If I Should Fall from Grace with God

This land was always ours
It was the proud land of our fathers
It belongs to us and them
Not to any of the others
02.12.2023 23:17 di Stefano Severi   vedi letture
If I Should Fall from Grace with God

1. La ricreazione è finita. Perché certe cose uno se le lega al dito. E il titolo di un quotidiano di una città a 30 km dall’Orogel Manuzzi che dileggiava la baby formazione scesa in campo martedì in Coppa, non era andato giù alla formazione romagnola.

2. Oggi i baby in campo erano gli altri – peraltro senza i migliori, aggregati ieri sera alla prima squadra da Allegri – ma il Cesena li ha affrontati con il dovuto e necessario rispetto. Come dire: lo stile non si acquista certo al supermercato.

3. Il Cesena ha fatto fatica nel primo tempo mentre nella ripresa i difensori della Juventus Next Generation hanno fatto un figurone. Però, alla fine e come accade alle squadre forti, un modo per sbloccare la gara lo si è trovato comunque: un calcio d’angolo.

4. Il segnale che arriva da questa vittoria vale probabilmente più dei tre punti: il Cesena sa aspettare, non perde la testa, non prende gol e prima o poi trova il gol. Come dire farina, burro, uova, latte e lievito: comunque li si combini verrà fuori qualcosa di buono.

5. La Juventus Next Generation non è per nulla una squadra scarsa a dispetto della classifica deficitaria (pur con due partite da recuperare). Il tasso tecnico è molto più alto rispetto alle altre in lotta per la salvezza ma manca ovviamente solo quel pizzico di esperienza per portare a casa le partite.

6. Al netto di tutto questo il Cesena ha concesso appena una occasione e mezzo (quel mezzo è arrivato al minuto 92) e per il resto ha giocato ad una sola porta. Scontato? Mica tanto.

7. Ora si rifiata per una settimana intera senza giocare – come non accadeva dalla notte dei tempi – e ci si prepara a Recanatese (attendiamo l’ennesima porcata ai danni dei tifosi), poi big match con la Torres (attenzione ai cartellini) e gran finale al Curi di Perugia. Poi è già Natale.

8. E a proposito di regali: ma quanto è bello avere un portiere che para? Mentre a Pontedera i tifosi sono disperati per il ritorno da titolare di Lewis (autodichiaratosi esperto social di questioni mediorientali) a Cesena ci godiamo un super Pisseri. Che nelle ultime due partite ha fatto quello che tutti gli chiedevano: ha portato punti al Cesena con le sue parate decisive. Una rarità negli ultimi due anni da queste parti.

9. Si chiude con la solita, immancabile, opinione impopolare. Le seconde squadre sono un’ancora di salvezza per il calcio italiano. Anche oggi in campo abbiamo visto giovani di probabile grande avvenire e l’elenco di calciatori sfornati dalla Juve Next Gen da solo ripaga gli investimenti per questa formazione.

10. Dal punto di vista del tifo certamente è poco emozionante affrontare queste squadre – va ammesso – ma visto che la regolarità del campionato ci interessa sempre tantissimo, meglio avere qualche seconda squadra in più con il bilancio in regola che le solite piazze storiche con contratti faraonici, bilanci truccati e fallimenti estivi.