Il Cavalluccio doma il cavallo rampante

Le ragazze bianconere non cedono il passo e si mantengono a meno tre dal terzetto in vetta composto da Parma, Lazio e Ternana.
23.01.2024 07:00 di Giordano Rosati   vedi letture
Il Cavalluccio doma il cavallo rampante
© foto di foto Foschi

Nel quattordicesimo turno di campionato di Serie B femminile il Cesena si vede impegnato contro un Arezzo che staziona a metà classifica, scevro da qualsiasi paura vista la distanza dalla zona rossa ed il divario ormai siderale rispetto alle contendenti per la massima serie.
Proprio questi sono gli impegni che nascondono più difficoltà, con l’avversario libero da qualsiasi preoccupazione per il proseguo del campionato.
Il Cavalluccio si dimostra però padrone del campo per tutta la prima frazione, che risulta soporifera a lunghi tratti. Le uniche azioni degne di nota sono due, entrambe di marca bianconera.
La prima è un’occasione sbagliata da Sechi, che da posizione ravvicinata fa fare bella figura a Nardi con un tiro centrale.
La seconda vede sempre coinvolta la stessa numero ventisette che trova il gol del vantaggio: Lamti la pesca in area con un bellissimo lob a scavalcare la difesa, la punta ex Fiorentina da posizione defilata cerca il cross, ma supera il portiere con un pallonetto imprendibile che si insacca proprio sotto al sette. Il primo tempo si chiude così con il parziale di 1-0.
Nella ripresa il canovaccio è pressoché identico a quello di inizio gara. Unica vera differenza il pressing più altro delle toscane che in certe situazioni sporca il giro palla romagnolo, senza comunque creare eccessivi pericoli. Il gol del raddoppio arriva sugli sviluppi di un calcio d’angolo grazie ad un madornale errore di Nardi che respinge il traversone addosso a D'Auria la quale manda involontariamente il pallone in fondo al sacco.
La truppa di mister Conte trova così i tre punti dopo una gara sporca, contraddistinta soprattutto da tante imprecisioni da ambo le parti. Vince meritatamente la squadra che ha sbagliato (e concesso) meno.
Prossimo appuntamento: domenica 28 gennaio, ore 14:30, Hellas Verona - Cesena.

Cesena 2
Arezzo 0

CESENA: Serafino; Cuciniello, D'Auria, Groff, Casadei; Risina (29’ st Catelli), Lamti; Lonati, Jansen (15’ st Calegari), Tamborini (39’ st Tamborini); Sechi (29’ st Sechi). A disp.: Marchetti, Costa, Monti, Nano, Milan. All.: Conte

AREZZO: Nardi, Tutteri, Imprezzabile, Diaz (22’ st Nocchi), Parra (12’ st Paganini), Perarnau, Asgeirsdottir (41’ st Lorieri), Toomey (1’ st Carcassi), Blassoni, Fortuinati, Razzolini (41’ st Cagnina). A disp.: Holzer, Licco, Gnisci, Miotto. All.: Eracleous

ARBITRO: Marco Menozzi di Treviso. Assistenti: Davide Carraretto di Treviso e Leo Posteraro di Verona.

RETI: 22’ pt Sechi (C), 34’ st D'Auria (C)