Toscano non teme le assenze: “Ci aspettano tre partite importanti, la squadrà saprà rispondere bene”

Il mister in conferenza getta lo sguardo più in là rispetto al singolo impegno di domani con la Virtus Entella, squadra che “partiva con altre ambizioni ma ora è più equilibrata rispetto all’andata”.
29.02.2024 16:20 di Matteo Pulzetti   vedi letture
Toscano non teme le assenze: “Ci aspettano tre partite importanti, la squadrà saprà rispondere bene”

È un Toscano impassibile quello che si presenta in conferenza stampa pre Cesena-Virtus Entella. Il mister non si fa distrarre dalle defezioni che hanno colpito l’organico (fuori Corazza, Saber e Pieraccini, mentre Ciofi e Giovannini sono ancora febbricitanti), non le usa come alibi o attenuanti; rivolge l’attenzione soltanto al miglioramento della propria squadra e all’analisi dei prossimi avversari: “L’Entella era partita ambendo a giocarsi la promozione, poi a gennaio hanno scelto di ringiovanire la rosa ma non per questo hanno perso qualità, anzi, i loro giovani sono interessanti e intraprendenti.
Rispetto al girone di andata hanno perso qualcosa sulla pericolosità lì davanti ma hanno trovato un equilibrio migliore in fase difensiva”
.
Arriva poi, come sempre, l’avviso ai propri ragazzi sul fatto che chiunque incontri il Cesena voglia dimostrare qualcosa in più. Per cui è vietato abbassare la guardia e, di contro, risulta obbligatorio fare dei passi in avanti rispetto all’ultimo match, come sta accadendo dall’inizio della stagione: “Siamo partiti con un obiettivo ben preciso, ossia crescere e migliorare continuamente ed è ciò sta accadendo. Siamo usciti da Vercelli con qualche aggiustamento da fare e lo abbiamo eseguito. Stesso discorso contro il Pineto per cui domani mi aspetto di vedere ulteriori miglioramenti”.

Un pensiero poi sul mini ciclo di partite che attendono il Cavalluccio contro Entella, Carrarese e Gubbio, rispetto alle quali il mister parla con un cauto ottimismo, sottolineando come nei turni infrasettimanali il suo Cesena abbia sempre performato al meglio e che giocare di martedì o mercoledì sia consono al non staccare la spina e macinare al meglio la distanza che separa i bianconeri dalla tanto agognata Serie B. 
Riguardo alla situazione in infermeria Toscano sceglie la via della calma, non a caso virtù dei forti: “Fa parte del gioco. Ci sono già state situazioni in cui abbiamo dovuto sopperire all’assenza degli infortunati o di chi andava in nazionale e quando dico che la cosa più bella di questo gruppo è che posso contare su di tutti è vero. L’organico è sempre pienamente coinvolto e i ragazzi si presentano agli allenamenti con la voglia di giocare, tutti danno il proprio contributo. Non ho dubbi sul fatto che la squadra risponderà al meglio anche in questa situazione”.