La Vis Pesaro è la più solida fra le squadre invischiate nella lotta salvezza

I marchigiani si stanno trovando risucchiati nella lotta play-out ed hanno bisogno a tutti costi di punti, a prescindere dall'avversario che ha davanti.
17.03.2024 07:00 di Simone Donati   vedi letture
La Vis Pesaro è la più solida fra le squadre invischiate nella lotta salvezza
© foto di Vis Pesaro 1898

I marchigiani allenati da Simone Banchieri stanno attraversando un brutto periodo (tre sconfitte ed un pareggio) che li ha fatti balzare nel pieno della zona play-out, hanno quindi bisogno immediato di punti per riuscire a salvarsi in questo finale di stagione. Dei biancorossi però risaltano alcuni dati particolari: hanno perso solo 10 gare su 31 e solamente sei squadre (Cesena, Torres, Carrarese, Perugia, Gubbio e Pineto) hanno subìto un numero inferiore di sconfitte; tuttavia i pesaresi ne hanno vinte solo 6 (alla stregua dell’Olbia, davanti alla sola Fermana che ne ha vinte appena tre) e ne hanno pareggiate più di tutti (15, a pari merito con il Pineto). A causa di ciò si trovano al sedicesimo posto con 33 punti (33 gol fatti e 36 subìti), alla pari dell’Ancona, che in giornata ospiterà la Torres, grazie al settimo peggior attacco ed all’ottava miglior difesa. Il rendimento in casa ed in trasferta è pressoché identico ma, se nella classifica che prende in considerazione solo i match tra le mura amiche la Vis Pesaro è al diciottesimo posto con 17 punti (3 vittorie, 8 pareggi e 4 sconfitte con 19 gol fatti e 17 incassati), in quella delle gare in trasferta si trova al decimo posto con 16 punti (3 vittorie, 7 pareggi e 6 sconfitte grazie a 14 gol fatti e 19 incassati).


Città: Pesaro
Distanza da Cesena: 69 km
Fondazione: 1898
Colori sociali: biancorosso
Stadio: Tonino Benelli (4898 spettatori)
In Serie C dal: 2018
Presidente: Mauro Bosco
Direttore tecnico: Michele Menga
Allenatore: Simone Banchieri
Capitano: Manuel Di Paola
Miglior marcatore: Ottar Magnus Karlsson (10)
Miglior assist man: Mnauel di Paola (4)


Gli Avversari
La rosa dei marchigiani è veramente ampia, tanto che è composta da ben 32 elementi con un’età media di 23,9 anni. La titolarità tra i pali è oggetto di contesa tra Filippo Neri (19 presenze, 19 gol incassati e 5 clean sheet) in prestito dal Venezia, ed Emanuele Polverino (12 presenze, 15 gol incassati e 3 clean sheet), cresciuto nelle giovanili della Juve Stabia. Il terzo e quarto portiere sono rispettivamente Gabriele Fortin (2 presenze, 2 gol incassati ed 1 clean sheet) e Mattia Mariani, acquistato in estate dal Cattolica e mai sceso in campo in questa stagione.
Dopo aver iniziato la stagione con la difesa a tre, Banchieri ha preferito passare ad una linea a quattro. I difensori centrali titolari sono l’ex bianconero Denis Tonucci (21 presenze e 6 ammonizioni) attualmente infortunato e quindi indisponibile contro la squadra che l’ha svezzato, e Davide Zagnoni (27 presenze, 2 gol e 6 ammonizioni), prelevato a luglio dopo la retrocessione dell’Imolese. Le riserve sono Mirco Ceccacci (17 presenze, 3 ammonizioni), formatosi nel club biancorosso e tornato dopo la vittoria del campionato di Serie D con il Pineto, ed Alessandro Mattioli (20 presenze, 1 gol, 1 assist e ben 2 espulsioni), tesserato a titolo definitivo dal Cittadella. Il titolare della fascia sinistra è il portoghese Afonso Peixoto (13 presenze, 1 assist e 2 ammonizioni), in prestito dal Venezia che lo ha preso dal vivaio dell’Académica de Coimbra, in Portogallo. Sulla destra invece la titolarità di Stefano Rossoni (16 presenze e 5 ammonizioni) è stata messa in dubbio da Gian Marco Neri (12 presenze e 3 ammonizioni), arrivato a gennaio dopo essersi svincolato dal Livorno.
In mediana troviamo l’altro ex di giornata: il classe ’86 Mirko Valdifiori (20 presenze, 4 ammonizioni ed 1 espulsione), ormai nelle Marche da un anno e mezzo dopo più di 300 presenze tra Serie A e B (anche 7 presenze in Europa League) con le maglie di Empoli, Napoli, Torino, Spal e Pescara. Progressivamente, poi, un altro giocatore sta arretrando il suo raggio d’azione e si tratta del numero dieci Manuel Di Paola (26 presenze, 2 gol e 4 assist), già a segno contro il Cavalluccio direttamente da calcio di punizione nella stagione 2020-2021. In tale ruolo, il mercato di riparazione ha portato due innesti ‘internazionali’: il canadese Damiano Pecile (1 presenza), anch’egli dalle giovanili del Venezia e con esperienze nel Vancouver Whitecaps FC (MLS) e nell’FC KTP, squadra militante nella seconda divisione finlandese, e niente meno che Joel Obi (2 presenze ed 1 espulsione), nigeriano con più di 150 presenze in Serie A con Inter, Parma, Torino, Chievo e Salernitana, oltre ad una breve esperienza in Turchia con la maglia dell’Alanyaspor. Gli interni di centrocampo titolari sono Matteo Rossetti (25 presenze, 3 assist), scuola Torino che nella scorsa stagione ha vestito la maglia del Rimini, ed Antonio Pio Iervolino (28 presenze, 1 gol ed 1 espulsione), giovane giunto a titolo temporaneo dalla Salernitana e nipote dell’attuale presidente dei campani. Tante sono le scelte alternative: Christian Nina (17 presenze, 2 gol), a Pesaro da due anni dopo aver debuttato tra i professionisti con il Monopoli, Lorenzo Loru (7 presenze) acquistato dall’Atletico Uri, Angelo Foresta (6 presenze) in prestito dal Sassuolo, ed il  2003 Mattia Gulli (1 presenza).
Tra le ali a disposizione di Banchieri ci sono due attualmente infortunati ed entrambi, ancora una volta, in prestito dal Venezia: Lorenzo Da Pozzo (20 presenze, 3 gol) e lo statunitense Jack de Vries (18 presenze, 1 assist). Gli altri esterni presenti in rosa sono Blue Mamona (12 presenze, 3 assist), nato proprio a Pesaro ma in prestito dalla Cremonese, l’italo-camerunense Nelson Kemayou (1 presenza) e l’esperto Manuel Pucciarelli (30 presenze, 4 gol e 3 assist), ennesimo calciatore con esperienza non solo in Serie A (con le maglie di Empoli e Chievo), ma anche in Australia, con il Melbourne City FC.
A gennaio, per sopperire alla partenza di bomber Sylla diretto a Perugia (5 gol e 2 assist con i marchigiani e 3 gol e 2 assist con il Grifone), è arrivato l’ex Bellaria - Igea Marina Francesco Nicastro (10 presenze, 3 gol e 2 delle quali nelle ultime due giornate) che, combinate con le reti messe a segno con il Pontedera nella prima parte di stagione, arriva a quota 7 gol. L’unico reale contendente è anche l’attuale capocannoniere dei biancorossi, cioè l’islandese Ottar Magnus Karlsson (20 presenze, 10 gol e 1 assist), altro elemento della rosa ad essere arrivato a titolo temporaneo dalla laguna veneta. L’altra punta che veste la maglia dei marchigiani da inizio stagione è il senegalese Babacar Diop, sempre in prestito dagli arancioneroverdi ed alle prese con un problema al tendine rotuleo che lo terrà fuori fino a fine stagione. Nell’ultima finestra di acquisti sono arrivati ben tre attaccanti: il ventenne Simone Castigliani dalla Carrarese, Davide Pio Stabile (1 presenza) dall’Atalanta e l’argentino Juan Ignacio Molina (9 presenze) dal Mori Santo Stefano, che sta lottando per la salvezza nel girone C di Serie D.

L’allenatore
Simone Banchieri
siede sulla panchina pesarese dall’aprile 2022 quando è stato chiamato dal presidente Mauro Bosco per cercare di evitare che i marchigiani finissero nei dilettanti, situazione che ad oggi non è cambiata. Quest’anno l’obiettivo della salvezza sembrava poter essere raggiunto magari non soffrendo fino all’ultima giornata, tanto che la proprietà gli ha proposto il rinnovo del contratto fino al 30 giugno 2028, offerta che il tecnico ha accettato. L’allenatore piemontese, Simone Banchieri, ha iniziato la sua carriera nei professionisti a Novara e successivamente si è trasferito alla Pro Sesto, accumulando esperienza anche nei dilettanti con club come Legnano, Folgore Caratese e Derthona. Recentemente ha scelto di adottare un modulo diverso, passando da un solido 3-5-2 a una nuova difesa a quattro. Durante la stagione corrente inoltre è stato avvistato diverse volte allo stadio Manuzzi mentre studiava gli avversari, perciò da parte sua c’è da aspettarsi una conoscenza approfondita della squadra bianconera.

Risultato Gara Andata
Cesena- Vis Pesaro (9' pt Adamo (C), 32' pt Donnarumma (C), 8' st Silvestri (C), 31' st Pierozzi (C))

Formazione Tipo (4-3-1-2)
NERI (Polverino);  Rossoni, Tonucci, CECCACCI (Zagnoni), PEIXOTO;  Valdifiori, IERVOLINO, Di Paola (Rossetti); Pucciarelli; Nicastro, Karlsson
*in MAIUSCOLO gli under