Toscano punta la meta: “Mancano poche partite, bisogna alzare il livello”

La banda di Toscano deve dimostrare contro il Gubbio di essere la corazzata che tutti hanno pensato fosse fino alla partita con la Carrarese.
10.03.2024 16:35 di Simone Donati   vedi letture
Toscano punta la meta: “Mancano poche partite, bisogna alzare il livello”

Dopo una sconfitta bisogna rialzarsi e dimostrare la propria forza: questo è il diktat che mister Domenico Toscano sicuramente ha impartito ai suoi ragazzi nei giorni seguenti la sconfitta di Carrara per ritrovare la vittoria contro il Gubbio (lunedì, ore 20:45). La conferenza stampa odierna del tecnico parte proprio d questo concetto, su come reagiranno i bianconeri chiamati a rialzarsi dopo uno stop giunto a seguito di svariati mesi di imbattibilità: “Queste partite fanno parte del nostro percorso che abbiamo intrapreso ad inizio campionato: come abbiamo analizzato le tante vittorie, abbiamo analizzato con la stessa serenità e lucidità la partita di Carrara.
Quando parlo di mancanza di lucidità non mi riferisco ai gol subìti, ma a situazioni e momenti di gara, come ad esempio l’ammonizione di Prestia per un fallo inesistente
siamo andati dietro alla decisione arbitrale ed a qualche errore tecnico, che comunque in ogni partita commettiamo. La cosa che ho anche evidenziato è che se fosse durata altri cinque minuti probabilmente l’avremmo ripresa, perché ho rivisto la veemenza, la forza e l’energia che sempre la squadra ha mostrato nel corso del campionato”.

11 Marzo 2023: al gol di Bumbu pareggia, all’ultimo istante, Di Stefano con un colpo di testa dopo la battuta di un calcio d’angolo. Domani sarà passato eattamente un anno da quella gara, ed in mezzo c’è passato letteralmente il mondo, tra cui il match d’andata, che tutti ben ricordiamo: “La gara d’andata è stata la partita della svolta, nella quale hai acquisito la consapevolezza di cui avevi bisogno. Le due squadre però sono cambiate: noi siamo cresciuti tantissimo ed il Gubbio, a gennaio, ha effettuato degli interventi importanti. Quello che conta è arrivare bene alla gara di domani, con il nostro spirito, anima ed identità. Le poche partite che mancano alla fine del campionato ti costringono ad alzare il livello di attenzione e determinazione, e questo i ragazzi lo sanno bene”.

Il punto sugli indisponibili: Ieri ed oggi abbiamo rivisto in campo Donnarumma, Pieraccini e Corazza: hanno iniziato la riatletizzazione, e quindi è già un buon segno. Ci auguriamo di averli a Pesaro, ma dipende dal processo di miglioramento che avranno. Coveri è a completa disposizione.
Sono contento che Giovannini abbia determinato un’altra gara in Primavera: significa che mandarlo a fare novanta minuti pieni serve nel suo percorso di crescita. Domani sarà convocato, così come Tampieri. David ha fatto delle buone gare e quelle in cui il livello è un po’ più alto gli servono per crescere, perché ti dicono dove devi lavorare e migliorare. Vedremo se giocherà domani… abbiamo ancora un giorno e mezzo per fare le dovute valutazioni”
.