A TE DEG ME #9 | “Mentre Sensi è in Nazionale è lecito chiedere di più a questa dirigenza”

23.11.2018 15:00 di Redazione TUTTOCesena  articolo letto 2568 volte
© foto di Francesco Di Leonforte/TuttoCesena.it
A TE DEG ME #9 | “Mentre Sensi è in Nazionale è lecito chiedere di più a questa dirigenza”

Michele: “Mentre Stefano Sensi gioca in nazionale e Pierpaolo Bisoli colleziona l’ennesimo esonero, sembra che la favola del ‘che bello, si riparte dalla serie D!’ possa non avere il lieto fine che troppi davano per scontato. L’operazione Cesena Fc ha mostrato da subito alcune pecche e difetti che l’entusiasmo generale ha fatto passare inosservati e che ora vengono a galla, dimostrando che i nuovi timonieri del calcio cesenate potrebbero non essere all’altezza del compito di riportarci dove tutti vorremmo. Non si discute l’impegno, non si discute l’onere di un’impresa per nulla semplice e non si discutono certamente la buona volontà e il senso di responsabilità mostrato nel momento in cui il calcio poteva scomparire dalla nostra città, però credo che a questo punto sia lecito, da tifosi, chiedersi se la nuova società, il budget a disposizione, le figure tecniche e la rosa dei giocatori siano effettivamente capaci di riportarci tra i professionisti, perché è innegabile che per quanto riguarda il nuovo Cesena si tratti di un mondo poco conosciuto da noi supporter che per anni siamo stati abituati ai dirigenti, ai budget e ai giocatori della serie B. In sintesi: ma siamo meglio noi o il Matelica? Forza Cesena”.

TUTTOCesena risponde: “Gratitudine eterna per chi ci ha fatto gradi ma sguardo rivolto costantemente al futuro e sostegno ad oltranza per chi sbaglia in buona fede: in poche parole la penso in maniera diametralmente opposta a Michele. Sembra quasi di tifare un'altra squadra”. Risposta di Stefano Severi