Cesena-Olbia 1-0 | Un gol di scarto è troppo poco contro quest’Olbia

La diretta testuale del nostro amato Cavalluccio!
07.01.2024 16:00 di Simone Donati   vedi letture
 Cesena-Olbia 1-0 | Un gol di scarto è troppo poco contro quest’Olbia
© foto di TuttoCesena

Cesena 1
Olbia 0

CESENA (3-4-2-1): Pisseri; Pieraccini, Prestia, Silvestri; Adamo, De Rose, Varone (13' st Francesconi), Donnarumma; Saber (1' st Berti), Kargbo (13' st Shpendi (39' st Ogunseye)); Corazza. A disp.: Siano, Veliaj, Pitti, Chiarello, Coccolo, Pierozzi, David, Piacentini, Giovannini. All.: Toscano

OLBIA (3-4-1-2): Rinaldi; Palomba (1' st Mordini), Bellodi, Motolese; Arboleda, Dessena,  Biancu, Montebugnoli (29' st Schiavone); Ragatzu; Contini (39' st Scapin), Nanni. A disp.: Van der Want, Zallu, La Rosa, Incerti, Zanchetta, Gennari, Caggiu.. All.: Greco

ARBITRO: Antonio Di Reda di Molfetta. Assistenti: Giampaolo Jorgji di Albano Laziale e Luca Bernasso di Milano. Quarto ufficiale: Andrea Bordin di Bassano del Grappa.

RETI: 20' pt Corazza (C)

NOTE: Ammoniti Nanni (O), Saber (C), Prestia (C), Palomba (O), Silvestri (C), Motolose (O), Mister Toscano (C), Mordini (O), Biancu (O), Francesconi (C)

Finisce qui il primo match del 2024, con qualche patema di troppo nel finale. Il Cesena domina in lungo ed in largo, ma ha la grandissima colpa di non riuscire a segnare più di un gol contro una squadra a dir poco modesta in tutte le zone del campo. Troppo nervosismo in campo in entrambe le squadre, a prescindere dagli episodi che possono far innervosire, come quello che ha coinvolto Shpendi e Rinaldi. Nervosismo che è esplicato dalle dieci ammonizioni totali di questa gara (compreso il mister Toscano). Ora occorre concentrarsi e preparare la sfida con la Spal che, nonostante la classifica indecente, ha un organico di tutto rispetto e la sfida va presa con le molle... anche perché mancherà Prestia, il principale totem difensivo della squadra.

49' st Finsce qui. Il Cesena vince la prima gara del 2024. Cesena-Olbia 1-0

47' st Ecco il pallone che finisce in area del Cesena e resta in aria troppo tempo. In qualche modo la difesa bianconera risolve

46' st Pessimo ingresso in campo di Ogunseye: commette un fallo che consente ai sardi di provare l'assalto finale

45' st il quarto uomo segnala quattro minuti di recupero

44' st Ammonito pure Francesconi

43' st Primo tiro verso la porta dell'Olbia a due minuti del termine, che finisce abbondantemente alto

40' st Cambio per il Cesena: entra Shpendi, in evidente difficoltà dopo lo scontro con Rinaldi, ed entra Ogunseye

39' st Cambio per l'Olbia: entra Scapin ed esce Contini

36' st Il secondo il Cesena lo ha trovato.... ma Corazza è in fuorigioco e l'Olbia può ripartire per trovare il pareggio miracoloso

35' st Francesconi cerca il tiro dalla distanza e viene 'stranamente' rimpallato. Il pallone finisce sui piedi di Adamo e sembra un gol sicuro... ma Rinaldi respinge ancora una volta

33' st Ammonito Biancu. Era da tempo che in una gara del Cesena non venivano sventolati così tanti cartellini

29' st Cambio nell'Olbia: esce Montebugnoli ed entra il tanto atteso ex Schiavone

28' st Berti duetta gioiosamente con Corazza, il quale sbaglia ancora il tocco. A proposito del talento di Calisese, il fratello Filippo (classe 2007) in mattinata ha meravigliato con le sue giocate con la squadra under-17 del Cesena contro i coetanei del San Marino (partita conclusa con sei reti di scarto a favore del Cavalluccio)

25' st Berti viene abbattuto da Mordini: ammonito

24' st Corazza sta man mano perdendo lucidità, e lo si denota da un fallo sciocco che interrompe l'attacco bianconero

21' st De Rose subisce fallo e subisce qualche parola di troppo da Arbeloda: Di Reda preferisce ancora una volta non sanzionare questi comportamenti

19' st Ora è un tiro al piattello alla porta di Rinaldi: Donnarumma sfiora il gol e di seguito pure Corazza. Sostegno pazzesco dei tifosi bianconeri per un finale di partita che inspiegabilmente è ancora in bilico

16' st Ammonito Motolese per un fallo che scatena l'ira pure di Toscano, che protesta veemente con il quarto uomo. Ammonito anche il tecnico bianconero

15' st Imbucata di Francesconi per Shpendi, che però è n fuorigioco. RInaldi dice poi qualche parolina di troppo all'albanese, suscitando l'ira di tutti giocatori bianconeri e della curva, Bordata di fischi e cori nei confronti di Rinaldi

13' st Doppio cambio per il Cesena: escono Varone e Kargbo, entrano Francesconi e Shpendi

12' st Adamo cerca la bordata da lontanissimo e colpisce il palo

11' st Kargbo cerca l'azione solista, ma il suo tiro viene nuovamente ribattuto. Angolo per il Cesena

10' st Partita più caotica nel secondo tempo, e la squadra allenata da Greco cerca di approfittarne

8' st Adamo commette fallo inguenuamente su Montebugnoli. I sardi guadagnano un altro angolo

5' st Prima occasione per i sardi: riparte velocemente Ragatzu e serve Nanni al limite dell'area. Il suo tiro viene ribattuto da Silvestri, guadagnando così il primo calcio d'angolo della gara

2' st Proprio il talento di Calisese impegna subito Rinaldi, che rimedia concedendo un calcio d'angolo

1' st Cambio anche per l'Olbia: esce Palomba ed entra Mordini

1' st Cambio nell'intervallo per il Cesena: esce Saber ed entra Berti

1' st Incomincia la seconda frazione. Cesena-Olbia 1-0

Sin dai primi minuti la truppa di Toscano si mostra arrembante e con il piglio giusto, e meriterebbe già ad inizio gara di passare in vantaggio. Paradossalmente, in virtù della mole di occasioni create, il vantaggio arriva troppo tardi e il raddoppio (se non anche il terzo gol) non arriva, ed è questo il più grande neo della prima frazione di gioco. Dall'altra parte, l'Olbia non si avvicina nemmeno ad impensierire Pisseri (solo un cross flebile finito tra i suoi guantoni) nonostante le due punte (oltre a Ragatzu e Biancu) schierati dall'inizio. Uno dei due attaccanti, l'ex Nicola Nanni, procura l'ammonizione a Prestia che costerà caro, cioè la prestigiosa partita in casa della Spal.

45' pt Il direttore di gara manda le due squadre negli spogliatoi, tra i fischi del pubblico, senza recupero. Cesena-Olbia 1-0

44' pt Palomba atterra Donnarumma, e secondo il direttore di gara lo fa con la spalla. Successivamente ammonisce Silvestri per un intervento che sembrava consono

43' st Finalmente Di Reda ammonisce Palomba... Kargbo gli sta creando più di qualche pensiero

42' pt Kargbo innesca brillantemente Corazza al centro dell'area di rigore, al quale non riesce il controllo

40' pt Ennesimo fallo commesso da Palomba, ma il direttore di gara Di Reda evita anche in questa occasione di sventolargli un cartellino

37' pt Kargbo effettua un cross dalla sinistra e svetta Pieraccini, ma il pallone finisce di poco a destra della porta difesa da Rinaldi

36' pt Donnarumma sfiora un gol a giro sotto l'incrocio. Rinaldi glielo impedisce compiendo un vero e proprio miracolo

34' pt Varone prova il tiro dalla distanza ma, come spesso accade oggi, il tiro viene ribattuto... cambia solo 'l'ostacolo', che questa volta è Dessena

33' pt Ripartenza fulminea dei bianconeri che riescono ad arrivare in area con Corazza, che ancora una volta si fa deviare il tiro, questa volta da Motolese

32' pt Proprio De Rose commette fallo su Ragatzu. I sardi acquisiscono campo

26' pt La gara si è inspiegabilmente incattivita e De Rose rischia l'ammonizione per proteste. Se dovesse farsi ammonire, salterebbe anche lui la gara di domenica prossima

24' pt Per l'ennesima volta Nanni e Prestia si contendono il pallone. Questa volta l'ha vinta l'attaccante, e Prestia viene ammonito: scatta così la squalifica che gli impedirà di essere in campo a Ferrara

23' pt Ammonito Saber per aver fermato in modo poco consono una potenziale ripartenza dell'Olbia

Il gol. De Rose recupera palla poco al di là del cerchio di centrocampo e serve Kargbo. Il numero 10 prima si incarta nel dribbling, poi il pallone rimane lì e riesce e servire a sua volta De Rose, ma il suo tiro viene respinto da RInaldi. Sul tap-in il joker realizza il suo settimo centro stagionale e pone fine alla sua astinenza da gol

20' pt GOOOOOL DEL CESENA! TORNA A SEGNARE CORAZZA! Cesena-Olbia 1-0

17' pt Collezione di occasioni da gol per il Cavalluccio: questa volta è Varone che, su cioccolatino di Kargbo, inspiegabilmente non trova la rete

16' pt Dal seguente calcio d'angolo battuto ad Adamo svetta come in tutte le partite Prestia, ma il pallone finisce fuori di poco

15' pt Corazza si invola verso la porta e sembra tutto fatto per il gol che sblocca la partita... ma l'intervento in scivolata di Bellodi salva il risultato e manda in angolo

13' pt Ammonito Nanni per una sbracciata su Silvestri

9' pt Il cross di Donnarumma è impreciso, ma l'Olbia non riesce a ripartire

6' pt Prova il colpo di testa Corazza, che però non impensierisce Rinaldi

4' pt Fallo di Palomba su Kargbo. Continua il pressing bianconero

3' pt Rinaldi para con il corpo un siluro di Adamo in area di rigore

2' pt Il Cesena è arrembante sin da subito e si localizza nei pressi dell'area di rigore, ma il direttore di gara ravvede un fallo a favore dei sardi

1'pt Inizia la gara. Il primo pallone è degli ospiti.Cesena-Olbia 0-0

Finalmente è arrivato il nuovo anno, per lasciarsi alle spalle le cocenti scorie che hanno improntato il precedente anno calcistico bianconero. E si ha già l’occasione di un piccolo primo passo, cioè rivalendosi di una delle cinque squadre che nel 2023 sono riuscite a battere la banda di Toscano, cioè l’Olbia (le altre sono Reggiana in campionato, Lecco ai play-off, Bologna e Rimini per quel che concerne Coppa Italia maggiore e minore). Tra i bianconeri l’unico assente è il lungodegente Ciofi, che ne avrà minimo ancora per un mese, mentre Bumbu è partito destinazione Gubbio per trovare più spazio. La squadra allenata da Leandro Greco è penultima in classifica, ha segnato la penuria di dodici reti (due dei quali nella porta di Pisseri) e nelle ultime cinque gare ha ottenuto un solo punto (un pareggio e quattro sconfitte, con dieci gol subìti e zero fatti). La società gallurese ha già operato dei rinforzi, tra i quali figura il residente a Cesena ed ex bianconero Andrea Schiavone, dopo sei mesi passati al di fuori del rettangolo di gioco.