Toscano ammira il Sestri Levante: “Della parte destra di classifica è quella che mi piace di più”

Trasferta più insidiosa di quello che si può pensare, contro un Sestri Levante abituato a fermare le big del campionato.
18.02.2024 14:20 di Simone Donati   vedi letture
Toscano ammira il Sestri Levante: “Della parte destra di classifica è quella che mi piace di più”

I pensieri di mister Domenico Toscano sono tutti rivolti alla complicata gara sul campo del Silvio Piola di Vercelli (lunedì, ore 20:45). In conferenza stampa il tecnico ci tiene a non bollare come agevole l’impegno di domani: “Non dobbiamo commettere l’errore di sottovalutare la partita e di guardare la classifica: mancano diciotto ore (ossia novanta minuti da giocare per i dodici incontri ancora da disputare; Toscano si rifà ad un’analogia già utilizzata nelle scorse settimane, ndr) e sono poche, ma sono tanti i punti da conquistare e tanti gli scontri ravvicinati, quindi bisogna continuare ad essere il martello che siamo stati fino ad oggi.
Superare il record di 96 punti del Catanzaro? L’unico modo per non mollare la presa è crescere continuamente. Noi abbiamo bene in mente l’obiettivo da perseguire e sappiamo che possiamo raggiungerlo crescendo di gara dopo gara, e anche contro l’Arezzo ce n’è stato uno importante. I record vengono dopo…”

I liguri, pur lottando per ottenere la salvezza in via diretta, stanno fornendo prestazioni con le quali ha messo in difficoltà tutte le grandi. Hanno infatti vinto contro Carrarese, Torres e Perugia, oltre ad aver strappato un pareggio al Manuzzi nello scorso girone. Toscano riparte proprio da lì: “Mi aspetto una partita simile all’andata, perché, di quelle che stanno nella parte destra della classifica è la squadra che mi piace di più… esprime delle idee interessanti e gioca sempre secondo la stessa filosofia, a prescindere dall’avversario. Ha un gioco molto dinamico e calciatori molto imprevedibili e di gamba.
Paradossalmente, guardando le sue ultime partite, ha vinto non meritando e non ha vinto quando meritava ampiamente di vincere. Soprattutto con la Juventus Next Gen, ma anche con il Perugia, hanno fatto bene, invece con la Torres non sono stati bravi come al solito, però hanno vinto. Questo è un aspetto che dobbiamo tenere in considerazione”
.

L’infermeria pare svuotarsi: “Stanno tutti meglio. Sono disponibili e possono giocare. Anche Ciofi è completamente ristabilito. Sono convocati Pitti e Giovannini, l’unico assente sarà Nannelli.

Nell’ultimo match contro l’Arezzo, i bianconeri hanno fornito una delle peggiori prestazioni della stagione non tirando mai in porta, ma hanno comunque portato a casa i tre punti: “Mi fa piacere questa domanda: quando costruisci qualcosa di forte dal punto di vista tecnico, tattico, fisico e mentale spendi tanto e ci sta che in alcune partite non brilli come in altre. Però devi sfruttarle perché ti danno spunti per poter crescere nei particolari e nei dettagli.
Una crescita non può sempre essere in salita… dire che abbiamo fatto una partita meno brillante delle altre significa che vi abbiamo abituato bene, che la squadra sta facendo bene e può ancora migliorare”
.

Dalla fine della conferenza stampa mancano pochi minuti al big match della giornata, Torres-Perugia. Toscano giustamente glissa: “Non posso guardarla, sarò in pullman con direzione Vercelli…”