Camplone, tre statistiche da invertire

 di Redazione Tuttocesena  articolo letto 1133 volte
© foto di DiLeonforte/TuttoCesena.it
Camplone, tre statistiche da invertire

Dopo il successo di Pisa il Cesena di Andrea Camplone è chiamato alla prova del nove contro lo Spezia: serve a tutti i costi quel successo in grado di far compiere il salto di qualità fino ad ora sempre mancato dai bianconeri per uscire definitivamente dalla zona rossa della classifica. Per farlo però Camplone deve interrompere almeno tre trend statistici che al momento sorridono agli avversari.

In primo luogo il Cesena nel corso di questa stagione non ha mai vinto due partite consecutive. Lo ha fatto in casa, dove tra il 13 novembre e il 24 dicembre i bianconeri inanellarono una striscia di quattro successi, sempre però separati da sconfitte in trasferta. In ogni caso mai sono arrivati i sei punti in due gare mentre lo Spezia è reduce proprio da due vittorie (pesantissime) consecutive, contro Verona e Bari.

I bianconeri di Romagna dopo aver colto il secondo successo corsaro stagionale dovranno tornare ora a violare le mura amiche: strano a dirsi nel girone di ritorno Camplone ha esultato una sola volta, contro la Ternana, davanti al pubblico di casa.

L'ultimo tabù da sfatare è dato dagli scontri tra Camplone e Di Carlo: i due tecnici prima di lunedì si sono sfidati soltanto due volte e l'abruzzese non ha mai vinto. Nel ritorno della scorsa stagione Spezia e Bari pareggiarono 0-0 mentre all'andata di quest'anno i liguri s'imposero di misura sul Cesena per 1-0.