Le pagelle di Cesena-Arezzo | Il Cesena blinda il settimo posto e vola ai playoff

02.05.2021 17:40 di Giacomo Giunchi   Vedi letture
Le pagelle di Cesena-Arezzo | Il Cesena blinda il settimo posto e vola ai playoff
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Francesco Di Leonforte/TuttoCesena.it

Nardi 6,5 Anche nell’ultima di campionato si conferma il solito Michele Nardi, condendo la propria prestazione con continui interventi che infondono sicurezza alla squadra. Incolpevole sul gol del 3-1.

Zappella 6,5 Sembra aver trovato il giusto equilibrio, riuscendo ad abbinare i fulminei scatti sulla fascia a grandi interventi difensivi. Bizona.

Gonnelli 6 Si dimostra sempre ben appostato, faticando solo in parte su Cutolo, al quale però ben presto prende le misure.

Ciofi 6,5 Grandissima prestazione del capitano bianconero, che si dimostra costantemente attento sugli svariati interventi difensivi, negando anche il gol a Suzzi con un incredibile salvataggio di testa sulla linea di porta. Non arriva al 7 per quella distrazione sulla rete dell’Arezzo. Peccato.

Favale 7 Idem con patate dell’altro terzino. Il buon Giulio è molto propositivo, sfiorando anche il gol da fuori area, ma anche sempre ben piazzato in difesa. Il rigore guadagnato è la ciliegina sulla propria prestazione. (Dall’81’ Tonetto S.V.)

Collocolo 6,5 Molto bene in fase difensiva, grazie ai suoi svariati recuperi palla e alla propria marcatura stretta sugli avversari. Non si fa mancare anche qualche pallone in mezzo per i compagni. (Dal 75’ Petermann 6,5 Entra dalla panchina e trova il gol, di fatto il primo della sua stagione, dalla lunga distanza che chiude la partita. Tornerà a farsi valere anche in vista playoff?)

Di Gennaro 5,5 Dialoga bene con i compagni in mezzo al campo, ma a volte sembra peccare un po’ troppo di superbia, cercando soluzioni eccessivamente complesse. Il passaggio kamikaze in difesa che poteva rivelarsi letale macchia ulteriormente la sua prestazione. (Dal 75’ Ardizzone 6 Torna in campo dopo molti mesi di assenza e subito si accascia a terra tra il gelo totale dei pochi spettatori presenti sugli spalti. Però poi si rialza, e continua la propria partita fornendo svariati passaggi al bacio per i compagni. Francesco is back.)

Steffé 6,5 Involontariamente o meno, lascia sfilare il pallone che poi finirà sui piedi di Sorrentino per il primo gol bianconero, oltre a condire la propria partita con i soliti e fondamentali recuperi palla. Nel finale sfiora anche il gol.

Zecca 7 Si dimostra la solita spina nel fianco per la difesa avversaria, compiendo scatti che mettono sempre in apprensione e in difficoltà gli uomini dell’Arezzo. Trova l’assist per il primo gol del Cesena e di testa sfiora il gol del 3-0 bianconero. Usain Zecca.

Sorrentino 7,5 Parte dopo molto tempo da titolare, e ripaga completamente la fiducia datagli da Viali, trovando un grande gol in semi rovesciata. Il resto della sua partita è da incorniciare, ed è colma di lavoro sporco per i compagni, ottimi palloni in mezzo, e una grande e continua linea di passaggi col compagno Bortolussi. La Grande Bellezza. (Dal 63’ Nanni 6 Il giocatore sanmarinese non entra male in partita, facendo anche espellere l’aretino Altobelli.)

Bortolussi 7 Con una freddezza glaciale realizza il secondo rigore consecutivo, laureandosi anche capocannoniere del girone B di Serie C. Sfiora diverse volte la doppietta, ma i suoi tiri vengono sempre ribattuti dalla difesa dell’Arezzo, dal portiere avversario, o dal palo, come nell’ultima occasione capitata sulla propria testa. Il continuo dialogo con Sorrentino è una poesia d’amore tra i due amici e compagni di squadra. (Dall'81' Munari S.V.)

mister Viali 8 Come preannunciato alla vigilia, lascia in panchina i diffidati e mette in campo la squadra dando fiducia a Sorrentino, che lo ripaga tornando a segnare. Come se non bastasse fa entrare in campo Petermann, che dopo pochi minuti timbra anch’egli la partita. Il veggente di Vaprio d’Adda.

Cesena FC 8 Torna alla vittoria casalinga dopo oltre un mese e mezzo, sfornando un’ottima prestazione di squadra e mandando in Serie D l’Arezzo, oltre a permettere ai cugini ravennati di poter disputare i playout. La volata playoff sarà lunga e tortuosa, ma le sensazioni raccolte in queste due ultime partite sono ottime. Appuntamento domenica prossima con i gemellati del Mantova.