Le pagelle di Gubbio-Cesena | Però in Umbria non si giocherà più

Rischiano tanto i bianconeri ma trovano tre punti fondamentali che allontanano gli strascichi della brutta sconfitta interna contro la Feralpisalò.
18.10.2020 17:45 di Bruno Rosati   Vedi letture
Le pagelle di Gubbio-Cesena | Però in Umbria non si giocherà più

Satalino 5 Piantato sulla riga della porta. Esce pochissimo e, quando lo fa, si rimpiange non sia rimasto fra i pali. Graziato due volte dai legni centrati da Pasquato, regala il pareggio a Malaccari. Poteva costare due punti preziosi, se la cava dovendo solo pagare una cena a Bortolussi.

Longo 6 Non è facile imbrigliare Pasquato e infatti non sempre gli riesce. Sceglie saggiamente di spingersi poco in avanti e di pericoli veri non ne fa correre. Tanto basta. (Dal 70' Ricci 6 Qualche incomprensione con il portiere ma di chi è la colpa? Risparmiato in vista del Fano, si spera, disputa venticinque minuti senza patemi.)

Ciofi 6,5 Pesante l’ingenuità su Pellegrini: rischia grosso sgambettandolo stizzito. Se la cava con la sola ammonizione e dà il via al gol del definitivo 2 a 1. In stato di grazia se posizionato sulla fascia destra.

Gonnelli 6,5 La sua testa si erge a baluardo respingente di tutti i traversoni che piovono nel cuore dell’area. Granitico.

Favale 6 Fa buona guardia nel proprio settore di competenza. La battuta degli angoli a volte è rivedibile ma in alcuni frangenti sa anche farsi apprezzare. Mezzo voto in meno per essersi perso Malaccari sulla rete del momentaneo pareggio.

Steffè 6,5 Quasi la mette dentro sulla respinta del rigore, se non fosse per il prodigio di Cucchietti che gli nega il gol. Sfodera un bell’assist per Collocolo. Ineccepibile in fase di interdizione. (Dal 69' Capellini 5 Nel dubbio la gamba la mette sempre, anche a costo di farsi fischiare fallo per gioco pericoloso. Già l’anno scorso aveva rischiato di farsi espellere qui a Gubbio, ci riesce quest’anno anche se a partita conclusa… Battute a parte, rosso totalmente evitabile, priva il Cavalluccio di una preziosa pedina per i prossimi incontri ravvicinati.)

Petermann 6 Tanta personalità nelle uscite palla al piede anche quando attorniato da quattro o cinque avversari. Non riesce però a sfoderare passaggi illuminanti dalla trequarti in su.

Collocolo 7 Attaccante aggiunto per tutti i novanta minuti. Imbeccato da Steffè, non si fa sopraffare dalla tentazione di sparare una fucilita e trova un intelligente pallonetto che beffa Cucchietti.

Bortolussi 6,5 Primo tempo di sacrificio, ripresa da fantasma. Con il passare dei minuti sembra sparire dal campo a tal punto che a dimenticarsene sono gli stessi difensori eugubini. Opportunista alla ‘Peter Pan Rodríguez’, ma cosa vogliamo di più dalla vita?

Caturano 5 Tre infortuni muscolari similari fra loro nell’arco di un anno solare in cui non si è praticamente mai giocato. Decisamente troppi per colui che dovrebbe essere capitano, cuore e anima della squadra. Voto elargito più che altro per l’esecuzione dagli undici metri. Speriamo si riprenda presto. (Dal 28' Nanni 6 Cerca di giocare di sponda ma per lo più non gli riesce. Azione di disturbo sui difensori fondamentale sul 2 a 1 firmato da Bortolussi.)

Russini 7 Ritrovato. Fa ammattire la retroguardia di casa che si trova costretta a ricorrere al fallo sistematico. Pericoloso sia su calcio da fermo, sia quando riesce ad accentrarsi. Dona vivacità ad una gara altrimenti spenta. (Dal 79' Capanni S.V.)

Viali 6,5 In settimana i soliti noti conoscitori di calcio hanno provato a tirargli le orecchie. Imperturbabile a critiche spesso e volentieri campate per aria, continua il suo percorso eccellente in trasferta facendo l’en plein in Umbria. Adesso è giunto il momento di vincere anche al Manuzzi.

Cesena FC 6 Minimo sindacale o poco più contro quello che era un avversario inferiore sulla carta e tale si è rivelato anche in campo. Visto quanto accaduto nei minuti finali contro la Feralpi però i tre punti sono quel toccasana che ci voleva proprio per recuperare serenità.