Le pagelle del Südtirol | Quel che Poluzzi crea, Greco distrugge

Gli altoatesini restano in vetta alla classifica per merito del loro portiere. Tuttavia Greco fallisce la chance per l’allungo.
09.01.2021 18:00 di Giacomo Giunchi   Vedi letture
© foto di FC Südtirol
Le pagelle del Südtirol | Quel che Poluzzi crea, Greco distrugge

Poluzzi 8 MVP assoluto della partita; salva il risultato ai suoi per ben 3 volte. Para il rigore a Bortolussi, esegue una gran parata su uno scatenato Favale e compie un salvataggio miracoloso a otto minuti dalla fine su Nanni. Inoltre si dimostra sempre preciso e sicuro sulle uscite.

El Kaouakibi 5,5 L’arbitro lo grazia non segnalando un rigore causato dal giocatore stesso per una trattenuta di maglia. Per il resto della partita si mette in mostra quasi esclusivamente in difesa, alternando buoni interventi a momenti di difficoltà su Russini e Bortolussi.

Polak 5  Partita non brillante quella del difensore ceco. A parte qualche buon intervento di testa, causa il rigore che poteva compromettere la partita ai suoi, oltre che a soffrire spesso la velocità di Russini.

Vinetot 5,5  Si dimostra attento, e tiene tutto sommato bene a bada, il reparto offensivo bianconero. A volte un po’ troppo passivo.

Fabbri 6,5 Il migliore della linea difensiva altoatesina. Esegue continui cross in mezzo e mette bei palloni per i suoi là davanti. In difesa si dimostra attento, intercettando diversi palloni e tenendo bene Zecca.

Tait 6 A parte qualche palla persa di troppo, partita sufficiente del capitano, che si dimostra spesso aggressivo, entrando bene sugli avversari, senza mai essere ammonito. Mette anche dei bei palloni in mezzo per i suoi, che non sempre riescono a sfruttare a dovere.

Gatto 6 Buoni interventi a centrocampo del classe ’94, dove esegue dei buoni recuperi di palla e dove blocca anche un paio di azioni pericolose dei cesenati. Un po’ troppo assente in fase offensiva. (dall’82' Greco 5 Entra negli ultimi dieci minuti e ha poco tempo per incidere sulla partita. Ha l’occasione a un minuto dal novantesimo, dal dischetto, e la stecca clamorosamente. Senza appello.)

Karic 5,5 Molto aggressivo e grezzo per tutta la partita, soprattutto sul cliente scomodo Russini. Potrebbe segnare su una dormita difensiva cesenate, ma non riesce a sfruttare il regalo. La sua fallosità gli varrà anche l’ammonizione e il successivo cambio. (Dal 57' Beccaro 6 Non entra male in partita, infatti esegue buoni anticipi e fa commettere fallo ai bianconeri. Prova anche qualche palla in mezzo che si rivela insidiosa.)

Casiraghi 6,5 Buona prova del trequartista altoatesino, che a parte qualche intervento difensivo non al meglio, là davanti non si dà mai per vinto, con continui palloni interessanti per gli attaccanti e con un tiro dalla lunga distanza che fa guadagnare un angolo e che per poco non sorprendeva Nardi. (Dal 57' Rover 5,5 Entra bene in partita, ma con l’avanzare del match accumula errori su errori difensivi, che potevano costare caro ai suoi.)

Magnaghi 5 Disputa una partita per nulla brillante; viene infatti chiuso bene da Maddaloni e Ciofi e quando ha la possibilità di dimostrare qualcosa si rivela spesso impreciso. (Dal 57' Odogwu 6,5 Molto meglio del compagno, infatti da una grossa mano alla manovra, facendo salire la squadra. Riesce anche a guadagnare il calcio di rigore a un minuto dalla fine che però Greco non capitalizza.)

Fischnaller 6 Bravo a fare da sponda là davanti per i suoi, inoltre mette anche molta pressione alla retroguardia romagnola. Effettua anche un paio di tiri in porta, in uno dei quali è bravo Nardi a negargli il gol. (Dal 69' Fink 5,5 Prova qualche iniziativa, a volte riesce anche a mettere in difficoltà la difesa bianconera. Prova a dare il suo contributo pure in difesa, dove però svirgola una palla che poteva rivelarsi fatale per i suoi.)

mister Vecchi 6 Esegue i cambi giusti nei momenti giusti, che danno una scossa alla squadra e permettono al Südtirol di rendersi più pericoloso nella ripresa. Ironia della sorte, da una parte fa entrare Odogwu, che si guadagna il calcio di rigore, dall’altra però fa entrare Greco, che lo stesso rigore lo sbaglia.

Südtirol 6 Gli altoatesini vedono svanire i tre punti a un minuto dalla fine, però da una parte si possono ritenere soddisfatti, soprattutto perché il Cesena li ha messi parecchio in difficoltà e ha dimostrato in varie occasioni di meritare la vittoria, non riuscendo a passare in vantaggio soprattutto per uno straordinario Poluzzi. Mantengono comunque la momentanea vetta della classifica.