Un pizzico di ingenuità fa perdere la vetta al Cavalluccio

Il Cesena coglie il primo pari stagionale al rientro dopo la sosta per le nazionali. Bianconere ora a due punti dalla vetta.
11.12.2023 16:00 di Giordano Rosati   vedi letture
Un pizzico di ingenuità fa perdere la vetta al Cavalluccio
© foto di foto Foschi

Nel decimo turno di campionato di Serie B femminile, a seguito della pausa per le nazionali, il Cesena trova il primo pareggio stagionale. La truppa di mister Conte vede così interrotta la striscia di vittorie che è durata la bellezza di otto partite consecutive. Le bianconere perdono il contatto con la vetta, rimanendo a due sole lunghezze dalle capolista Lazio e Ternana.
Nemmeno il tempo di cominciare la gara che la strada del Cavalluccio è già in salita: al settimo minuto le padrone di casa trovano il vantaggio con Landa, brava ad intercettare un rinvio alquanto incerto di Serafino e rimanendo libera di insaccare a porta sguarnita.
La fisicità del Chievo mette in difficoltà le romagnole, permettendo alle gialloblù di sporcare costantemente la manovra avversaria.
Al trentaduesimo arriva il pareggio: Catelli fa partire un buon sinistro dalla distanza, centrando l’angolino basso alla destra del portiere casalingo.
La prima frazione si conclude, quindi, sull’1-1.
La ripresa si apre con un’occasione clamorosa per le ragazze di Ulderici, con un tiro di Landa, brava a resistere alla marcatura di Groff, che prima si stampa sul palo, poi sulla traversa.
All’undicesimo arriva il vantaggio per le ospiti. Catelli batte una punizione verso il centro dell'area, affollata da difensori clivensi. Lonati è bravissima a controllare la sfera, trovandosi però spalle alla porta. La numero nove non molla, tiene duro finché può, resiste alla carica di Crespi e batte Soggiu con un destro chirurgico che si infila a fil di palo.
Cinque minuti più tardi le venete pescano la rete del definitivo 2-2, con un preciso colpo di testa di Picchi lasciata colpevolmente sola da D’Auria.
Al termine della decima gara di campionato il Cesena si trova dunque a venticinque punti, ovvero oltre ogni limite preventivabile.
La testa della classifica rimane vicinissima e, nonostante Lazio e Ternana godano del favore di ogni pronostico, occorrerà non smettere neanche per un attimo di credere in quella che ad inizio stagione sembrava una chimera.
Prossimo appuntamento: domenica 17, ore 14:30, Cesena-Genoa.

Chievo Verona Women 2
Cesena 2


CHIEVO VERONA: Soggiu, Micciarelli, Congia, Saggion, Ketis, Landa (39' st Peddio), Pizzolato, Poli (28' st Begal), Picchi, Crespi (28' st Rosolen), Marengoni (14' st Merli). A disp.: Polonio, Bercelli, Zannini, Montemezzo, Pasquali. All.: Ulderici

CESENA: Serafino, Cuciniello, D’Auria, Groff (32' st Costa), Casadei, Catelli, Risina (32' st Lamti), Lonati, Jansen (32' pt Milan), Nano (9' st Tamborini), Sechi (32' st Calegari). A disp.: Marchetti, Bardi, Belloli, Amaduzzi. All.: Conte

ARBITRO: Matteo Santinelli di Bergamo. Assistenti: Marco Tonti di Brescia e Jacopo Cattaneo di Bergamo.

RETI: 7' pt Landa (CV), 32' pt Catelli (C), 11' st Lonati (C), 16' st Picchi (CV)

NOTE: Ammonite Marengoni (CV), Pizzolato (CV),, Micciarelli (CV), D’Auria (C) e Milan (C)