Le pagelle di Cesena-Alessandria | Brambilla uomo-ovunque. Ferrante: che arcobaleno!

I bianconeri nella ripresa annichiliscono la formazione piemontese: troppo ampio il divario tra le due compagini. Bianconeri sempre a ridosso della vetta.
17.12.2022 17:00 di Giacomo Giunchi   vedi letture
Le pagelle di Cesena-Alessandria | Brambilla uomo-ovunque. Ferrante: che arcobaleno!

Tozzo 6,5 Partita tranquilla la sua, nella quale si fa comunque trovare sempre sull’attenti nelle uscite. Intuisce con successo ma non intercetta in pieno il rigore di Martignago, andando vicino al clamoroso secondo penalty consecutivo parato.

Ciofi 6,5 Deciso e puntuale negli interventi, non si fa mai prendere alla sprovvista dalle avanzate piemontesi. La poca spinta avversaria gli consente anche qualche sgroppata in avanti delle sue. (Dall’82' Celiento S.V.)

Prestia 7,5 Dopo l’assist di Pesaro decide di sbloccarsi in campionato proprio contro la sua ex squadra, infilando di testa su corner sotto la Curva Mare. Ormai è quasi superfluo ribadire la confermata supremazia in retroguardia. Cuore immenso: dopo il fischio finale va a consolare i suoi ex tifosi, segno di un legame tutt’altro che reciso. Valori d’altri tempi!

Mercadante 6,5 Spostato sull’esterno dopo un primo tempo di tutto rispetto, irrobustisce la fascia con tanta foga e sostanza. Mariolino il trattorino.

Zecca 7,5 Fondamentale con una punizione guadagnata e con un contrasto vinto in area nei primi due gol bianconeri. Questo e tanta corsa e solidità dietro lo fanno inevitabilmente salire nelle gerarchie di Toscano. (Dal 73' Albertini 6 Qualche guizzo e qualche tentativo di sfondamento a risultato già in cassaforte.)

Brambilla 7,5 Solido e lottatore in mezzo al campo ma anche propositivo e assist-man sull’1-0 bianconero. Più arretrato nel secondo tempo, più volte toglie le castagne dal fuoco ai suoi. Tocca un’infinità di palloni. Decisamente la miglior sorpresa di questo fine 2022.

Bianchi 7 Alla faccia del “poco utile alla manovra”, è tra i più attivi dei suoi in avanti, con continue incursioni e tiro dal limite che per poco non si trasformano in gol. Con un compagno in mezzo al campo che lo libera dai compiti difensivi è un altro giocatore.

Adamo 5 Tra i meno in mostra della prima frazione, conclude in malo modo la sua partita causando ingenuamente il rigore del pareggio avversario. (Dal 46' Coccolo 6,5 Si piazza con successo in retroguardia, venendo in verità chiamato ben poco in causa. Decisivo nel gol che chiude i conti, dove in avvitamento imbecca perfettamente Corazza.)

Chiarello 5,5 Poco ispirato e fuori dal gioco corale del Cavalluccio, si intestardisce e non fa nulla per inserirsi a dovere nella manovra. Non farà ritorno in campo alla ripresa. (Dal 46' S. Shpendi 6,5 Si muove bene in area, provando e trovando più volte il tiro che però non entra in porta.)

Ferrante 7,5 Fa sempre tutto bene ma proprio non riesce a trovare il gol. Capisce che forse è il caso di cambiare approccio, e così trae spunto dal mancino del suo idolo Messi per infilarla a giro sotto l’incrocio. Le continue sportellate con gli avversari si rivelano sempre utili alla manovra.

Corazza 7 Agisce bene di sponda e fa salire a dovere i suoi, poi però decide che è ora di segnare, e da due passi punisce senza pietà la sua ex squadra, esultando davanti alla curva ospiti. Ancora una volta fondamentale nei calci da fermo. (Dal 68' C. Shpendi 6 Esibisce da subito tanta voglia di fare, forse troppa, che gli costa qualche imprecisione. Sempre pronto a portare pressing sui palleggiatori avversari.)

mister Toscano 7,5 Con personalità dà fiducia a Brambilla e Zecca, che lo ripagano appieno con due prestazioni da applausi. Severo nei cambi di Adamo e Chiarello, decisamente in ombra nel primo tempo, ma i cambi sono ancora una volta indovinati. È bravo a far rimanere sul pezzo i suoi anche nella ripresa, cogliendo perfettamente l’anticipato campanello d’allarme.

Cesena FC 7,5 Contro un’avversaria quasi scoraggiata, i bianconeri conducono la gara per tutti i novanta minuti, dimostrandosi più forti anche dell’imprevisto pareggio, arrivato in maniera estemporanea solo per una serie congiunture. Ciò consente al Cavalluccio di reagire al meglio, mettendo in mostra decisamente un altro passo e schiacciando gli avversari. Prova di ulteriore maturità rispetto a quanto visto con il San Donato Tavarnelle.