Lo volete sapere perché mi sono commosso?

Anche a Pescara abbiamo potuto ammirare il ‘solito’ Cesena. Un Cesena sempre più in versione schiacciasassi. Eppure, dietro a questo 0-1 che ha abbattuto il Tabù Adriatico, c’è di più…
26.11.2023 12:20 di Flavio Bertozzi   vedi letture
Lo volete sapere perché mi sono commosso?

C’è quel fottutissimo Tabù Adriatico che cade. C’è la quarta vittoria consecutiva. C’è il quattordicesimo risultato utile consecutivo. C’è il Pescara che crolla a -15 (con una gara in più da giocare). C’è il Perugia che scivola a -10. C’è l’ennesima prestazione da urlo di Adamo, di De Rose, di Prestia. C’è l’ennesimo gol di Shpendi. Ci sono i baby Francesconi e Pieraccini che continuano a sorprendere. C’è il cassiere bianconero che – pensando alle plusvalenze che i baby di cui sopra faranno fare in futuro al Cavalluccio – si sta già sfregando le mani. C’è Toscano che non sbaglia più nulla (ok, va bene, Berti meriterebbe più spazio: ma cosa vuoi contestare a un allenatore che sinora ha messo via 36 punti sui 45 punti disponibili?). C’è l’entusiasmo del Popolo Bianconero che monta settimana dopo settimana, giorno dopo giorno, ora dopo ora, secondo dopo secondo. E poi c’è un portiere che… para. Oh, vi confesso una cosa: ieri sera, vedendo il buon Pisseri – un portiere che, sinora, in riva al Savio aveva fatto solo il compitino – fare quelle due paratone su Cangiano e Brosco, mi sono emozionato. Sì, mi sono emozionato. Di brutto. Perché era dai tempi del buon Nardi che, a Cesena, non vedevo fare due parate decisive nella stessa partita. Capire tu non puoi. Tu chiamale se vuoi. Emozioni…


PS 1: Quelli che… questa squadra è talmente forte che andrebbe su anche se avesse in porta quel gasato di Lewis Junior (o il povero Tozzo) 
PS 2: Quelli che… questa squadra è talmente forte che forse a gennaio non serve nemmeno più portarsi a casa un rinforzo (NB: anche se io, un altro difensore, per sicurezza lo prenderei…)
PS 3: Quelli che… questa squadra è talmente forte che può vincere (con la sigaretta in bocca, con un filo di gas) anche la Coppetta Italia di Serie C