A come Americani. B come Bortolussi. C come Curva Mare…

I primi 4 mesi della stagione 2021-22 racchiusi dentro un ‘semplice’ Alfabeto. E tra grandi conferme e colossali delusioni non mancano di certo le sorprese…
29.12.2021 12:15 di Flavio Bertozzi   vedi letture
A come Americani. B come Bortolussi. C come Curva Mare…

La prima (già robustissima) prima parte di stagione ‘targata’ Cesena dentro un Alfabeto? Si può fare.


A come AMERICANI – Sono sbarcati in riva al Savio. Hanno acquisito il 60% del Cavalluccio. Hanno dispensato sorrisoni a tutti. Il difficile, però, arriva adesso. Perché il Popolo Bianconero non ne può più di vivacchiare in Serie C.

B come BORTOLUSSI – Nove gol già in saccoccia e quella pazza voglia di arrivare a fine stagione a quota 20. Nel frattempo, il richiestissimo capocannoniere del Cesena, ha già rispedito al mittente la sontuosa offerta del Modena. Bene. Bravo. Bis.

C come CURVA MARE – Rimasta in silenzio per tanto (troppo) tempo, è tornata a cantare. A riscaldare il freddo catino del Manuzzi. I numeri non sono più quelli di una volta. Ma coi tempi (grigi) che corrono va già bene anche così.

D come DUE – Lassù a quota 48, con un bel +9 sul Cesena, in testa alla classifica del girone B, c’è un tandem di corazzate emiliane formato da Modena e Reggiana. E alla ripresa delle ostilità andrà in scena lo scontro diretto…

E come ECCÌ – Niente, ci risiamo di nuovo. Il Virus è tornato a fare capolino pesantemente (anche) nel mondo del pallone. Il Cesena però, al momento, è riuscito a dribblare il Bastardo. Speriamo bene…

F come FISCHI – Quel brutto gesto ‘regalato’ da Ardizzone ai tifosi dei Distinti in occasione di Cesena-Montevarchi continua a fare parlare. Primo comandamento di un giocatore di calcio: mai zittire i propri tifosi. MAI.

G come GIOVANI – Lepri. Gli Shpendi. E poi, soprattutto, quel golden-boy ‘chiamato’ Berti. Signori, il vivaio del Cesena è tornato a sfornare baby talenti. Per la gioia del popolo bianconero. E (pure) del cassiere bianconero.

H come HATER – Che mondo (noioso) sarebbe senza gli odiatori più incalliti? Fatemeli allora ringraziare (ancora) tutti, questi personaggi che criticano tutti e tutto ad oltranza. Allo stadio. Al bar. Al ristorante. Sui social. Dal barbiere. Pure al cimitero. Sì, pure al cimitero (anche) di Sant’Angelo di Gatteo.

I come IMOLESE – Io me lo ricordo bene quell’incolore 0-0 raccolto al Manuzzi lo scorso 12 settembre? C’era chi diceva che il Cesena faceva cagare. Che Bortolussi si era montato la testa. Che Viali doveva essere cacciato. Poi però…

L come LUCIO DI CESENATICO – Nel catino dell’ex Fiorita, oggi come ieri, c’è soltanto una canzone che può competere con gli slogan ‘targati’ Famiglia Casadei. Quella canzone fa così: Gol Gol Gol Cesena Gol Gol Gol…

M come MISSIROLI – Sulla carta, uno così, la Serie C la dovrebbe fare ad occhi chiusi. L’ex spallino però, al momento, non è ancora riuscito ad ingranare le marce alte (ma nemmeno quelle medie…). Colpa ‘soltanto’ della sua carta d’identità?

N come NEGAZIONISTI – C’è chi (ancora) non crede al Covid ma poi compra sul web la crema che allunga il cazzo. C’è chi non crede alla trattativa con gli americani e poi partecipa a Roma a un convegno di terrapiattisti.

O come OTTIMISTI – A proposito degli americani: cosa dobbiamo aspettarci da questo futuro a stelle e strisce? Non lo so, ma io cerco di essere ottimista. Perché – come diceva Albert Einstein – è meglio essere ottimisti ed avere torto piuttosto che essere pessimisti ed avere ragione. Forza Lewis! Forza Aiello! E forza mitico Condor!

P come POLEMICHE – Sbaglio o, questa prima parte di stagione che ci stiamo mettendo alle spalle, sul fronte diatribe e screzi (più o meno) a distanza, è stata la più piatta dell’ultimo trentennio bianconero? Che barba, che noia, che noia, che barba.

Q come QUATTORDICI – Sino a una settimana fa, il Cesena, aveva incassato appena 10 gol. Praticamente un gol a partita. Poi però è arrivata la ‘fatal’ Gubbio. Ed allora…

R come  RESILIENZA – Ormai la usano tutti, questa parolina. Ed allora la uso anche io. Anche se, al pari di altri abominevoli ed abusatissimi termini come Sostenibilità o Inclusività, la parola Resilienza mi fa letteralmente cagare. Domanda: ma questo Nuovo Cesena è resiliente? Lo scopriremo solo vivendo…

S come SANTO SUBITO – Lo dicono gli highlights delle prime 20 uscite stagionali del Cesena: Nardi, da solo, con le sue parate ha regalato a Viali (almeno) 8-9 punti. La giornata-no di Gubbio? L’eccezione che conferma la regola.

T come TRE – Sinora, Ciofi & Friends, di dispiaceri ai propri tifosi ne hanno dati ben pochi. Prima del 4-1 di Gubbio il Cesena era inciampato infatti soltanto col Modena al Manuzzi (1-2) e a Chiavari con la Virtus Entella (3-1). Mica male, no?

U come UNDERGROUND – Le tre migliori fake news carbonare in voga a Cesena in questi ultimi giorni? Eccole: 1 Dietro al tandem Lewis-Aiello c’è una grossa cordata romagnola che vuole rimanere nascosta; 2 Se Viali perde pure con la Lucchese scatta l’esonero e torna Bisoli; 3 A gennaio torna anche Di Gennaro. PS: Aposto (tutto attaccato).

V come VALIGIE PRONTE – Yabre, Adamoli, Nannelli: sinora, per questi tre ragazzini, poca gloria a Cesena. Pochissima. La loro avventura in Terra di Romagna pare davvero agli sgoccioli. Ce ne faremo una ragione.

Z come ZEBI – Il ‘miglior’ Moreno che c’è in circolazione (Il Biondo, quello degli Extraliscio), dopo Sanremo, ha conquistato pure Parigi e Miami. L’altro Moreno (Zebi, il diesse del Cesena) al momento invece ha conquistato ‘soltanto’ i cuori del popolo bianconero. E il 3° posto del girone B. Ma siamo solo all’inizio. E magari nel 2022…