“Io sono un cesenate puro, voglio molto bene alla mia città”

Parole come musica del presidente Dino Manuzzi, orgoglioso di aver portato il Cesena in serie A.
18.04.2020 10:00 di Redazione TUTTOCesena   Vedi letture
“Io sono un cesenate puro, voglio molto bene alla mia città”

Ottava puntata della nostra ‘disco-rubrica’. Nell’episodio precedente vi abbiamo proposto un parallelismo tra quanto accaduto nel febbraio del 1973 e nel giugno del 2004, di come il Cavalluccio riesca a beneficiarne quando si accendono gli animi in campo. Oggi torniamo ‘teneroni’: dopo baruffe e tafferugli, proviamo ad allietare la vostra quarantena con le parole al miele del presidente Dino Manuzzi nei confronti della squadra e di tutta la città di Cesena.

Il primo presidente a condurre i bianconeri nella massima categoria racconta di come sia stato possibile compiere questa scalata e cosa abbia significato tutto ciò per la sua persona. “La mia soddisfazione è quella di vedere i miei cesenati, i miei romagnoli, tutti insieme”. E non ci si ferma certo qui: “Mi dà tanto orgoglio leggere ogni settimana dei romagnoli che sono all’estero e scrivono”. Non era ancora il tempo di sostenere, come invece qualcun altro fece in seguito, che chi scrive dall’estero ‘si accredita di una conoscenza calcistica che assolutamente non ha’ (citazione doverosa).

Manuzzi continua: “Noi non trascuriamo una lettera. Per me è un grande orgoglio perché so cosa vuol dire essere fuori di casa”
Non diciamo altro perché sarebbe in ogni caso altamente riduttivo. Vi invitiamo ad ascoltare in prima persona le parole del presidente a questo link, sul nostro canale Telegram.


Prodotto da Giorgio Cajati, realizzato da Giorgio Contarini. Studio di registrazione Fonostereorama Equipe Dischi, Milano.
Gentilmente offerto dall’archivio privato della famiglia Rosati.