Quella volta che il Cesena conquistò la Uefa col training autogeno

19.01.2021 22:12 di Redazione TUTTOCesena   Vedi letture
Quella volta che il Cesena conquistò la Uefa col training autogeno

Nuovo appuntamento con la rubrica del nostro storico Marzio Magnani che oggi ci parla del training autogeno del dottor Mario Magni.

Il dotto Mario Magni (nella foto esclusiva di TuttoCesena) affiancò l'allenatore Pippo Marchioro per tutto il campionato 1975/76: questo fantastico campionato anche grazie a queste pratiche è ancora ammantato da un velo di mistero. Il training autogeno (TA) è una tecnica di rilassamento di interesse psicofisiologico, usata in ambito clinico nella gestione dello stress e delle emozioni, e nei disturbi psicosomatici. Viene impiegata anche in altri ambiti quali lo sport e, in generale, in tutte quelle situazioni che richiedono il raggiungimento di un alto livello di concentrazione mentale.

I miei ricordi a distanza di così tanto tempo sono vaghi, ma il Cesena era sulla bocca di tutto il mondo calcistico: ci fu anche un servizio sul training autogeno cesenate in una trasmissione RAI e tutti i giornali ne parlarono. Quelli non locali anche con un certo sarcasmo soprattutto nei primi mesi poi, con la squadra che faceva benissimo, si dovettero ricredere, e dal sarcasmo si passò alla curiosità e al rispetto verso questo professore e alla squadra tutta.

Ho chiesto a capitan Ceccarelli cosa ricordasse: "Facevamo a gruppi di tre tecnica di rilassamento, stesi sul lettino e lui che ci parlava; poi passava all'altro braccio. Poi così anche per le gambe. Una tecnica di rilassamento che ti sgombrava la mente e ti faceva recuperare le forze - mi ha raccontato Ceccarelli - lo facevamo un paio di volte la settimana e prima della partita. Non partecipavano tutti, più o meno la metà di noi. Dopo questa parentesi con il cambio allenatore abbiamo smesso, mi sembra che Magni dovette andare fuori Cesena per un po'. Io ci credevo perché in fondo non erano le solite flebo per disintossicare il fisico ma semplicemente agiva sulla psiche. Devo dire che io ne traevo beneficio in termini di rilassamento e recupero anche mentale. Molti lo facevano, qualcuno sghignazzava e non lo prendeva sul serio e non avevano il beneficio dovuto".