Liverani: "Non ci possiamo permettere di guardare la classifica"

 di Gian Piero Travini  articolo letto 915 volte
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Liverani: "Non ci possiamo permettere di guardare la classifica"

"Per quanto ci riguarda perdere o pareggiare questa partita aveva poca differenza, contava vincere. Lo scontro dentro-fuori era per il Cesena, non per noi che non abbiamo il lusso di poter guardare la classifica. Mancano 11 partite alla fine e per noi sono tutti scontri decisivi esattamente come quello di oggi." Esordisce così Fabio Liverani nella pancia dell'Orogel Stadium, con un espressione a metà fra convinzione e accettazione. "Per quanto riguarda la gara devo ammettere che abbiamo creato poco ma ho fatto i complimenti ai ragazzi per l'equilibrio che hanno saputo tenere contro una squadra forte come il Cesena. I bianconeri non meritano la classifica attuale."

Il frangente che ha portato al gol del Cesena ha creato molte polemiche all'indirizzo dell'arbitro. "In quell'azione non siamo saliti velocemente quindi non siamo stati attenti. Aresti aveva parato ma è mancato il guizzo per chiudere la ribattuta a rete. La squadra ha avuto la reazione che avevo chiesto ma servono più coraggio e personalità. Non è un momento facilissimo per noi."

L'impresa salvezza per la Ternana rimane proibitiva: "Da martedì saremo di nuovo in ritiro perché abbiamo bisogno di stare insieme per preparare al meglio il match interno con l'Avellino. Domani lo passeremo con i nostri cari ma poi sarà solo Ternana. Stiamo decidendo in queste ore la sede del ritiro ma sarà vicino Terni."