Jon Klinsmann e l’investitore californiano: mercato e non solo...

Il nuovo portiere del Cesena è un arrivo che non ha una reale motivazione tecnica, semplicemente il Cesena è sempre più made in Usa
21.01.2024 09:20 di Gian Piero Travini   vedi letture
Jon Klinsmann
Jon Klinsmann
© foto di MLS

Cesena. Portiere. Figlio Di.
Film già visto.
O forse no.

Jonathan Klinsmann, figlio della ‘Pantegana bionda’ Jürgen, ha 26 anni, il doppio passaporto tedesco-americano, ed è arrivato a Cesena come terzo / quarto portiere. “Ma non entrerà nelle dinamiche titolare-riserva” assicurano dall’entourage tecnico bianconero. Anzi, darà sicurezza a Nicola Campedelli di poter disporre serenamente del parco portieri per la Primavera senza doverli necessariamente ‘prestare’ a Toscano.

Nella sua carriera è ‘buio’ sia all’Herta Berlin che al San Gallo, ma negli Usa ai Los Angeles Galaxy si fa vedere: in quattro anni 27 presenze e 47 gol. Svincolato, eccolo in riva al Savio. Fa parte della scuderia di Octagon, come Curry e Adebayo in NBA, Fraser in MLS e Nazionale Usa e l'astro nascente del baseball dei Seattle Marines Julio Rodríguez. E come il calciatore Gianluca Busio, alla terza stagione a Venezia e l’ala canadese Tajon Buchanan, da inizio mese all’Inter.

La presenza di Klinsmann jr. apre anche scenari diversi. Non c’è un reale motivo tecnico per il suo arrivo a gennaio - Pisseri è diventato una certezza strada facendo e Siano è un prospetto tra i primissimi della categoria -, soprattutto in un momento in cui, se proprio bisogna pensare a un rinforzo, vengono in mente un centrale e o un trequartista.

Verò e che Vati - papà, in tedesco - Klinsmann, attuale tecnico della Corea del Sud, è da inizio anno che cerca una società di calcio italiana in cui investire, ma non sembrava interessato al Cesena. Vero è che però ha casa ad Huntington Beach, in California - fino al 2016 viveva a Newport Beach, prima di vendere casa e tornare a vivere in Germania per stare accanto al figlio - dove è vicino di casa dell’investitore californiano del Cesena Mike Melby di cui abbiamo parlato lo scorso ottobre. E infatti Jon sarebbe già dovuto arrivare a Cesena in estate. Il suo ingaggio a campionato inoltrato è probabilmente indicativo dell’impegno economico del socio californiano, che sarebbe pronto a investire con ancora più forza in caso di serie B. E chissà che anche Jürgen - che a ottobre si era visto al ‘Manuzzi’ - in prima persona non faccia un passo verso il bianconero...