Campionato verso la sospensione definitiva?

L’indiscrezione pubblicata sul blog dell’esperto di calciomercato Alfredo Pedullà lascia intendere che il campionato 2019-2020 non riprenda affatto.
19.04.2020 08:00 di Redazione TUTTOCesena   Vedi letture
Fonte: alfredopedulla.com
Campionato verso la sospensione definitiva?

Il Consiglio Direttivo di Lega Pro, riunitosi in videoconferenza nelle giornate del 17 e 18 aprile, ha dato mandato al Presidente Ghirelli di convocare la prossima Assemblea lunedì 4 maggio. L’argomento trattato è ovviamente il prosieguo del campionato 2019-2020, la proposta di soluzione a cui si è arrivati verrà presentata all’assemblea e sottoposta al Consiglio Federale della Figc che si terrà di lì a breve.
Il comunicato pubblicato sul sito ufficiale della Lega Pro è piuttosto scarno, non entra nel dettaglio della proposta formulata e si limita a dire che “[…] il coronavirus sta causando un impatto molto grave sui 60 club. Le squadre, già in difficoltà economica e finanziaria prima della diffusione del virus, non hanno più alcuna entrata e rischiano il default”.

Queste poche parole lasciano comunque trapelare in maniera eloquente quale sia la soluzione più gradita alla maggioranza dei club. Come riportato in un articolo pubblicato sul sito del giornalista Alfredo Pedullà, la strada intrapresa è quella della sospensione del torneo. Verrebbero promosse in serie B le tre squadre attualmente prime in classifica nei rispettivi gironi (Monza, Vicenza, Reggina) mentre una quarta sarebbe sorteggiata fra quelle che attualmente occupano un posto in graduatoria valevole per gli spareggi post-season (sempre mediante il format previsto per la disputa dei playoff). Bloccate invece le retrocessioni.
Oggetto della delibera è anche il blocco dei ripescaggi in Serie C per la stagione 2020-2021. Senza alcuna retrocessione, troppi club avrebbero titolo per richiedere l’ammissione al prossimo torneo. Inizialmente era stata presa in considerazione la possibilità di disputare quanto meno i play-off (verosimilmente a porte chiuse), ma alla fine si è propeso per il sorteggio. Il protocollo sanitario per completare l’intera stagione sarebbe costato all’incirca trentacinquemila euro a ciascun club: una cifra del tutto insostenibile per la quasi totalità delle squadre che prendono parte alla Serie C. Ancora tutta da decifrare la situazione legata alla Serie D (e le conseguenti promozioni) dove, a maggior ragione, questi costi imprevisti risulterebbero un handicap insormontabile. L’ipotesi più realistica è che la Lega Nazionale Dilettanti, prima di prendere una decisione definitiva, aspetti l’ufficialità della Lega Pro.

Come già detto in precedenza, questa proposta deve essere approvata il prossimo 4 maggio e poi essere sottoposta al Consiglio Federale per le relative delibere tra i 5 e il 7 maggio. Un’opzione risolutiva molto comoda per le squadre impelagate nei bassifondi delle classifiche. Tutto sommato, non andrebbe poi male neppure al Cesena reduce da una sola vittoria in tutto l’arco del 2020.