Quando il Rimini asfaltò il Cesena

Riviviamo i derby (di campionato) più significativi giocati al Neri. L’ultima volta decise un gol di Corazza. Nel 2006 Salvetti (dal dischetto) replicò a Cascione.
06.02.2024 10:10 di Flavio Bertozzi   vedi letture
Quando il Rimini asfaltò il Cesena

L’ultima volta, al Neri, esultò il Cesena. Correva l’11 settembre 2022. Seconda giornata di Serie C. I bianconeri di Toscano, reduci dal chiacchieratissimo debutto-harakiri sfoderato con la Carrarese e sempre con l’impresentabile Lewis Junior in porta, al termine di un derby nervoso e non certo indimenticabile dal punto di vista dello spettacolo si imposero per 1-0. Grazie a un gol di Corazza siglato (di tacco) al minuto ventiquattro. Il 20 ottobre 2019, sempre in terza serie, era arrivato invece un 1-1. Reti tutte nella prima frazione di gioco ad opera di Butic (dal dischetto) e di Arlotti. Riavvolgendo a ritroso il nastro dei ricordi arriviamo poi al ‘famoso’ derby datato 10 novembre 2007. Undicesima giornata del campionato cadetto. Quel sabato pomeriggio, la truppa di Acori, davanti a quasi 9000 spettatori riuscì ad imporsi in scioltezza su De Feudis & Co. per 4-1. Il ghiaccio fu rotto da un autogol di Biasi (24'). Momentaneo pari del Cesena ad opera di Moscardelli su rigore (32'). Poi arrivarono i sigilli biancorossi ad opera di Jeda (36' e 55') e di Ricchiuti (41'). Dopo quella sconfitta, in riva al Savio, successe di tutto e di più. In rapida successione arrivarono infatti l’esonero di Castori (al suo posto fu chiamato il già bollitissimo Vavassori) e l’avvicendamento fra Giorgio Lugaresi e Igor Campedelli al timone del club. A fine stagione Cesena – con ancora Castori in panca – retrocesso. Altro stop per il Cavalluccio (1-0) il 14 aprile 2007. Match-winner di quella sfida fu Matri. Sempre in Serie B giunse un 1-1 il 27 gennaio 2006: a Cascione rispose il Divino Salvetti su rigore. Arriviamo poi al campionato di C1 2003-04. Nella regular season, a Rimini, arrivò un 1-0 (gol di Rachini). Ma le due ‘cugine’, poi, si ritrovarono qualche mese più tardi per disputare la semifinale d’andata della lotteria play-off. Il 30 maggio 2004, in riviera, finì così 1-1: a Bernacci replicò Docente. Poi al ritorno, i bianconeri, vinsero per 2-0. Guadagnandosi così la doppia finalissima (poi vinta) con il Lumezzane. Per ritrovare un altro derby bisogna tornare indietro fino al 10 maggio 1981, quando giunse un 1-1 (gol di Arrigoni e Saltutti): un mese dopo, il Cesena di mister Bagnoli arpionò la promozione in Serie A. Chiudo con uno storico hurrà bianconero datato 16 giugno 1968: quella domenica, imponendosi per 2-1 (Buglioni, Dedè, rigore Carniglia), il Cesena di mister Meucci conquistò matematicamente la promozione in B. Altri tempi. Altro calcio. Ma oggi come ieri, il derby del Neri, conserva (quasi) intatto il suo fascino. Anche se, venerdì sera, il Rimini si presenterà a questo appuntamento casalingo con un bel -30 in classifica. Trenta punti di differenza: non proprio noccioline.