare i motivi, e i colpevoli, di ogni passo falso. “Io però non alleno critici sportivi – ribatte orgoglioso il tecnico bianconero – noi dobbiamo rimanere tutti positivi e quello che succederà domani in relazione alla sconfitta odierna non deve essere affar nostro. Chi vuol fare questo mestiere sa come funzionano le cose: certo, poi oggi i giocatori avevano tutte le attenuanti del mondo”.

Postumi da covid. “Io mi preoccupo di rigenerare la condizione fisica dei giocatori  - prosegue Viali – dopo il covid siamo in una situazione in cui dobbiamo valutare di volta in volta lo stato di forma dei ragazzi. Ci manca una vera preparazione per poter ripartire dopo quello stop, e oggi si è visto. Purtroppo, visto che si gioca sempre, ci mancano gli allenamenti per ritrovare la condizione: dovremo ottenerla giocando”.

Cambi obbligati.Quando gli avversari giocano per non lasciarti giocare è chiaro che sei più lento – spiega in risposta all’inevitabile dito puntato sul centrocampo oggi privo di Di Gennaro anche se nel primo tempo abbiamo creato 3-4 occasioni di grande qualità. Nell’ultima mezz’ora ci sarebbe servita ancora più qualità, ma quella ce la poteva dare solo Russini che era esausto a fine primo tempo: ricordiamo che dopo il covid lui le ha giocate praticamente tutte. Stesso discorso per Longo che nell’intervallo di ha detto di avere ancora al massimo 10 minuti di autonomia. I cambi sono stati obbligati, se avessi potuto avrei rimesso ancora tutti gli esterni a disposizione”.

Gol annullato. “Questa sconfitta rompe le scatole – commenta Viali – anche se poi alla fine finiamo per farci condizionare dal risultato. Se c’era una squadra che nel primo tempo meritava il vantaggio quella eravamo noi, poi invece ha fatto gol la Vis Pesaro e loro si sono abbassati di altri dieci metri. Mi dà fastidio il secondo gol nel finale che ci ha impedito di giocarcela fino all’ultimo, anche se prima avevamo fatto un gol che tutti mi dicono essere regolare. Ma è un momento in cui gira così, anche gli episodi sono sfavorevoli: non dobbiamo piangerci addosso e al contrario rimanere lucidi”.

Unico lato positivo.In tutto questo c’è anche una buona notizia – chiosa il tecnico lombardo – ovvero la prestazione di Caturano che ha fornito anche l’assist per il gol, poi annullato, di Bortolussi. Chi recupero per Perugia? Sicuramente Zecca dalla squalifica, mentre valuteremo la situazione di Di Gennaro. Da un lato il giocatore è tranquillo perché l’esame strumentale ha escluso complicazioni, dall’altro continua ad accusare dolore. Dato il poco tempo a disposizione non credo di poter recuperare altri giocatori”.