Viali perde Brambilla ma non la fiducia: “Siamo figli del nostro destino”

Il tecnico bianconero ha incontrato la stampa in conferenza per presentare il match di domani, rinvigorito dall’ampia vittoria ottenuta fuori casa una settimana fa.
30.10.2021 18:00 di Giacomo Giunchi   vedi letture
Viali perde Brambilla ma non la fiducia: “Siamo figli del nostro destino”

Riecheggia ancora la roboante vittoria per 4-0 in terra abruzzese del Cesena contro il Teramo, ma a distanza di una settimana è già la volta di cambiare pagina, e questa volta ad aspettare il Cavalluccio al Manuzzi ci sarà la Pistoiese, che il tecnico bianconero William Viali prontamente, nella conferenza stampa in vista del match di domani, presenta con cautela.
“La Pistoiese ha avuto le prime 5-6 giornate condizionate dal precampionato, ma ora ha trovato la quadratura; non sarà quella della Coppa Italia. Loro giocano con lo stesso sistema del Pontedera e della Vis Pesaro. Noi dovremo essere bravi a fare una prestazione più pulita possibile sotto l’aspetto tecnico; in questo girone anche le squadre di media-bassa classifica sanno mettere in seria difficoltà chiunque. Sarà importante essere tosti e cazzuti, perché sotto il profilo nervoso è il match più complicato”.

Successivamente il mister bianconero, venendo incalzato, fa un passo indietro, tornando sulla sofferta vittoria contro il Pontedera, e mettendo a confronto il Cesena dello scorso anno con quello attuale: “Bisognerà fare attenzione perché tutte le partite sono delicate, come ad esempio quella con il Pontedera, che al gol del 2-1 ci ha fatto soffrire, ma quegli ultimi minuti sono calcio, è normale che sia così. Mi ha dato molta più noia l’ultimo quarto d’ora del primo tempo, nel quale abbiamo rallentato, senza trovare il terzo gol. Per avere continuità in un percorso bisogna avere gli stimoli riaccesi, e l’aspetto nervoso sarà importante. La squadra vincente è quella che riesce a non subire nei momenti difficili; nel momento di qualità degli avversari non subire gol è qualità. Questa è la differenza rispetto alla passata stagione”.

Dopodiché lo sguardo viene gettato in avanti, ma non troppo… “Inutile parlare ora degli impegni che ci attendono a novembre. Adesso pensiamo alla partita di domani, siamo figli del nostro destino. Dentro ad alcune partite, in certe fasi abbiamo perso coraggio e dobbiamo evitare accada di nuovo”.
Grande assente sarà Brambilla, apparso sugli scudi a Teramo. “Dispiace per Brambilla che non potrà essere convocato, ma non è nulla di grave. Martedì tornerà in gruppo. Mulè sarà disponibile mentre Rigoni verrà piazzato davanti alla difesa”.