A TE DEG ME #12 - La trasferta perfetta

04.12.2018 07:14 di Redazione TUTTOCesena  articolo letto 2600 volte
A TE DEG ME #12 - La trasferta perfetta

Andrew. Cronaca di una trasferta di Lega Pro. Arrivo al Centro Sociale puntuale alle 11 meno un minuto e i miei compagni di viaggio sono già dentro. Strano ma la puntualità per qualcuno del Bronx Vigne non è proprio nel dna. Ci sono Spranghina e Mepe. Un caffè al volo e via andare. La nuova Golf di Checco Ultras è una bomba, comodissima e di una tenuta di Strada perfetta. Maciniamo i km, superiamo gli ostacoli solo per te... Cesena ole'... Autostrada con poco traffico. La formazione è davanti ariete Ciavy con la cresta che sostituisce il bomber Ricciardo, mezzala pura Checco Ultras dietro la punta (molto meglio di Alessandro), Andrew didietro a ringhiare da guerriero indomito e l'Ally trai pali.... Arriviamo di buon ora a San Giost very giost verso la mezza. Si cerca un bar. Troviamo l'unico aperto, una pausa e via al parcheggio dello stadio...ops, campo sportivo volevo dire. L'Ally fa l'asociale e si mescola con i gambettolesi e noi facciamo 4 chiacchiere. Entriamo trai primi, superiamo la curva di terra ed erba e ci sistemiamo in fondo alla gradinata scopertissima. Attacchiamo gli striscioni  dove spicca un "2 fisso" fatto da me con i lampostil sabato sera mentre ascoltavo brit pop. Forse siamo trai 200 e i 300. Il clima è buono, Checco non indossa neanche il giubbotto, sole addirittura nel secondo tempo. Pian piano entrano tutti. L'Ally flirta con un Armando non proprio sobrio che beve punch rosso fluorescente. Checco Ultras che sale sulle transenne e sventola la bandiera del Bronx, Ciavy messaggia al tabaccaio. La partita è lenta. Ci lamentiamo di Campagna  (pure l'Ally lo abbandona), Tola e Andreolli. Anche in questa partita dei bei gol mangiati. Biaso intona i cori, siamo pochi ma buoni. All'intervallo siamo un po' delusi dallo zero a zero. Uno della vecchia guardia si lamenta perché gli hanno coperto lo striscioncino e impreca. Vado a salutare i Mad Men e faccio le condoglianze a Toccia, davvero una disgrazia. Ripartiamo. Siamo carichi. Parte Valeri' sulla sinistra. Ciavi ad alta voce "tanto lui parte sempre", arriva sulla riga del fondo, la mette dentro,respinta del portiere. Ambrogioni gol! Volevo dire Cappellini Nicola del Bronx rete. Rete! Cesena in vantaggio. Intanto da inizio secondo tempo sventolo la bandiera degli Sconvolts fino alla fine. La gioia dura poco. Pareggiano su una incursione di un rosso marchigiano accompagnato da un nostro difensore fino al tiro. L'unico tiro. Non ci demoralizziamo. C'è Lupo  che dice che lo allena la farsa che vuole entrare. Entrano invece i nuovi. Incursione alla Messi di Tola, seconda paperissima del portiere e tap in di testa della new entry Fortunato. Vittoria! Alla fine festa contenuta. Ci tengono dentro per un quarto d'ora. Un tipo vecchia scuola degli Sconvolts mi viene a ringraziare per aver sventolato. E poi tutti a casa. Argomenti di conversazione trattati in macchina: mercatini di Natale, come fosse la nuova fiamma di Ricciardo, i metallari che hanno perso... Arrivati felici in piazzetta alle 18:40. Una bella trasferta costata appena poco più di 20 euro. Ho bevuto solo tre birre e per questo Giulio non sarebbe felice. Ottima compagnia e tre punti importanti. Non molliamo!