A Viali resta il "rammarico per quello che avremmo potuto fare"

03.04.2021 21:57 di Stefano Severi   Vedi letture
© foto di Francesco Di Leonforte/TuttoCesena.it
A Viali resta il "rammarico per quello che avremmo potuto fare"

Forse non è ancora un addio – in caso di play-off sia Viali che Zebi si vedrebbero rinnovare e ritoccare il contratto - ma il post Cesena-Mantova non è quello di una partita qualunque. Il rammarico trapela dagli William Viali in sala stampa. Non tanto per il pareggio odierno, quanto per l’andamento di un campionato stravolto per il covid. Con conseguenze sia atletiche che mentali su un gruppo che nell’ultimo mese ha disputato ben 9 partite. “Resta l’amaro in bocca – spiega il tecnico – perché nel girone di ritorno la squadra era molto migliorata rispetto all’andata in termini di coraggio e di capacità di gestione della partita. Resta il rammarico di non aver potuto spingere a fondo nel momento migliore. Quello che sarebbe potuto succedere è un pensiero che tutt’ora mi stimola”. 

Ciò che sarebbe potuto essere e non è stato: sembra una novella di Dickens, è invece il presente bianconero. Ma non è ancora il momento per lasciarsi: c’è un posto nei play-off ancora da conquistare e, tra pochi giorni, un crocevia importantissimo per il finale di stagione a Ravenna. “Avremo l’occasione per compiere un balzo in avanti – commenta viali – dopodiché avremo finito con i turni infrasettimanali e spero di recuperare anche un po’ di energie. Dobbiamo resistere ancora una settimana e non lasciarci sfuggire la ghiotta occasione, pur con il dovuto rispetto per gli avversari, di fare punti mentre le nostre dirette avversarie non giocheranno”.

Tra recuperi e psicologia.Non voglio sbilanciarmi su chi rientrerà – prosegue William Viali – ma la buona notizia è che gli esami strumentali hanno evidenziato l’assenza di problemi muscolari per Collocolo. Cosa gli sia successo non lo so: forse un contraccolpo psicologico, visto che ormai è facile farsi condizionare dalla situazione visti i tanti infortuni, ma a livello muscolare è ok. Poi Di Gennaro è a buon punto, si sta allenando bene, ma prima di utilizzarlo dovremmo naturalmente fare un’opportuna valutazione con lo staff medico".  

Sul Mantova. Infine il commento sul pareggio che, a fronte dei temi trattati in precedenza, passa quasi in secondo piano. “Oggi siamo stati poco lucidi negli ultimi 25 metri – chiosa il tecnico dei bianconeri – abbiamo fatto un’ottima fase difensiva ma non siamo stati frizzanti davanti. Visto il nostro stato di forma oggi, per la prestazione poco lucida, sono soddisfatto per essere sempre riuscito a restare in partita. Loro restavano bassi e noi contro questo tipo di squadre facciamo fatica a scardinare le difese”.