“Tra di noi c’è grande empatia”. Viali smorza le voci e strizza l’occhio alla società

Il mister in vista dell’Imolese ha parlato dell’ipotetica conferma di Capellini nell’undici titolare e si è lasciato andare ad una chiosa sul suo futuro.
17.04.2021 17:30 di Giacomo Giunchi   Vedi letture
“Tra di noi c’è grande empatia”. Viali smorza le voci e strizza l’occhio alla società

Strano ma vero, ad una settimana dall’ultima volta, ci ritroviamo ad ascoltare le parole di mister Viali in occasione del match interno di domani contro l’Imolese. “Nel girone di ritorno abbiamo perso qualche punto di troppo negli scontri con le squadre che lottano per altri obiettivi. Domani potrebbe essere una partita sporca, ma non sappiamo che tipo di squadra ci troveremo davanti. Dovremo essere pronti ad adattarci a qualsiasi tipo di situazione. Mi aspetto però una squadra con le antenne belle dritte, che viene da una settimana complicata e quindi la tensione sarà altissima; è questo quello che può preoccupare di più. Su questo punto di vista non potremo sbagliare niente. Domani sarà bello scendere in campo per sostenere il progetto ‘pediatria a misura di bambino’. Un’iniziativa fantastica e importantissima, con i ricavati che saranno interamente devoluti all’ospedale Bufalini di Cesena. Poterla condire con una vittoria importante contro l’Imolese sarebbe una doppia soddisfazione. Io in ogni caso, voglio vedere un Cesena tirato, cazzuto e pronto a battagliare al di là della partita che si troverà di fronte. Rimangono tre partite importantissime per questo finale di campionato, per vedere dove possiamo arrivare in classifica”.

Successivamente, il tecnico bianconero torna brevemente sull’ottima prestazione del Cavalluccio di domenica scorsa contro la Sambenedettese, aprendo anche ad una possibile riconferma dal primo minuto di Capellini: “Domani rientra Steffè (la sua intervista è uscita proprio ieri, ndr), un giocatore per noi molto importante. Veniamo da una partita disputata da tutta la squadra in maniera straordinaria e sicuramente il centrocampo è stato ottimale; ciò mi porterà a fare una scelta soltanto nelle ultime ore. Sono sereno in entrambi i casi, perché quando capita una cosa del genere fa solo piacere ad un allenatore. Io comunque tendo a schierare chi è sulle ali dell’entusiasmo…”.
Il mister poi, fa un breve resoconto degli indisponibili: “L’acciacco a Ciofi non è improvviso; già da inizio settimana ci eravamo prefissati di arrivare alla partita contro l’Imolese senza utilizzarlo, cercando di gestirlo al meglio. Era una cosa programmata, la questione non mi spiazza. È chiaro che preferivo non si fermasse, però per fortuna il ragazzo non ha nulla di grave. Sui casi di Ardizzone, Borello e Capanni non posso esservi d’aiuto, perché sono situazioni particolari che riusciremo a capire solo nel medio-lungo termine. Non vi posso garantire la loro presenza nei playoff.

In seguito, un breve discorso sulle sensazioni riguardo al ritorno alla normalità degli allenamenti e una riflessione in ottica playoff da parte del mister bianconero. “Sicuramente, per l’abitudine che avevamo preso, è sembrata una settimana lunghissima; abbiamo cercato di spezzarla per non rischiare di ingolfarci. Il fatto di esserci abituati a preparare le partite in tre giorni, può essere un aiuto per i playoff. Purtroppo, ai tempi avevamo un numero di giocatori limitato, quindi hanno giocato quasi sempre gli stessi. Io mi auguro di arrivare ai playoff con tutta la rosa disponibile, per alternare al meglio le forze”.
William Viali si sofferma poi sull’obiettivo, ad oggi, del Cesena in campionato. “Anche nei momenti migliori, verso dicembre-gennaio, il quinto posto rimaneva comunque l’obiettivo razionale più importante da raggiungere, rispetto alle quattro grandi del campionato. Il fatto di aver passato un lungo periodo complicato e nonostante ciò avercelo ancora nel mirino, significa che la squadra ha fatto qualcosa di importante. Queste ultime tre partite dobbiamo cercare di vincerle tutte per provare ad arrivare quinti”.

In conclusione, il mister fa chiarezza sulla propria situazione rinnovo e con serenità dichiara: “Fino ad ora con la società non ho mai parlato in maniera ufficiale, però fondamentalmente tra di noi c’è grande confidenza e grande empatia. Parliamo sempre in maniera futuristica della nostra squadra. Avremo il piacere di sederci volentieri e di parlare della prossima stagione al dovuto tempo, anche perché ci sono ancora partite importantissime per il futuro del Cesena. Io i playoff li considero un’occasione importante per questa società; per me, ad oggi, la stagione finisce il 13 giugno”.