Le pantere pronte a graffiare: la Lucchese dal modulo variabile

La squadra di Maraia giocherà col solito 4-3-3 o con il 3-5-2, cercando di sorprendere con il cambio di modulo i bianconeri emulando l’Ancona?
28.11.2022 18:00 di Gianluca Di Donato   vedi letture
Le pantere pronte a graffiare: la Lucchese dal modulo variabile
© foto di La Casa di C

Secondo turno infrasettimanale dell’anno e il Cavalluccio sarà in scena domani sera (ore 21) al Porta Elisa di Lucca. Le pantere rossonere non se la passano bene dopo un avvio incoraggiante: nelle ultime cinque gare hanno capitolato ben quattro volte riuscendo a portare a casa i tre punti solo nel derby vinto a Siena due settimane fa. L’obbiettivo dei toscani è anche quest’anno salvarsi con largo anticipo per poi magari agguantare il treno dei playoff in primavera. Per questo, andato via Guido Pagliuca verso la più ambiziosa Siena, la società per presidente Alessandro Vichi per dare continuità al progetto ha chiamato l’ex Pontedera Ivan Maraia. Attualmente sono undicesimi in graduatoria a ridosso del carrozzone che vale la post season con 21 punti (6 vittorie, 3 pareggi e 6 sconfitte) segnando quattordici gol e subendone uno in meno.

Città Lucca (89.114 abitanti)
Distanza da Cesena 248 km
Fondazione 1905
Colori sociali rosso-nero
Stadio “Porta Elisa” (12.800 spettatori)
In Serie C dal 2020
Presidente Alessandro Vichi
Direttore tecnico Daniele Deoma
Allenatore Ivan Maraia
Capitano Jacopo Coletta
Miglior marcatore Andrea Bianchimano (4)

Gli Avversari
In porta troviamo il capitano designato ad inizio anno Jacopo Coletta che ha cominciato come titolare ma a causa di un infortunio grave (rottura del legamento del ginocchio) ha dovuto dare forfeit solo dopo tre gare (in cui ha subito 4 gol) per la sua riserva Tommaso Cucchietti, scuola Toro, che in 12 presenze ha incassato 9 reti. Il baby Riccardo Galletti, promosso dalle giovanili, è il terzo portiere che fa la spola con la formazione Berretti.
In difesa quindi troviamo a destra gli under Ettore Quirini, classe 2003 e finora sceso in campo 13 volte ed il ‘motorino’ Elia Visconti dal lato opposto dove ha già messo a referto una rete e 2 assist dopo l’annata super lo scorso campionato. In mezzo la nuova coppia formata da Andrea Tiritiello e Francesco Benassai (arrivati rispettivamente dal Cosenza e dal Taranto) con Matteo Bachini prima alternativa col cambio modulo (8 presenze) e ‘nuovo’ capitano. C’è anche il primo (di due) ex Cesena: Rosario Maddaloni che in Romagna ha avuto molta sfortuna dopo buone prestazioni quando chiamato in causa. I baby Tommaso Merletti, Davide Pirola, Niccolò Ricchi (fuori lista e quindi inutilizzabile almeno fino all’apertura del mercato di riparazione a gennaio) e soprattutto Manuel Alagna (ex Fermana e 14 presenze per lui finora) pronti in caso di necessità.
Centrocampo di qualità e soprattutto rivoluzionato: oltre al secondo ex di giornata (Mimmo Franco) troviamo i titolari Antonio D’Alena (acquistato all’Imolese) nel ruolo di regista con ai suoi lati ad agire da mezzali il giocatore più tecnico dell’intera rosa Alessandro Mastalli (un gol ed un assist per l’ex scuola Milan e arrivato da Avellino) e Giorgio Tumbarello (un gol e due assist ma infortunato e non dovrebbe essere della partita). Molto probabilmente sarà data un’occasione ad Andrea Rizzo Pinna, classe 2000 arrivato dal Foggia di Zeman e giovanili Atalanta ed Inter.
L’esperto Davide Di Quinzio (6 presenze ed una rete fino all’infortunio che lo sta tenendo fuori dai giochi) insieme ai baby Lorenzo Ferro (arrivato dalle giovanili della Lazio ed ex avversario dei gemelli nel campionato Primavera 2) ed Edoardo D’Ancona completano il reparto che deve sostenere l’attacco formato da centravanti di sfondamento come l’attuale bomber Andrea Bianchimano (4 gol ma di proprietà Viterbese) e Niccolò Romero che arriva dal Potenza dopo un’importante annata dove ha messo a segno 7 gol la maggior parte decisivi. Ai lati agiscono a sinistra (a volte schierato anche come quinto a centrocampo nel 3-5-2) l’under 2000 Giovanni Bruzzaniti - squalificato -, cartellino del Crotone che è arrivato in Toscana per fare esperienza (già 3 gol ed 1 assist in 14 presenze) e Matteo Semprini, il classe ’98 che ha ben figurato lo scorso anno con Pagliuca al timone dei rossoneri. Matteo Ravasio che è stato prelevato dall’Albinoleffe e Gioacchino Catania (baby classe 2003 dalle giovanili della Sampdoria) pronti a subentrare a partita in corso.

L’allenatore
Ivan Maraia è nato in Svizzera, a Wadenswil, è ha firmato un contratto biennale con la società rossonera. Il suo modulo preferito è il 3-5-2 che ha fatto le fortune del Pontedera, sua ex squadra che ha allenato dal 2012 prima come vice di Paolo Indiani e poi come capo allenatore portando i granata sempre a metà classifica in Serie C tranne nell’anno del covid quando terminò (in anticipo) in quarta posizione. Ora cercherà di aprire un nuovo ciclo nella città medievale sfruttando le caratteristiche dei suoi nuovi giocatori e adattando anche il suo stile di gioco.
Le intenzioni dell’allenatore ad inizio torneo era quella di impostare una rosa abile ad interpretare un 3-5-2 ma le vicissitudini di mercato e le caratteristiche dei singoli giocatori hanno fatto scegliere un ben più spregiudicato 4-3-3: in undici gare infatti ha optato per questo modulo in modo da sfruttare le doti dei centrocampisti a disposizione.

Ultimi Precedenti
Stagione 2021/2022
2a giornata | Lucchese-Cesena 1-2 (45’ Corsinelli, 49’ Ardizzone, 50’ Candela)
21esima giornata | Cesena-Lucchese 1-1 (7’ Pierini, 66’ Belloni)

Formazione Tipo (4-3-3) Cucchietti; QUIRINI (Bachini), Tiritiello, Benassai, ALAGNA; Tumbarello, D’Alena, Mastalli; Semprini, Bianchimano, VISCONTI [Col il 3-5-3 Bachini al posto di Quirini e Visconti e Bruzzaniti come quinti a centrocampo]
In MAIUSCOLO gli under