Toscano punta sull’alchimia tra squadra e pubblico: “ha portato a scene bellissime come ‘l’invasione’ dei bambini”

Il tecnico bianconero ha voluto rimarcare l’aspetto della consapevolezza acquisita, che non si deve in alcun modo tramutare in presunzione. Serve essere determinati e affamati.
01.12.2023 16:00 di Adriano Antonucci   vedi letture
Toscano punta sull’alchimia tra squadra e pubblico: “ha portato a scene bellissime come ‘l’invasione’ dei bambini”

Continuare la corsa al vertice con determinazione e senza distrazioni. Domani pomeriggio al Manuzzi il Cesena è chiamato all’esame Juventus Next gen in quella che sarà una gara da non sottovalutare e da affrontare al massimo della concentrazione. Nella consueta conferenza stampa pre-gara il tecnico Domenico Toscano ha fotografato il momento dei bianconeri. 

Il post Pescara e le insidie della Juve Next
L’analisi del tecnico è partita dalla consapevolezza acquisita dai suoi dopo lo storico successo dell’Adriatico. “È stata una gara sicuramente importante, la consapevolezza di ciò che stiamo dimostrando si percepisce, ma non deve esistere in nessun modo la presunzione. Dobbiamo essere determinati e affamati, sempre sul pezzo a prescindere dall’avversario o da qualsiasi difficoltà logistica, atmosferica o sportiva”.  Toscano ha poi descritto la Juve Next come “una squadra con un’identità ben precisa, sviluppata da inizio campionato. Noi sappiamo che partita fare, dobbiamo avere grande forza e resilienza perchè è troppo importante dare continuità ai risultati”

Fronte formazione
Sul fronte delle scelte per la gara di domani Toscano ha annunciato il recupero di Donnaruma e ha evidenziato come nella sua testa ci siano “pochi dubbi”.

Eliminazione dalla Coppa Italia
Un passaggio anche sull’eliminazione della Coppa Italia di serie C. “Dalla gara con il Rimini mi porto sensazioni positive e, a prescindere dagli errori commessi, ho notato miglioramenti. Si poteva sfruttare meglio qualche situazione, posso dire che meritavamo di più”.

Questione rigori
A proposito di Coppa Italia, martedì sera al Cesena non è stato concesso un rigore, su trattenuta di Rosini ai danni di Pierozzi. In questa prima parte di stagione il Cavalluccio ha usufruito di un solo penalty a favore (con l’Ancona). “Non sono infastidito – ha sorriso Toscano – spero che si possa essere più fortunati in futuro. Anche gli arbitri come i calciatori possono sbagliare”.

La squalifica non mi pesa ma…
Domani Toscano non sarà in panchina per squalifica, una situazione che il tecnico ha definito “dura dal punto vista personale” ma che allo stesso tempo “andrà ottimizzata”. L’allenatore bianconero ha poi sottolineato come a suo parere questa circostanza “non inciderà assolutamente sulla gara. Ciò che incide – ha affermato Toscano – è come ci arriva la squadra e soprattutto la spinta del nostro grande pubblico. La nostra gente è ben più determinante della mia assenza, sanno che abbiamo bisogno di loro e sono sicuro che ci sarà la solita straordinaria atmosfera”

Cose da migliorare
Per Toscano è più importante soffermarsi sulla “crescita  mentale della squadra, sui pochi gol subiti e sulla crescita dell’alchimia tra la squadra e la gente che ha portato a scene bellissime come ‘l’invasione’ dei bambini della scorsa partita”. Non è mancato però un passaggio su calciatori in difficoltà come Chiarello e Ogunseye. Toscano ha fatto una distinzione, indicando nella “mancanza del ritmo partita” la problematica maggiore per il primo e nelle “difficoltà di recupero post infortunio” quella del secondo. Nonostante questo Toscano si è detto convinto del buon apporto che entrambi potranno dare alla squadra.