Viali guardingo sul Matelica: “Attenti all’ultimo quarto d’ora”

18.05.2021 19:35 di Giacomo Giunchi   Vedi letture
Viali guardingo sul Matelica: “Attenti all’ultimo quarto d’ora”

Nella partita di domani contro il Matelica, ore 17:30 all’Orogel Stadium, il Cesena si giocherà tutte le proprie carte per arrivare alla tanto desiderata fase nazionale dei playoff, con il sogno proibito della Serie B che si farebbe sempre più vicino. Mister Viali in conferenza stampa introduce subito la sfida contro i marchigiani, dichiarando: “Domani si affronteranno due squadre con un’identità ben precisa. È chiaro che poi nei minuti finali la tattica andrà in secondo piano e si vivrà la partita sotto l’aspetto nervoso e del risultato. Potrebbe essere un match simile a quello di qualche mese fa, perché comunque è difficile che nei playoff le squadre vadano a snaturarsi in maniera netta dopo un percorso così lungo. Il cambio di risultato potrà spostare la partita da una parte o dall’altra. Noi dovremo essere bravi a leggere le situazioni e a saperci adattare, continuando ad essere quelli che siamo stati anche contro il Mantova, tolti i primi dieci minuti, nel quale eravamo un po’ troppo tesi, cercando di giocare per andare a vincere la partita”.

In seguito, il tecnico bianconero analizza la squadra marchigiana, con cui il Cesena in stagione ha ottenuto due roboanti pareggi per 2-2, spiegando anche quale dovrà essere l’atteggiamento dei bianconeri sul campo di gioco. “Il Matelica è una squadra che è stata costruita bene e con logica. Hanno molti giocatori di valore. Fanno parecchi gol ma ne subiscono qualcuno di troppo, ma sono, come ho detto prima, una squadra costruita bene, con un centrocampo forte fisicamente e di qualità; davanti hanno tre giocatori offensivi con una percentuale elevatissima di gol realizzati. Noi dovremo sfruttare i minuti precedenti ai venti finali per cercare di indirizzare la partita dalla nostra parte ed evitare che nell’ultimo quarto d’ora la partita sia ancora in equilibrio, perché dopo può succedere di tutto. In ogni caso dovremo vivere il finale in maniera logica, proprio come contro il Mantova”.
Successivamente Viali racconta come ha vissuto Triestina-Virtus Verona da spettatore, oltre ad analizzare il raggiungimento del settimo posto in classifica, che ora si è rivelato essere stato fondamentale. “Ho passato novanta minuti a prendere un sacco di appunti per portarmi avanti col lavoro, ma all’88' ho dovuto buttare via il foglio; mi sono impegnato due ore per nulla (ride, ndr). A parte gli scherzi, sapevamo che ci poteva essere questa piacevole eventualità. Durante i primi giorni della settimana avevamo lavorato più sulle nostre situazioni, mettendo in secondo piano l’avversario, dato che nulla era ancora certo. Il settimo posto ci ha tolti una trasferta noiosa ai playoff, questo è sicuramente un vantaggio. Noi siamo arrivati settimi per la nostra mentalità, che è basata sul voler sempre portare a casa il massimo disponibile. Nella partita contro l’Arezzo il massimo era provare a vincere il match per cercare di arrivare il più in alto possibile in classifica e noi l’abbiamo fatto”

L’allenatore del Cavalluccio torna poi sulla precedente partita contro il Mantova, dicendo la propria anche su quale squadra avrebbe preferito incontrare in questo secondo turno: “Contro il Mantova ho fatto una scelta in difesa prettamente legata al tipo di partita che era, inserendo i giocatori ideali per cercare di ottimizzare la nostra fase difensiva. Deciderò ugualmente in questo modo domani. Contro i virgiliani siamo stati abbastanza lucidi, la partita era stata preparata in quel modo lì. Sono soddisfatto di quel match. Miglioramento sui calci piazzati? Nel girone di ritorno siamo stati veramente passivi offensivamente sotto questo aspetto, anche perché ci siamo allenati molto meno sotto questo punto di vista e un po’ anche per la condizione generale della squadra. Però difensivamente, dopo la partita contro la FeralpiSalò, abbiamo sbagliato di rado sui calci piazzati. Siamo stati molto più discontinui su quelli a nostro favore. Chi avrei preferito incontrare? Guardiamo il primo turno dei playoff. In nove partite, cinque squadre sono passate in casa mentre quattro in trasferta. Ciò dimostra che è relativo il vantaggio del doppio risultato a favore: non si possono fare troppi conti dentro ai playoff. Ovviamente avere due risultati disponibili è un piccolo vantaggio da saper sfruttare a proprio favore. Passerà il turno chi affronterà meglio la partita sotto l’aspetto nervoso e della lucidità”.

In conclusione, Viali fa il solito bollettino degli indisponibili, parlando anche della probabile formazione che scenderà in campo domani. “Si è aggiunto Tonetto agli indisponibili, a causa di un problemino alla caviglia. Gli altri sono tutti in forma e l’hanno dimostrato anche contro il Mantova. Dovremo aver voglia di soffrire, fa parte della partita e bisogna conviverci. Ho le idee chiare sulla formazione, anche se ho ancora qualche ballottaggio in testa, dato che il livello della squadra si è alzato di molto e questo è solo che un bene. Ardizzone? È in fase di miglioramento. Ci dialogo serenamente ed entrambi siamo d’accordo che non ha ancora i 90 minuti sulle gambe, ma è un giocatore che sta arrivando. Probabilmente entrerà a partita in corso”.