73 mln di euro di debiti

Il Resto del Carlino rivela il contenuto della PEC arrivata martedì scorso dall’Agenzia delle Entrate: le cifre aggiornate al 31 marzo 2018 sono impietose
21.06.2018 12:35 di Gian Piero Travini  articolo letto 9568 volte
Fonte: Il Resto Del Carlino
© foto di DiLeonforte/TuttoCesena.it
73 mln di euro di debiti

Il Resto del Carlino questa mattina ha rivelato i dettagli della seconda risposta dell’Agenzia delle Entrate di Bologna al piano di ristrutturazione del debito di AC Cesena spa arrivata martedì via PEC agli uffici di corso Sozzi.

La Società ha finora abbozzato le modalità con cui era stata concretizzata la proposta agli uffici del Fisco, lasciando intendere come il debito con lo Stato da trattare fosse quello al 30/06/2017, ovvero 33,367 mln. È la stessa Agenzia che invece fissa la cifra a 40,3 mln al 31 marzo 2018, che il Cesena vorrebbe dimezzato. L’Agenzia rivela anche il debito complessivo della Società bianconera a quella data: un baratro folle di 73,2 mln di euro. Secondo le analisi dello studio di consulenza forlivese Orienta Partners - e mai smentite ufficialmente -, al momento del passaggio di proprietà tra Campedelli e Lugaresi il debito consolidato si attestava intorno ai 27-29 mln di euro. A giugno 2017 il debito oscillava tra i 52 mln e i 58 mln, a seconda dei parametri considerati nel consolidato.

Nella lucida analisi del giornalista anche i dettagli delle rilevazioni dell’Agenzia e le motivazioni del NO, alcune già raccontate dal direttore finanziario Christian Dionigi martedì scorso.