UFFICIALE Arriva Mino Chiricò

Da dicembre era in rotta con il Foggia, ha preferito la Romagna al Carpi
05.02.2018 18:43 di Gian Piero Travini  articolo letto 3195 volte
Fonte: AC Cesena, Foggia Reporter, Foggia Today, La Repubblica
Foschi e Chiricò
Foschi e Chiricò

Mino Chiricò è il nuovo esterno destro offensivo del Cesena. Il calciatore, obiettivo non dichiarato del mercato invernale bianconero, ha firmato oggi in corso Sozzi dopo essersi svincolato il 31 gennaio dal Foggia, non più nei piani societari, dove girava attorno ai 350mila euro di ingaggio.
Dopo aver rotto con Stroppa a inizio dicembre - complice anche il passaggio al 3-5-2 -, il calciatore ha aspettato la finestra di mercato per rescindere il contratto con i pugliesi e liberarsi per calciare il pallone di Romagna fino a giugno, preferendo i bianconeri a Carpi e Virtus Entella, che già da metà dicembre lo cercavano.
Ha al suo attivo già 4 reti segnate e 1 assist in questo che è il suo secondo campionato in B dopo le sei presenze nel 2013 con i colori del Latina.

Chiricò è un prima linea destro che calcia di sinistro ed è in grado di palleggiare all’ala, tecnico e dotato di grandi numeri nel 4-3-3, duttile se deve spostarsi di fascia incrociando gli esterni, cosa che si adatterebbe anche alle caratteristiche di Jallow. Difficilmente lo vedremo in quel modulo, più facilmente rileverà la posizione di Kupisz - domenica occupata da Vita - o affiancherà Jallow in un modulo a due punte, comunque sacrificandosi.

Fattori critici da considerare per il suo inserimento: la reazione dell’atleta alla plasticaccia dell’Orogel Stadium-Dino Manuzzi e la fase difensiva, praticamente assente, che necessita di un terzino capace a supporto, come era Loiacono a Foggia.
Per quanto riguarda l’indagine della Procura di Milano sulla sospetta frode fiscale dei vertici societari foggiani, in cui sarebbe citato tra gli altri anche l’attaccante neo bianconero, si potrebbe profilare una squalifica sportiva da 1 a 3 mesi, quasi certamente non prima della prossima stagione, dato che il processo sportivo non è stato ancora istruito né il calciatore deferito.