Le pagelle di Cesena-Südtirol | Quasi da primo posto, quasi…

Falcidiati dagli infortuni, i bianconeri danno prova di grande maturità giocando da squadra che può puntare al primo posto.
09.01.2021 18:05 di Bruno Rosati   vedi letture
Le pagelle di Cesena-Südtirol | Quasi da primo posto, quasi…
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Francesco Di Leonforte/TuttoCesena.it

Nardi 7 I portieri del Cesena non paravano un rigore dal settembre ’17. Perciò la sua respinta sulla conclusione non particolarmente irresistibile di Greco sa tanto di prodigio. Solito dispensatore di calma e ordine.

Longo 6 Buona la copertura, buono il dialogo con Zecca, buone le sortite offensive. Meno buono il gol mangiato da due passi, altrimenti il voto sarebbe stato decisamente più alto.

Ciofi 5,5 Il rigore che gli viene fischiato contro è del tutto inesistente, dal momento che intercetta il pallone tra la spalla e il petto. Sbaglia però tantissimi appoggi in avanti, obbligando il centrocampo a commettere fallo. Qualche chiusura efficace la mette pure a segno ma si fa notare soprattutto per una doppia ruleta a ridosso del settantesimo. Insolitamente schierato sul centro-sinistra, dà l’impressione di essersi ormai adattato a giocare sulla fascia, lì nel mezzo fatica non poco.

Maddaloni 7 Monumentale. Magnaghi, Rover, Fischnaller: li tiene a bada proprio tutti. Superlativo su Odogwu che nonostante sia un peso supermassimo viene completamente annullato dal difensore palermitano. Peccato per il giallo immeritato.

Favale 7,5 Coronamento di una crescita esponenziale, non l’avrebbero fermato manco con un bazooka. A tratti viene da chiedersi se stia giocando davvero lui o se al suo posto ci sia Francesco Renzetti.

Ardizzone 6 Anche quando attorniato dalle maglie avversarie non difetta mai di personalità, cercando e trovando la giocata per innescare i compagni. Non ha occasione di concedersi nella conclusione personale.

Petermann 6 Non perde mai di vista Casiraghi. Regia non eccelsa ma sempre puntuale, contrariamente ad altre circostanze si fa trovare dalla squadra con la giusta continuità. Una convincente risposta a chi lo ha voluto mettere in vendita sul mercato.

Steffè 6,5 Oggi sembra quasi essersi scambiato di ruolo con Ardizzone, si spinge più avanti e gioca a un tocco per lanciare l’esterno in corsa. Trova pure quella precisione nei passaggi che in passato era stata il suo punto debole. Però per ben due volte arriva tardi nell’inserimento sotto porta che sarebbe potuto essere vincente.

Zecca 6 Il Südtirol non gli lascia campo aperto in cui sprigionare la sua falcata. Decide quindi di duettare con Longo e l’esito non è disprezzabile. Stoico nel resistere ad una brutta craniata. (Dal 74' Nanni 5,5 Dà man forte a Bortolussi ma ancora una volta non riesce a sbloccarsi. Capolavoro di Poluzzi o errore suo? Oggi propendiamo per la seconda opzione.)

Bortolussi 5,5 Il rigore sbagliato era in realtà da ripetere poiché il portiere degli altoatesini aveva entrambi i piedi più avanti della linea di porta al momento della sua battuta. La frenesia con cui calcia il penalty però lascia trasparire che l’astinenza dal gol gli stia pesando ben più di quanto dovrebbe. Al di là di questo (grave) errore la sua partita è ancora una volta buona.

Russini 6 Partita che riassume quella che sinora è la sua carriera: fiammate alla Kylian Mbappé, con gli avversari che non lo vedrebbero neppure con il binicolo ma anche tanti (troppi) palloni persi e contropiedi regalati ai bolzanini. Giocatore senza via di mezzo, per oggi facciamo che vada bene così. (Dal 87' Collocolo S.V.)

mister Viali 6,5 Nemmeno una settimana fa in conferenza stampa aveva detto che gli under non sarebbero stati messi da parte negli scontri diretti. Eppure al pronti-via ce ne sono solo tre fra i titolari anziché i soliti quattro. Che sia un suo modo di chiedere nuovi innesti? Quella di oggi è stata solo ottimizzazione dinnanzi all’emergenza? Francamente non importa. Al di là degli interpreti la squadra non manca mai di carattere e segue i suoi dettami. Unico neo: tanti calci d’angolo a favore andrebbero capitalizzati meglio.

Cesena FC 6,5 I bianconeri fanno di necessità virtù e impongono il proprio gioco ad un Südtirol che forse pensava di aver vita più facile. La prova del Cavalluccio è talmente buona che domani ci saremo già dimenticati della giornata storta dell’arbitro. È davvero ottima la reazione della squadra e del mister alle tante defezioni. Occorre appena qualche accorgimento per evitare in futuro di rimanere con gli uomini contati.