L’ennesima rivoluzione di Santopadre per rilanciare le ambizioni del Perugia

Il presidente del club umbro ha optato per il cambio di allenatore dopo la sconfitta patita lunedì sera dal Grifo in quel di Arezzo. L’obiettivo resta la B.
23.12.2023 07:00 di Gianluca Di Donato   vedi letture
L’ennesima rivoluzione di Santopadre per rilanciare le ambizioni del Perugia
© foto di A.C. Perugia 1905

Per l’ultima gara del girone di andata il Cavalluccio farà visita al Perugia al Renato Curi questa sera alle ore 18:30. Retrocessi dalla Serie B (diciottesimo posto) e con il solito caos estivo all’italiana imbastito dalla FIGC, il Grifo è stato ostaggio di se stesso non conoscendo fino al primo di settembre la categoria di appartenenza. Questo uno dei tanti motivi per cui in Umbria si respira un’aria pesante nell’ambiente, imputando la maggior parte delle colpe al patron Massimiliano Santopadre che oltre a tentare varie volte il ripescaggio in cadetteria e a ridurre il pesante monte ingaggi stava anche cedendo il club a terzi non riuscendoci (in caso di fumata bianca nella nuova cordata era pronto l’ex Moreno Zebi come DS). L’obiettivo dichiarato è la pronta risalita in cadetteria. Però dopo 18 turni sono solo in quinta posizione con 30 punti. Hanno vinto 7 gare (interessanti i 2-1 maturati con Spal e Virtus Entella) perdendone 2 (ad Ancona e lunedì ad Arezzo) e pareggiando in 9 occasioni. Attenzione: in casa non hanno mai perso in 8 uscite ottenendo 3 vittorie e 5 pareggi.


Città: Perugia
Distanza da Cesena: 169 km
Fondazione: 1905
Colori sociali: biancorosso
Stadio: Renato Curi (23625 spettatori)
In Serie C dal: 2023
Presidente: Massimiliano Santopadre
Direttore tecnico: Jacopo Giugliarelli
Allenatore: Alessandro Formisano
Capitano: Gabriele Angella
Miglior marcatore: Alessandro Seghetti (5)
Miglior assist man: Ryder Matos (3)


Gli Avversari
Venticinque elementi a disposizione del nuovo mister Formisano che predilige il più offensivo 4-3-3 rispetto a Baldini che giocava davanti col trequarti e due punte classiche. In porta il titolare è il lituano in prestito dalla Lazio Marius Adamonis (14 reti subite in 15 gare) che è stato sostituito per squalifica in tre occasioni ad ottobre dall’esperto collega Jacopo Furlan (titolare lo scorso anno in cadetteria che finora ha preso un solo gol dalla Torres). Il titolare di Coppa Alessio Abibi ha giocato invece un solo singolo minuto in campionato da subentrato contro il Sestri Levante.
La linea difensiva a quattro è impreziosita da diversi under interessanti: in mezzo al solo over e capitano Gabriele Angella (15 presenze) si aggiunge il classe 2001 Stipe Vulikic (sempre sceso in campo dal primo minuto) prelevato a titolo definitivo dall’NK Dragovoljac (Serie B croata). Ai lati, a destra il colombiano 2002 di proprietà del Sassuolo Yeferson Paz (2 reti ed 1 assist in 12 presenze) mentre a sinistra alternanza tra Damiano Cancellieri (2001 ex Monterosi che ha siglato una rete pazzesca su punizione contro il Pescara alla seconda giornata) ed Andrea Bozzolan (2004 in prestito dal Milan) che hanno totalizzato entrambi 14 presenze. Il terzino destro del Napoli Franesco Mezzoni, quello sinistro Cristian Dell’Orco (giocatore da B ma in questa prima parte di stagione, causa brutto infortunio, ha raccolto 4 presenze di cui solo la scorsa giornata ad Arezzo titolare) ed il centrale Raul Morichelli pronti a dare il loro contributo in caso di defezioni.
Passando al centrocampo, troviamo tanti nomi di livello che fanno di questo reparto il più forte del girone: ai ‘retrocessi’ Paolo Bartolomei (1 rete), Simone Santoro (2 gol ed 1 assist, prevalentemente giocando da trequartista) e l’ivoriano Christian Kouan (2 gol in questa prima parte di stagione ed in procinto di tornare in cadetteria a breve) si sono aggiunti il talentuoso classe ’99 Emanuele Torrasi (cercato da Artico in estate) che finora in Umbria sta giocando molto poco (8 gare) ed il 2001 Edoardo Iannoni (2 reti in 16 apparizioni) in prestito dalla Salernitana. Gli under Cristian Acella, Daniel Bizzeccheri, Giovanni Giunti e soprattutto un giocatore jolly come Francesco Lisi (che non sarà delle gara per squalifica per comportamento violento) che può giocare senza problemi sia in mezzo al campo che su tutta la fascia sinistra come difensore, ala, esterno d’attacco e trequartista completano il reparto. Altro fondamentale jolly, in caso di passaggio soprattutto al 4-3-3, è Federico Ricci. L’esperta ala offensiva, ritrovatasi svincolata dopo il fallimento della Reggina, quando è stata chiamata in causa in 12 occasioni ha saputo sfoderare buone prestazioni. La coppia d’attacco è invece composta da un giocatore di esperienza come l’italo-brasiliano Ryder Matos (miglior assist-man del Grifo con ben 3 suggerimenti conditi da 1 rete in 15 presenze) e dalla sorpresa uscita dal settore giovanile Alessandro Seghetti (anche lui assente per squalifica quest’oggi). Il classe 2004 ha saputo sfruttare i vari forfait del suo collega Federico Vazquez (3 gol fino al crack di metà novembre e infortunatosi nuovamente nel posticipo ad Arezzo) realizzando ben 5 reti (spesso decisive) in 18 presenze, suscitando sondaggi esplorativi da club di categoria superiore in vista dell’imminente mercato di riparazione. Completa il reparto il giovane attaccante in prestito dalla Juventus Next Gen Nicolò Cudrig che ha raccolto 14 presenze e che quasi sicuramente partirà titolare contro i bianconeri di Romagna. Manca un vero e proprio bomber di categoria che faccia fare il definitivo salto di qualità ai biancorossi. Magari a gennaio…

L’allenatore
Volto nuovo in panchina: al posto dell’esonerato Francesco Baldini c’è Alessandro Formisano, trentatreenne di Napoli. Chiamato dal DS Giugliarelli e fautore del 4-3-3, nel 2015 inizia ad allenare nel settore giovanile della Casertana e l’anno successivo passa al Benevento guidando per quattro anni le formazioni giovanili fino all’Under 17. Nel 2021 passa al Perugia ad allenare la formazione Primavera nel campionato Primavera2. Il primo anno ottiene i play-off dopo un buon quinto posto finale (era l’anno della promozione del Cesena targato Sphendi Bros., Francesconi e Pieraccini); il secondo anno ha affrontato qualche problema in più piazzandosi solo in decima posizione e in questa stagione lascia i ‘Grifoncelli’ al quarto posto con 22 punti frutto di 7 vittorie, 1 pareggio e 4 sconfitte. Salta subito all’occhio l’unico segno ‘ics’ in netta contrapposizione con i nove rimediati dalla prima squadra. Ritrova giocatori come Seghetti e Giunti già allenati in passato. Non ha ancora il patentino di categoria e sarà sicuramente affiancato da un allenatore esperto.

Ultimi Precedenti
Serie C Girone B 2020-2021
3ª giornata / Perugia-Cesena 1-2 (19' Murano (P), 21' Caturano (C), 66' Murano aut. (C))
22ª giornata / Cesena-Perugia 1-1 (60' Favale aut. (P), 90' Cancellotti aut. (C))

Formazione Tipo (4-3-1-2/4-3-3**)
Adamonis; PAZ (Mezzoni), VULIKIC, Angella, CANCELLIERI (BOZZOLAN); Kouan, Bartolomei, IANNONI (Lisi); Santoro; Matos, SEGHETTI (Vazquez)
*in MAIUSCOLO gli under
**in caso di 4-3-3 Santoro retrocede a mezzala al posto di Iannoni e dentro Ricci esterno d’attacco con Matos a supporto della punta centrale