Viali traccia la rotta: prima si pensa al Gubbio, poi a sfoltire la rosa

Il tecnico bianconero è soddisfatto dell’approdo della nuova proprietà e parla dell’ultimo impegno dell’anno solare. Chance per Berti titolare?
21.12.2021 18:50 di Giacomo Giunchi   vedi letture
Viali traccia la rotta: prima si pensa al Gubbio, poi a sfoltire la rosa

Il Cesena (finalmente?) è diventato americano, ma ciò non può distogliere la banda di Viali dal prossimo impegno, l’ultimo del 2021 e il primo del girone di ritorno, in casa del Gubbio, club che il tecnico bianconero, nella classica conferenza prepartita non manca dall’analizzare: “Incontriamo una squadra, soprattutto in casa, molto qualitativa e strutturata fisicamente. Tra le mura amiche fanno sempre molto bene. Hanno segnato i nostri stessi gol, 26; sono bravi saltare l’uomo e a creare situazioni. Domani non sarà una partita qualsiasi, sarà fondamentale. Rispetto al match di andata, loro tatticamente cambiano qualcosa in fase di non possesso, ma all’incirca mi aspetto una partita simile a quella di agosto. Voglio ribadire che loro sono una squadra molto compatta con una grande fase difensiva ma, nonostante ciò, sono pericolosi anche in fase offensiva; gli basta una semplice ripartenza per pungere. Noi rispetto all’andata siamo cambiati molto, sia in quanto a nuovi innesti che al rodaggio dei ‘vecchi’”.

Successivamente l’allenatore del Cavalluccio non può esimersi dallo spendere quantomeno due parole sulla nuova proprietà americana del club, facendo anche un’interessante anticipazione sul mercato e sulle cessioni di gennaio. “Le sensazioni sulla nuova proprietà sono state positive. Già al primo impatto mi hanno trasmesso un entusiasmo quasi trascinante. Hanno il desiderio di incontrare la squadra, lo faranno oggi prima dell’allenamento. Non ci ho ancora fatto una chiacchierata. Al momento opportuno si parlerà sicuramente di mercato, anche perché al di là degli acquisti, dovremo capire chi dei miei giocatori, a causa del poco utilizzo, vorrà cambiare aria. Comunque, la fortuna è stata che la trattativa è avvenuta molto velocemente. Il fatto che ci sia continuità in tutte le figure fa stare sereni i ragazzi. Loro sono stati rassicurati dal fatto che è arrivata una forza maggiore per dare una mano alla società e per migliorarla”.

Però il tempo per parlare di stelle e strisce è poco visto l’importante impegno di domani, e così Viali torna subito ad analizzare la propria squadra e i 39 punti raccolti in questo girone d’andata, facendo anche un confronto con i numeri (difensivi) della scorsa stagione. “I nostri 39 punti sono un risultato importantissimo. Li abbiamo raccolti con coraggio e cercando sempre di trovare la vittoria e facendo la partita. Questo mi dà molta soddisfazione e mi fa ben sperare per il girone di ritorno. Lo scorso anno nelle prime otto partite prendemmo una quindicina di gol, ma da lì in poi diventammo la miglior difesa e il lavoro pagò. Poi per qualche condizionamento soprattutto esterno nel girone di ritorno siamo calati. Dà grande soddisfazione il modo in cui siamo diventati la migliore difesa. Infatti, noi giochiamo sopra la linea della palla e quando la perdiamo difendiamo uomo contro uomo e in parità numerica. Per fare campionati importanti bisogna subire pochi gol ma il modo in cui lo facciamo noi ci dà grande autostima. Uno dei fulcri della difesa è Nardi; lui ci dà superiorità numerica in fase di possesso. Con lui abbiamo sempre uno scarico a cui affidarci, ed è fondamentale. Para come altri in campionato, però quello che lo rende superiore alla media è la superiorità numerica che ci dà. Questa serenità che trasmette alza anche la prestazione del singolo difensore”.

Infine mister Viali conclude parlando della possibile formazione che scenderà in campo domani, citando anche gli assenti e i giocatori in dubbio, e aprendo anche, incalzato da Tuttocesena, ad una possibile titolarità del golden boy bianconero Tommaso Berti. “Non ho troppe alternative rispetto a domenica; vedremo oggi in allenamento, dovrò fare un po’ di considerazioni sui singoli. Tonin ha un problema alla mano, ma sono fiducioso che ci sia per domani. Oggi avrà un controllo per sicurezza. Brambilla invece ha provato a caricare e le sensazioni però non sono serene per farlo giocare; non sarà convocato. Gonnelli si allenerà con noi e deciderò poi se schierarlo o meno, comunque sarà convocato. Caturano tornerà ad allenarsi per essere disponibile nella prima del 2022. Berti titolare domani? Sicuramente è una soluzione che valuterò. La base per poter fare una partita credibile è avere molta intensità e avere ritmo alto. Aspetto l’allenamento di oggi per valutare”.