Torna lo Spezia, serie A di nuovo al Manuzzi. Bentornati aquilotti? Anche no…

Lavori di ammodernamento alla curva riservata agli ospiti dello stadio Picco di La Spezia impongono agli aquilotti un nuovo trasloco.
16.06.2021 18:25 di Redazione TUTTOCesena   Vedi letture
Fonte: CesenaToday
Torna lo Spezia, serie A di nuovo al Manuzzi. Bentornati aquilotti? Anche no…
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Image Sport

La notizia era nell’aria da qualche giorno, ora c’è pure l’ufficialità: lo Spezia giocherà alcune gare interne della sua prossima stagione all’Orogel Stadium Dino Manuzzi (come tempestivamente riportato a questo link da CesenaToday).
Nel capoluogo ligure, presso lo stadio Picco non sono stati ancora ultimati i lavori di ammodernamento del settore riservato agli ospiti. Un aspetto trascurabile durante l’anno che ci stiamo lasciando alle spalle, dato che si giocava a porte chiuse. Con il ritorno del pubblico sugli spalti, le cose invece stanno diversamente.
Dopo aver già incassato il benestare di amministrazione comunale e Cesena FC, questa mattina gli spezzini hanno ottenuto anche il nulla-osta da parte del Prefetto di Forlì-Cesena, ufficializzando quindi il tutto.

Bene così? Tutti felici e contenti? Non proprio… È senza ombra di dubbio un’operazione conveniente, così come lo era stata nel 2020. Il Cesena FC racimolerà su un bel gruzzolo di euro (E FA BENE!) ‘scansandosi’ in favore di una squadra che staziona ai piani superiori. Ma non si provi a dipingere il tutto come un quadretto idilliaco.
Perché se “il calcio è della gente”, frase che di recente abbiamo sentito ripetere in continuazione, allora non si può prescindere dall’aspetto folkloristico che connota il pubblico presente sulle tribune. Magari per qualcuno campanilismo, cori e sfottò sono concetti datati e superati, da riporre nell’armadio dei vestiti vecchi con l’auspicio di non tirarli più fuori. Ma se ciò dovesse mai accadere (e ci siamo vicini…) a quel punto sì che ci troveremmo con stadi ricolmi di persone apatiche, fredde. Distanti da quella che dovrebbe essere la loro squadra del cuore.
Perciò sì, facciamolo! Va bene tutto: speriamo pure che il Manuzzi venga riempito dai supporter con le magliette di M’Bala Nzola e Giulio Maggiore, dalle loro famiglie, giovani e bambini. Illudiamoci che tutto ciò sia un evento interessante per l’intero territorio circostante… Tutto pur di non prendere coscienza che la serie A a Cesena, da esterna e con il Cavalluccio relegato in terza serie, altro non è che una cocente umiliazione.