Cesena-Gubbio 2-0 | Ripresa la marcia verso la promozione

La live testuale del nostro amato Cavalluccio!
11.03.2024 20:15 di Simone Donati   vedi letture
 Cesena-Gubbio 2-0 | Ripresa la marcia verso la promozione
© foto di TuttoCesena

Cesena 2
Gubbio 0

CESENA (3-4-2-1): Pisseri; Piacentini (21' st Ciofi), Prestia, Silvestri; Pierozzi (35' st David), De Rose, Francesconi, Adamo; Berti (26' st Varone), Kargbo (35' st Chiarello); Shpendi. A disp.: Klinsmann, Siano, Pitti, Coccolo, Giovannini, Coveri, Tampieri. All.: Toscano

GUBBIO (4-3-3): Vettorel; Calabrese (13' st Dimarco), Signorini, Tozzuolo, Corsinelli (30' st Rosaia); Mercati (13' st Morelli), Casolari, Bumbu (26' st Chierico); Di Massimo (30' st Udoh), Bernardotto, Desogus. A disp.: Greco, Mercadante, Brambilla, Pirrello. All.: Braglia

ARBITRO: Carlo Rinaldi di Bassano del Grappa. Assistenti: Marco Croce di Nocera Inferiore ed Emanuele Renzullo di Torre del Greco. Quarto uomo: Luca Tagliente di Brindisi

RETI: 5' st Adamo (C), 29' st Shpendi (C)

NOTE: Ammoniti Mercati (G), Calabrese (G), Casolari (G), De Rose (C), Kargbo (C), Pierozzi (C), Morelli (G)

I bianconeri riescono a portare a casa una partita equilibrata, complicata, combattuta e che, ai punti, non avrebbe meritato di vincere. Ma ciò che conta è buttarla dentro e segnare un gol in più dell'avversario. Ciò avviene sì quando hai un attacco invidiabile, ma anche grazie ad un portiere (Pisseri) che, mai come oggi, è stato protagonista e decisivo ai fini dell'ottenimento del risultato. Il Cesena mantiene quindi nove punti di distanza dalla Torres a sette giornate dal termine, sperando di recuperare il prima possibile i giocatori attualmente infortunati, per affrontare il finale di stagione al massimo delle potenzialità.

49' st Triplice fischio di Rinaldi. Cesena-Gubbio 2-0

47' st Desogus vuole trovare il gol, ma ancora una volta Pisseri si infrappone. Ammonito Morelli

45' st Il quarto uomo segnala quattro minuti di recupero

44' st Ottimo scambio tra David e Francesconi, che serve Shpendi sulla fascia sinistra. Il pallone viene rimpallato in area ed il più svelto è Vettorel, che blocca in uscita bassa il pallone

42' st Ciofi serve con un filtrante Chiarello che, dopo un controllo eccelso, tira verso la porta ed impegna le mani di Vettorel

40' st Dimarco batte la punizione e svetta Tozzuolo su tutti, ma Pisseri in volo d'angelo blocca il tiro comunque ben indirizzato

38' st Dimarco cilecca il tiro dalla distanza e Silvestri alza un campanile: blocca Pisseri tra gli applausi del Manuzzi

35' st Doppio cambio nel Cesena: escono Pierozzi e Kargbo, entrano David e Chiarello

34' st Il Gubito sembra aver subìto il contraccolpo e non riesce più a farsi vedere nella metacampo avversaria

31' st Ammonito Pierozzi per aver commesso un fallo ingenuo in fase offensiva

30' st Doppio cambio nel Gubbio:escono Di Massimo e Corsinelli, entrano Udoh e Rosaia

Il gol.  Karbo vince un contrasto a centrocampo e serve Francesconi, che approda liberamente fino al limite dell'area e serve Shpendi. Il numero nove scanna sul primo palo coperto da Vettorel e raggiunge quota 20 gol in campionato

29' st GOOOOL DEL CESENA! SEGNA SHPENDI! Cesena-Gubbio 2-0

28' st Kargbo sbaglia ancora una volta la scelta in un contropiede tre contro tre: il Manuzzi non sta vedendo la versione migliore del proprio numero dieci

26' st Cambio nel Cesena: esce Bumbu, tra gli applausi del Manuzzi, ed entra Chierico

26' st Cambio nel Cesena: esce Berti ed entra Varone

25' st Kargbo non riesce a servire Berti, che sbaglia il movimento, e si fa ammonire per un fallo dovuto dal nervosismo

24' pt Shpendi crossa sul secondo palo ed Adamo tenta la sforbiciata, ma manca il pallone

23' st Kargbo uncina un pallone difficile, ma non riesce a superare in velocità Signorini

21' st Cambio nel Cesena: esce Piacentini ed entra Ciofi

20' st Adamo trova Kargbo in area, che sbaglia l'appoggio e non riesce a tirare in modo pulito. Ammonito De Rose per fallo su Desogus

18' st Come appena detto, Desogus cerca il tiro alla Del Piero e solo un miracolo di Pisseri evita il pareggio. Brividissimo per i bianconeri

17' st L'importanza della partita inizia a farsi sentire e la tensione si sta alzando progressivamente. Il Gubbio sta cercando a tutti i modi il pareggio

15' st Silvestri ferma Bernardotto e Braglia è incontenibile: voleva il calcio di rigore e protesta in modo veemente con il quarto uomo. ma addirittura il direttore di gara ravvede un fallo a favore della difesa

13' st Doppio cambio nel Gubbio: escono gli ammoniti Mercati e Calabrese, entrano Morelli e Dimarco

12' st Bernardotto fa tremare il Manuzzi: Bumbu lo serve splendidamente ed il suo tiro è respinto da Pisseri

9' st Di Massimo guadagna un corner sotto i 150 tifosi rossoblù

Il gol. Contropiede da lezione universitaria del Cesena: Berti serve Pierozzi sulla fascia e cerca Kargbo, il quale cade a terra dopo un contatto non falloso. Il pallone arriva a Shpendi, che serve al momento giusto Adamo. Il tiro del napoletano sembra totalmente sbilenco, tanto che tutto lo stadio era ormai desolato per l'occasione sprecata... ma alla fine il pallone si è infilato sotto il sette

5' st GOOOOL DI ADAMO! VANTAGGIO DEL CESENA! Cesena-Gubbio 1-0

3' st Angolo battuto da Adamo e Silvestri prova la sponda, ma Vettorel blocca il pallone

2' st Parte forte il Gubbio: passaggi semplici ed efficaci, che portano Corsinelli al tiro, anche se un po' stiracchiato

1' st Ricomincia il match. Il primo pallone è mosso dal Gubbio. Cesena-Gubbio 0-0

Primo tempo combattuto ed equilibrato quello disputato al Manuzzi. Differentemente di quanto ci si poteva aspettare, è il Gubbio a comandare il gioco ed il Cesena aspetta i loro errori per poi ripartire. Fino alla mezz'ora le occasioni più pericolose sono capitate dalle parti di Pisseri, ed il Cesena non riesce a creare alcun concreto pericolo, fino a quando De Rose sale in cattedra come Galgano nella versione hype e serve Shpendi, e si può trattare del più classico gol mangiato. Ora bisognerà fare attenzione alle mosse di Braglia dalla panchina (Udoh e Dimarco su tutti) ed al contempo cercare di ottenere una vittoria che varrebbe oro nelle casse bianconere.

45' pt Il quarto uomo non segnala minuti di recupero. Finisce il primo tempo. Cesena-Gubbio 0-0

44' pt Corsinelli intercetta di testa e per poco non se la mette nella propria porta

43' pt Adamo perde il pallone in modo scellerato e fa ripartire i rossoblù, che arrivano in area con Di Massimo, ma il suo tiro finisce sull'esterno della rete

40' pt Ammonito Casolari per un fallaccio sconsiderato su Adamo

36' pt Continua il pressing del Cesena: Kargbo salta tutti come birilli e serve il pallone ad un passo dalla porta, ma nessuno riesce ad insaccare. Ne scaturisce un parapiglia intenso che deve essere sbrigliato dal direttore di gara, che ammoninsce un membro dello staff tecnico di Braglia

35' pt Doppia occasionissima del Cesena: prima Prestia va vicino al suo primo gol stagionale con un colpo di testa, poi Shpendi, innescato da Kargbo, cerca la porta ma viene murato

34' pt Berti, con un numero dei suoi, fa gasare tutto la stadio ma sbaglia la cosa più facile, cioè servire Pierozzi sulla corsa. Il numero 24 guadagna un corner

31' pt Uscita siderale di De Rose: ne dribla tre e serve Berti che, dopo un paio di tocchi, serve Shpendi a tu per tu con Vettorel. Il suo tiro di mancino viene parato e Kargbo, sulla ribattuta, non è lesto a mirare la porta

28' pt Berti prova a ripartire, ma viene atterrato fallosamente da Calabrese: ammonizione sacrosanta

26' pt Pierozzi si libera come un ballerino di danza classica e serve Shpendi, ma il suo tiro è ribattuto da Signorini

25' pt Possesso palla sterile del Gubbio, che cerca di far scoprire il Cesena ed allentare i ritmi

22' pt Contropiede non sfruttato a pieno dai bianconeri prima con Shpendi e poi con Pierozzi. Kargbo poi guadagna un calcio di punizione da posizione pericolosa

18' pt Berti in ripartenza sbaglia un appoggio che sembra alla sua portata, ed i rossoblù guadagnano un calcio di punizione

16' pt Mercati ferma in modo corretto e lecito Adamo, che sulla sinistra sta un po' lasciando a desiderare

15' pt Prestia a terra con le mani in volto: Rinaldi ferma il gioco

13' pt Adamo sciabola per Pierozzi, ma Vettorel esce in presa e alta e blocca il pallone

10' pt Adamo esce male e lascia una prateria a Corsinelli. Il suo cross viene impattato di testa da Bernardotto e finisce a lato

8' pt Ottima combinazione del Cesena: Pierozzi trova Kargbo che scarica per Francesconi, ma il ragazzo di Faenza cincischia e si fa anticipare. Ammonito Mercati per un brutto fallo su Silvestri

7' pt Pierozzi si fa saltare di netto e forse commettendo fallo, ma per Rinaldi è rimessa laterale a favore dei bianconeri

5' pt Contropiede fulmineo degli egubini e Bernardotto cerca il gol da distanza siderale: pallone in curva

4' pt Ancora il numero dieci riesce a sgusciare ed a mettere il pallone in mezzo, ma Signorini spazza in angolo

3' pt Prima accelerazione di Kargbo, che però non riesce a guadagnare nemmeno il corner

2' pt Piacentini cerca il lancio per Pierozzi, ma è mal calibrato. Può ripartite il Gubbio

1' pt  Inizia il match. Il primo pallone è dei bianconeri. Cesena-Gubbio 0-0

Nella trentunesima giornata di campionato, il Cavalluccio ospita il Gubbio di Piero Braglia, allenatore più vincente nella storia della Serie C (ha portato ben quattro squadre diverse in Serie B. Gli umbri che, a prescindere dal primo scontro della stagione scorsa in cui Toscano strapazzò i rossoblù, hanno sempre creato dei grattacapi: vedi il pareggio segnato da Di Stefano al gol di Bumbu (uno dei tanti ex di serata) dopo le espulsioni di Bontà e Ferrante, e la gara d'andata, viziata inesorabilmente dall'espulsione 'fantasiosa' di Corazza dopo nemmeno due giri di lancette, nella quale il Cesena uscì con qualche rammarico nonostante lo svantaggio numerico per tutti i novanta minuti. E quel Cesena non può sgretolarsi dopo una sconfitta causata da tante variabili capitate nella stessa serata, tra le quali, la più evidente, la mancanza di ben cinque titolari. Ebbene, Toscano ritrova De Rose e Kargbo, ma deve aspettare almeno ancora una settimana per riavere disponibile Pieraccini, Donnarumma, Saber e Corazza. Il Gubbio, da parte sua, recupera Corsinelli e Udoh (squalificati contro l'Arezzo), ma perde uno dei tanti ex Mercadante e Spina, entrambi per infortunio. Mancano otto gare e 16 punti per tagliare il traguardo, e la sensazione è che la reazione nella gara di oggi conti ben di più dei risultati che otterrà la Torres...