Cesena-Legnago 0-3 | Gioco. Partita. Incontro.

La diretta testuale del nostro amato Cavalluccio!
28.03.2021 14:45 di Redazione TUTTOCesena   Vedi letture
Cesena-Legnago 0-3 | Gioco. Partita. Incontro.

Cesena 0
Legnago 3

CESENA (4-3-3): Nardi; Ciofi, Ricci (27' st Munari), Gonnelli, Favale (27' st Tonetto); Steffè, Petermann (37' st Vallocchia), Capellini © (23' st Zappella); Russini, Bortolussi, Borello (1' st Sorrentino). A disp.: Fabbri, Venturini, Lepri. All.: Viali

LEGNAGO (4-3-2-1): Pizzignacco; Ricciardi, Stefanelli, Perna (27' st Pellizzari), Girgi; Antonelli, Yabre, Laurenti (11' st Bulevardi); Chakir(27' st Rolfini), Lazarevic (15' st Giacobbe); Buric(15' st Grandolfo). A disp.: Pavoni, Corvi, Bondioli, Ruggero, Zanoli, Mazzali, Morselli. All.: Colella

ARBITRO: Mario Perri di Roma 1. Assistenti: Giuseppe Trischitta di Messina e Domenico Castro di Livorno. Quarto ufficiale: Valerio Pezzopane di L’Aquila

RETI: 34' pt Buric (L), 29' st Pellizzari (L), 45' st Grandolfo (L)

Dodici indisponibili e pochissimi allenamenti: sono questi i veri "responsabili" della debacle odierna contro il Legnago. Gli ospiti si sono dimostrati una squadra organizzatissima e compatta ed hanno quindi avuto vita facile contro un Cesena fortemente condizionato. Ai ragazzi di Viali non si può rimproverare più di tanto. In campo hanno messo il cuore e lottato su ogni pallone, ma purtroppo il fisico non è riuscito a stare dietro a tutte le buone intenzioni. Unica nota lieta di giornata il debutto di Nicolò Vallocchia, anche se sarebbe stato ben più gioioso in condizioni diverse. Questa sconfitta non distrugge i sogni di una stagione a dir poco strana e, di conseguenza, ce ne faremo una ragione.

49' st Finisce ora. Cesena-Legnago 0-3

il gol: dormita generale di dietro, Grandolfo calcia bene ad incrociare e mette la palla alle spalle di Nardi

45' st Terzo gol degli ospiti

40' st Il Cesena si affaccia timidamente in area avversaria, ma il colpo di testa di Russini finisce debole a lato

37' st Ultimo cambio per i padroni di casa: esordisce Vallocchia subentrando a Petermann

27' st Doppio cambio nel Cesena: Munari e Tonetto per Ricci e Favale

il gol: dopo una ribattuta di un tiro dalla bandierina, Pellizzari si inventa un eurogol tirando al volo da casa sua

29' st Secondo gol del Legnago

27' st Ultimi cambi tra gli ospiti: Perna lascia il posto a Pellizzari e Rolfini prende quello di Chakir

23' st Secondo cambio nei bianconeri: Zappella per Capellini

15' st Doppio cambio nel Legnago: Giacobbe e Grandolfo sostituiscono Lazarevic e Buric

12' st Un tocco sbagliato di Sorrentino libera Favale al tiro, che però calcia a lato

11' st Cambio tra gli ospiti: Bulevardi rileva Laurenti

10' st Le sortite offensive del Cesena, seppur volenterose, non portano frutti

1' st Favale sfonda sulla sinistra e la mette al centro, ma Bortolussi impatta male il pallone

1' st Ricomincia ora la gara. Nel Cesena Sorrentino prende il posto di Borello. Cesena-Legnago 0-1

Pomeriggio che sta prendendo le pieghe peggiori possibili. Un Cesena rimaneggiato parte vivace ma si fa presto prendere le misure da un Legnago arcigno, bravo a chiudere gli spazi e a farsi valere nel gioco ruvido.
Gli ospiti sfiorano il vantaggio con Lazarevic e poi legittimano la loro supremazia con la rete di Buric, sulla quale non si può fare a meno di sottolineare l’enorme responsabilità di Borello (pallone perso in maniera ingenua).
La reazione bianconera passa dagli acuti solitari di Russini, purtroppo incline a perdersi sempre sul più bello.
Inevitabile l’ingresso di Sorrentino ad inizio ripresa.

46' pt Dopo un minuto di recupero termina la prima frazione. Cesena-Legnago 0-1

46' pt Lancio splendido di Ricci per Russini che però controlla male

43' pt Russini in dribbling supera mezzo Legnago, poi sbaglia al momento decisivo nel cuore dell’area

41' pt A seguito dell’ennesimo calcio d’angolo battuto male da Russini, Favale tira di sinistro ma il pallone finisce in Curva Mare

37' pt Il gioco è fermo da un minuto abbondante per un colpo accusato da Steffè

Il gol. Rinvio corto di Nardi per Ricci che gioca la palla per Borello. L’esterno calabrese si fa anticipare da Girgi che serve Buric. La punta dei veneti sfonda la rete con un bel destro a giro da fuori area.

34' pt Vantaggio del Legnago con Buric. Cesena-Legnago 0-1

31' pt Il Legnago si mangia un gol clamoroso con Ricciardi. Bianconeri fortunati

24' pt Forcing veneto: gli ospiti usufruiscono di quattro tiri dalla bandierina nel giro di pochi minuti. Il Cesena non riesce ad uscire

21' pt Rinvio di testa svirgolato da Petermann, corner anche per il Legnago

18' pt Tiro di Capellini deviato in angolo. Primo corner per i bianconeri

8' pt Incursione di Favale che scarica Borello. Il fantasista controlla e tira ma la conclusione termina a lato 

7' pt Punizione calciata da Russini, Gonnelli di testa alza troppo la mira

5' pt Ottima verticalizzazione di Steffè per Russini che salta il diretto marcatore in dribbling ma calibra male il cross

2' pt Subito traversone Legnago tagliato da destra, sul pallone non si avventa alcuna maglia ospite

1' pt Al via la trentatreesima giornata. Cesena-Legnago 0-0

“Londra può avere più denaro e Vienna più cultura; Roma può avere più storia e Parigi più stile. Ma Cesena ha il cuore più grande”. Parafrasando le parole di Fuad Alakbarov vi riassumiamo tutto quel che veramente c’è da sapere di Cesena-Legnago. Oggi il cuore conta più di tutto.
Per lasciarsi alle spalle il periodo magro di risultati ed infelice sotto il profilo dei molteplici infortuni, la truppa di Viali è chiamata ad uno sforzo ulteriore per superare un Legnago ritrovato, in salute ed in netta ripresa. L’interminabile lista di defezioni porta ad una formazione pressoché obbligata, con la panchina rimpinguata da tanti giocatori della primavera (da tenere d’occhio il promettente Vallocchia). Alla lunga lista di indisponibili si aggiunge pure Caturano (per saperne di più, trovate la notizia completa sul nostro canale Telegram).
Dove non arriveranno gambe, dovrà arrivare la testa. E se non ci arriva nemmeno la testa, si dovrà sopperire con il cuore.