90-60-90

Ormai l’avete capito pure voi: in Romagna ci sono bar normali. E bar speciali. Sì, bar speciali. Bar che raccontano storie speciali…
24.01.2024 10:45 di Flavio Bertozzi   vedi letture
90-60-90

Nel mio bar preferito apprezziamo le donne intelligenti. Soprattutto le donne con una bella quinta di reggiseno.

Nel mio bar preferito puoi incontrare la signorina Erika. Massì, la signorina Erika. Una ragazza di vent’anni che, al concorso di Miss Italia, potrebbe avere un discreto successo. Sì, un discreto successo. Se però il concorso di Miss Italia si facesse su Radio Studio Delta. Che le misure della signorina Erika – 90-60-90 – non sarebbero propriamente da elencare in quest’ordine. Non so se mi spiego, eh.

Nel mio bar preferito ciò che una buona birra belga non può curare è sicuramente incurabile.

Nel mio bar preferito puoi incontrare anche la signora Luisa. Che la signora Luisa, negli ultimi tre anni, è invecchiata tanto. Tantissimo. Colpa della sua anca malandrina, sicuramente. Della sua artrite galoppante. Delle sue delusioni amorose. Delle eliminazioni rimediate negli ultimi tre play-off dal suo amato Cavalluccio. Ma colpa soprattutto di tutti quegli aperitivi ingurgitati senza sosta, uno dietro l’altro. Che la Luisa, giusto lunedì scorso, è andata a fare l’analisi delle urine. E, dentro la sua pipì, ci hanno trovato di tutto. Di tutto. Anche un’oliva Saclà.

Nel mio bar preferito siamo contro ogni forma di razzismo e infatti beviamo vagonate di Negroni.

Nel mio bar preferito puoi incontrare anche Jonathan Klinsmann. Il nuovo super-pignolo portiere del Cesena. Sì, super-pignolo. Che Klinsmann Junior – da buon tedesco – è un portiere così scrupoloso che, quando l’arbitro fischia un calcio di punizione in favore della squadra avversaria, lui pretende sempre di disporre i suoi giocatori in barriera in ordine alfabetico. Che Klinsmann Junior è un portiere così scrupoloso che lui, lo specchio della porta, lo pulisce direttamente con il Vetril.

Nel mio bar preferito una volta un tizio di Ruffio ha chiesto un caffè senza Zucchero e il barista ha spento la radio.

Nel mio bar preferito puoi incontrare anche la signora Giulia. Che la Giulia – dovete sapere – è stata anche la focosa amante di un giovane ed aitante istruttore di tennis di Cesena. Si sono frequentati per qualche mese, Giulia e questo giovane ed aitante istruttore di tennis di Cesena. Poi però, un paio di settimane fa, si sono lasciati. Definitivamente. Visto che a letto, tra i due, nascevano sempre delle gran discussioni. È dentro. No, è fuori. È dentro. No, è fuori. È dentro. No, è fuori…