CORRIERE ROMAGNA. Piraccini dal campo, Groppi dalla tribuna: altri 4 occhi per Nicola

27.05.2012 15:40 di Giovanni Guiducci  articolo letto 1445 volte
Fonte: Francesco Gualdi per il Corriere Romagna
© foto di Marco Rossi/TuttoCesena.it
CORRIERE ROMAGNA. Piraccini dal campo, Groppi dalla tribuna: altri 4 occhi per Nicola

In città li conoscono tutti. E per loro  sarà come tornare a casa. Adriano Piraccini e Simone Groppi saranno i due principali collaboratori tecnici di Nicola Campedelli anche a Cesena. Non era scontato, e invece Campedelli ha scelto di portarsi dietro lo staff col quale ha lavorato durante la sua esperienza a Bellaria. E tutto lascia presumere che entrambi continueranno a svolgere le proprie funzioni, rispettivamente quella di allenatore in seconda (Piraccini) e analista tattico (Groppi).

Solo Piraccia. Adriano Piraccini a Cesena non ha certo bisogno di presentare il biglietto da visita. Per lui parlano i numeri: 427 presenze e 17 gol con la maglia del Cesena, spalmati nel corso di 14 stagioni sempre tra serie A e B. Una bandiera, o forse qualcosa di più: il Piro ha vestito la casacca del Cavalluccio in tre diverse decadi, e per quanto riguarda le partite di campionato è secondo solo a Giampiero Ceccarelli (520 gare contro 377). Tutti a Cesena conoscono il coro "Solo Piraccia, esiste solo Piraccia" che ha accompagnato questo centrocampista tutto cuore e polmoni fino all'ultima partita, a 37 anni, nel 1996. Appesi gli scarpini al chiodo, Piraccini è passato dal campo alla panchina e va notato che questa non e tuttavia la prima volta che Piraccini ricopre il ruolo di vice allenatore del Cesena: svolse questo incarico anche con Walter De Vecchi nel 2001-2002. Nelle ultime stagioni ha seguito Nicola Campedelli a Bellaria, affiancandolo in panchina e lavorando ogni giorno della settimana sul campo d'allenamento insieme al nuovo tecnico bianconero e al resto dello staff. Per Piraccini si tratta di un gradito ritorno alla casa madre.

Simone Groppi detto Aldo. Non può competere quanto ad appartenenza bianconera con Piraccini, ma Simone Groppi ha vissuto anch' egli un pezzo di storia del Cesena. Il terzino mancino voluto da Iachini sbarcò a Cesena nel 2002 e fu protagonista della prima avventura castorizzata. Per l'uomo da Tolentino, Groppi giocò due stagioni e in totale ha collezionato 95 presenze e 2 gol, con la gemma della promozione in B nel 2004. Lo stesso Castori era solito chiamarlo "Aldo", per via dell'assonanza del cognome del terzino con quello di Aldo Agroppi. Simone Groppi, prima di diventare collaboratore di Nicola Campedelli, è stato anche suo calciatore: era la stagione 2009-2010, la prima di Campedelli da allenatore sulla panchina del Cesenatico, che al centro della difesa poteva contare proprio su un Groppi avviato a fine carriera. I due poi si sono ritrovati proprio a Bellaria, con l'ex terzino che curava la parte tattica del lavoro: se Piraccini andava in panchina a fianco di Campedelli, Groppi si accomodava in tribuna e prendeva appunti, pronto poi a relazionare all'intervallo negli spogliatoi. Il materiale raccolto da Groppi serviva poi a tutto lo staff per impostare le sessioni video da svolgere durante la settimana, quando sia Groppi che Piraccini lavoravano a stretto contatto con Campedelli. E a breve torneranno a svolgere i propri compiti per il Cesena. Perché il "Piro" e "Aldo", a Cesena li conoscono già tutti.